Caligiuri gol, Terracina salvo

Alla fine sono tutti lì a festeggiare sotto la curva Mare occupata dalla parte più calda del tifo locale. Al termine dei 90’ sarà l’autore del gol salvezza Carlo Maria Caligiuri a rivolgere un particolare ringraziamento ai suoi tifosi che “anche oggi sono stati meravigliosi”. Il Terracina è finalmente salvo dopo aver vinto la seconda 

Leggi tutto

Alla fine sono tutti lì a festeggiare sotto la curva Mare occupata dalla parte più calda del tifo locale. Al termine dei 90’ sarà l’autore del gol salvezza Carlo Maria Caligiuri a rivolgere un particolare ringraziamento ai suoi tifosi che “anche oggi sono stati meravigliosi”. Il Terracina è finalmente salvo dopo aver vinto la seconda gara dei play out, quella decisiva che andava in scena al “Colavolpe”. Il primo atto disputato sul neutro di Nemi una settimana fa era terminato zero a zero e quindi per gli uomini di Minieri era importante segnare ma allo stesso tempo evitare di subire reti della squadra avversaria. Era stato Minieri stesso a confessare dopo la prima partita che il punteggio “era allo stesso tempo positivo ma anche rischioso”. Per questo ha cercato sin dalla battute iniziali della gara di odierna di aggredire gli avversari schierando la squadra con le tre punte più Vuolo ad agire sia nella fase di mediano che come trequartista. La splendida rete iniziale firmata Caligiuri ha facilitato le cose perchè a quel punto erano gli ospiti a doversi scoprire lasciando quindi che la manovra offensiva dei padroni di casa avesse buon gioco nelle ripartenze.

DOPO IL GOL POCHE EMOZIONI – Ma la squadra di Centioni contrariamente alle previsioni, riusciva solo raramente ad impostare una manovra di gioco degna di essere chiamata tale. L’unica emozione prodotta dagli ospiti nella prima frazione sarà infatti un tiro di Pascucci terminato abbondantemente a lato. Troppo poco per poter pensare di riprendere una gara resa già difficile dalla rete subita in apertura. Nella ripresa Minieri lasciava inalterato l’assetto tattico della sua formazione mentre Centioni optava per l’inserimento di Marozzi sperando che la sua presenza desse maggiore fisicità al reparto avanzato. Sarà proprio Marozzi nel corso della ripresa a rendersi protagonista più che altro per le veementi proteste rivolte nei confronti del direttore di gara in occasioni di due contatti avuti in area di rigore locale. L’arbitro Vona in entrambi i casi preferirà sorvolare rendendo vane le proteste degli ospiti. Sugli dell’unica azione costruita nel corso dei secondi 45’ i padroni di casa potrebbero anche raddoppiare ma sia Mandarelli prima che Trillò poi non riusciranno a materializzare al meglio la preziosa intuizione di Caligiuri che con un prezioso passaggio filtrante era riuscito a scavalcare l’intera retroguardia ospite. Cinque i minuti di recupero e poi è festa.

Simone Nastasi

TERRACINA-TORRENOVA 1-0
Terracina: Stefanini, Morini, Serapiglia, D’Amico, Valerio (40’st Del Signore), Foresi,Vuolo, Trillò, Sacchetti (34’st Mandarelli), Caligiuri. Squillacioti (24’st Macchiusi). A disp.: Leone, Montella, Minieiri, Girolami. All.: Magliozzi
Torrenova: Battisti, Roano, Di Mena, Andreani ( 35’st Di Vincenzo), Florio, Fratangeli (35’st Lavosi), Groos (1’st Marozzi), Mariani, Pascucci, Di Cicco, Faillaci . A disp.: Orlando, Ippoliti. All.: Centioni
Arbitro: Vona di Frosinone
Assistent: Martelluzzi e Grossi di Frosinone
Marcatore: 4’ Caligiuri
Note – ammoniti Trillò, Roano, Andreani, Faillaci

Lascia un commento