Cannone furibondo, Minieri soddisfatto a metà

CANNONE (Gaeta-Selargius 1-2) – Noi abbiamo giocato una buona partita ma per tutti i 90’ siamo stati undici contro quattordici. Ci sono state delle decisioni al quanto dubbie come nel caso della doppia ammonizione di Gambino o dello stesso gol che è stato annullato per comportamento antisportivo. E’ una cosa vergognosa quella che ci è 

Leggi tutto

CANNONE (Gaeta-Selargius 1-2) – Noi abbiamo giocato una buona partita ma per tutti i 90’ siamo stati undici contro quattordici. Ci sono state delle decisioni al quanto dubbie come nel caso della doppia ammonizione di Gambino o dello stesso gol che è stato annullato per comportamento antisportivo. E’ una cosa vergognosa quella che ci è capitata con questa terna arbitrale fin dall’inizio del riscaldamento con atteggiamenti che non esistono. Se eravamo una squadra scomoda potevano anche farci fuori prima in campionato. Noi abbiamo dominato la gara fin dall’inizio del match e potevamo fare qualcosina in più ma è andata così, questo è il calcio. Ritornando sulla direzione arbitrale preferisco tacere per non aggravare ancora di più una situazione vergognosa. Voglio comunque fare i complimenti ai ragazzi perchè hanno giocato la loro onesta partita così come il Selargius. Noi abbiamo fatto il possibile, meritavamo di più ma purtroppo siamo usciti sconfitti dal campo. Ora c’è tanta delusione in noi soprattutto perchè eravamo convinti di andare avanti con grande serenità. Mi spiace essere uscito dai playoff in questo modo perchè la squadra ci aveva creduto nell’ultimo mese di poter fare bene. Tutti i giocatori sono stati sempre uniti e compatti anche nei momenti difficili trasformando una stagione deludente in un finale ad alto livello, ripeto meritavamo di più. Per quanto riguarda l’anno prossimo spero che venga riconfermato tutto lo staff, tutti i giocatori e mi auguro che alla fine il presidente Damiano Magliozzi non lasci la società ritornando sui suoi passi per provare a raggiungere la Lega Pro nel prossimo anno. Io spero di rimanere con il mio staff perchè dopo una finale del genere credo che tutti si meritano questa riconferma.

PERRA (Gaeta-Selargius 1-2) – Complimenti al Gaeta ma complimenti anche ai miei ragazzi perchè hanno giocato una partita davvero ottima su un campo difficile. Questa squadra credo sia molto forte e forse più forte anche del Fondi che ha vinto il campionato.  E’ stata una partita molto dura tra due squadra ben organizzate in tutti i reparti. Vincere però qui al Riciniello è un grande motivo di orgoglio per noi che con una rosa abbastanza competitiva siamo arrivati in finale. Nonostante la sofferenza e la pressione costante del Gaeta siamo riusciti a strappare un risultato storico per questa società.

MAGLIOZZI (Torrenova-Terracina 0-0) – Peccato per le occasioni che abbiamo avuto con Mandarelli e Caligiuri, sulle quali va detto il portiere locale è stato bravissimo.  Il nostro futuro sarà basato sui giovani come ci impone la Federazione. Bisogna prima pensare però a rimanere in Eccellenza.

MINIERI (Torrenova-Terracina 0-0) – Abbiamo avuto diverse oppurtunità per segnare e peccato non averle sfruttate. L’atteggiamento della squadra è stato positivo. Il primo tempo è stato abbastanza equilibrato ma nella ripresa abbiamo spinto di più e tenuto meglio il campo. Dal punto di vista fisico stiamo bene e questo può fare la differenza anche per il ritorno. Peccato per le solite palle gol sprecate. Sicuramente lo 0-0 è tra i risultati positivi più complicati perchè al ritorno anche un 1-1 ci condannerebbe. Questo risultato comunque è il continuo di un periodo positivo soprattutto per la difesa. Il lato positivo è questo, quello negativo è che potevamo chiudere la salvezza già qui. C’è ottimismo per quello che si è visto, al Terracina è mancata la rete ma la prestazione è stata positiva.

CALIGIURI (Torrenova-Terracina 0-0) – Peccato per qualche occasione. Ai nostri tifosi posso solo dire che al ritorno non mancherà l’impegno. Sono certo che loro ci aiuteranno come hanno fatto all’andata e proprio a loro

Lascia un commento