Aprilia-Pirozzi, il matrimonio continiua

Che tra le Rondinelle Aprilia e Sergio Pirozzi fosse amore a prima vista lo si era intuito già poche giornate dopo l’arrivo del tecnico di Amatrice sulla panchina dei biancoazzurri. Una squadra trasformata, rigenerata, soprattutto a livello caratteriale, specchio fedele del carattere del sanguigno tecnico reatino. Insomma, il matrimonio Aprilia-Pirozzi continuerà un anno ancora, adesso 

Leggi tutto

Che tra le Rondinelle Aprilia e Sergio Pirozzi fosse amore a prima vista lo si era intuito già poche giornate dopo l’arrivo del tecnico di Amatrice sulla panchina dei biancoazzurri. Una squadra trasformata, rigenerata, soprattutto a livello caratteriale, specchio fedele del carattere del sanguigno tecnico reatino. Insomma, il matrimonio Aprilia-Pirozzi continuerà un anno ancora, adesso è ufficiale. Questo quanto annunciato con una conferenza stampa indetta dalla società biancoazzurra, ieri pomeriggio, quando il patron Umberto Lazzarini, insieme al vice Cavicchioli e ai dirigenti Tassinari e Rosina hanno anche approfittato per illustrare progetti e linee guida per la prossima stagione.

LAZZARINI – “Una stagione dove vogliamo essere protagonisti, ma senza strafare. Vogliamo gettare le basi per un progetto a lungo termine e per questo dobbiamo affidarci ad un tecnico preparato ed esperto come Sergio Pirozzi”. Queste le prime parole del presidente Umberto Lazzarini: «Siamo contenti di quello che ha fatto quest’anno e sappiamo che per lui accettare un incarico del genere è stato un sacrificio… e tra qualche settimana, tornerà alla denominazione FC Aprilia”.

PIROZZI – Soddisfatto, naturalmente, lo stesso tecnico Pirozzi che spiega: “Abbiamo voluto anticipare la notizia della mia conferma per sgombrare il campo da qualsiasi dubbio. Ho fiuto per le piazze dove si può lavorare bene: lo dimostrano le mie fughe, poi dimostratesi sensate, da Messina e Latina ad esempio. Qui, invece, credo ci sia il clima e la società giusta dove poter fare calcio a buoni livelli». Ancora prematuro, invece, l’aspetto tecnico: “Presto per parlare di mercato – continua Pirozzi – Quel che è certo è che non vorrò fare acquisti folli. Non mi piacciono le star o quelle vecchie glorie che scendono di categoria per ‘rubare’ gli ultimi stipendi. Chiederò giocatori motivati che hanno voglia di fare bene e di sacrificarsi per la squadra. Con quelli che ci sono, ora, faremo un discorso a 360 gradi per il rinnovo. Ad ogni modo non mi piacciono i proclami: quando ho vinto i campionati, le mie squadre non erano mai le più forti. Chissà che questo non accada anche stavolta. Mi piace vincere, come potrebbe essere altrimenti, ma la vittoria più bella sarebbe riportare il tifo al Quinto Ricci”

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento