Solo il Terracina sorride

Con la testa e con le gambe già a mercoledì, la Vigor Cisterna esce sconfitta dal «Fattori» di Civitavecchia con un secco 3-1. Troppo importante la posta in palio nella gara di ritorno dei quarti di finale della competizione nazionale (in programma contro la Capriatese a borgo Santa Maria) per rischiare più del dovuto in 

Leggi tutto

Con la testa e con le gambe già a mercoledì, la Vigor Cisterna esce sconfitta dal «Fattori» di Civitavecchia con un secco 3-1. Troppo importante la posta in palio nella gara di ritorno dei quarti di finale della competizione nazionale (in programma contro la Capriatese a borgo Santa Maria) per rischiare più del dovuto in campionato. E’ così che mister Francesco Montarani ha mandato in campo una Vigor ampiamente rimaneggiata, dando spazio alle seconde linee e apportando un ampio turnover, complice anche le squalifiche di Bellamio e Arena in difesa. Proprio in difesa si vedono le maggiori novità. Tra i pali torna ad accomodarsi il giovane Castaldo (riposo per Campagna). Davanti a lui Iommazzo e Mercuri sui lati, con Sangermano e Arduini al centro: Fulco ha recuperato, ma rimane precauzionalmente in panchina. A centrocampo Cannariato fa coppia con Parisi e Bellomo al centro, mentre sui lati Marseglia e Raponi supportano l’unica punta, Pantuso.
Partenza da brividi per i biancoazzurri che già al 10’ si trovano sotto di un gol. Iommazzo va per spazzare l’area di rigore, ma, calciando addosso a Loversi, favorisce l’inserimento dello stesso attaccante che poi non ha problemi nel superare Castaldo in uscita. Al 25’ il gol che pone virtualmente la parola fine sull’incontro. Grande azione corale dei lidensi che affondano sulla destra con Gravina: cross al centro e bellissima incornata di Bevilacqua che raddoppia schiacciando in fondo al sacco di testa. La reazione della Vigor arriva solamente nel finale di primo tempo, quando, sugli sviluppi di un corner, Arduini accorcia le distanze risolvendo una furibonda mischia in area di rigore avversaria. L’illusione dell’ennesima rimonta stagionale da parte del Cisterna svanisce dopo appena 13’ della ripresa. Autore del 3-1 è ancora Loversi, che gira a rete di testa un bellissimo cross ancora di Gravina.
Adesso per la Vigor appuntamento con la storia: da battere c’è la Capriatese.

MANCATO AGGANCIO PER IL FORMIA – Non  riesce l’aggancio al quarto posto in classifica per il Formia di mister Enzo Potenza che in casa al Perrone non va oltre l’1-1 proprio contro il Palestrina. Un occasione clamorosamente sciupata quella dei biancoazzurri che con un successo si sarebbero portati ad un solo punto dal terzo posto che a questo punto del campionato rimane l’unico obiettivo stagionale dei tirrenici. Il primo tempo è nettamente in favore della squadra di Enzo Potenza che parte a spron battuto costruendo diverse occasioni da rete. Dopo circa 30′ di forcing il Formia riesce a trovare finalmente la chiave giusta per superare il portiere del Palestrina. Al 36′ il gol è di pregevole fattura con Marcucci che spalle alla porta serve Marzano che con un grandissimi tiro al volo spedisce la palla all’incrocio per il vantaggio biancoazzurro. Il primo tempo si chiude quindi con l’undici tirrenico in vantaggio. Nella ripresa ancora pioggia di occasioni per i padroni di casa che al 2′ sfiorano il raddoppio con una conclusione ravvicinata di Milozzi ma al 10′ rischia grosso il Formia perchè il Palestrina fa tremare la porta dei locali con un bellissimo colpo di testa di Taribello che si stampa sul palo con Fusco completamente battuto. Campanello di allarme per la formazione di mister Enzo Potenza che aumenta il baricentro e stringe d’assedio gli ospiti che rischiano grosso al 14′, 16′ e 17′ ma in tutte e tre le occasioni è super il giovanissimo portiere Perrotta del Palestrina che con tre miracoli dice di no agli attaccanti biancoazzurri. Gol mangiato gol subito, spesso succede questo in un incontro di calcio e il Formia dopo aver sprecato innumerevoli palle gol incassa a 3′ dalla fine il gol del pari che porta la firma di Maurizio Alfonsi, ex Gaeta, che dal limite trova impreparato Fusco e stampa il risultato finale sull’1-1. Un po’ di amarezza per la squadra di Enzo Potenza che per l’ennesima volta in stagione meriterebbe l’intera posta in palio ma pecca sotto porta regalando di fatto punti importanti agli avversari. Nel prossimo turno di campionato i tirrenici andranno a far visita al Tor Tre Teste fermo a quota 48 punti che con una vittoria si porterebbe a -1 proprio sul Formia. Insomma una partita da non perdere assolutamente nonostante le motivazioni non siano da grandi traguardi.

IL TERRACINA è ANCORA VIVO – Il Terracina cerca di rimanere ancora vivo e rilancia per la corsa salvezza guadagnando punti su tutte le rivali. Pari per Villanova e La Lucca, sconfitta per il Torrenova ed in una sola partita i tigrotti avanzano in classifica arrivando a -3 proprio dal Torrenova. Il Sora è certo lontano ma in casa Terracina c’è l’obbligo di crederci fino all’ultimo. Intanto già l’ottima notizia è quella di aver distanziato ancora di più l’ultimo posto valido per la retrocessione. Al Colavolpe è quasi tutto facile anche perché il Roviano ha davvero poco da chiedere al suo campionato. Dopo 20 minuti arriva lo stacco di testa di Foresi che vale il vantaggio dei padroni di casa. Con il vento in poppa è ancora più semplice per la formazione di Minieri che per una volta in stagione sblocca subito il risultato giocando senza timori. Tutto ciò porta al raddoppio nel secondo tempo grazie a Ruffini che sfrutta al meglio un bell’assist dalla sinistra di Mandarelli. La volontà di chiudere in definitiva la partita c’è perché questo Terracina deve fare i calcoli sotto tutti i punti di vista. Minieri manda in campo Caligiuri che al 47’ manda in visibilio il Colavolpe grazie al suo destro vincente. Ora il Terracina c’è, in casa sembra aver trovato il passo ed anche se siamo alla fine del campionato è sempre un dato positivo. Bisogna ritrovare i punti anche lontano da casa perché ci sono altre due trasferte e Minieri ha chiaro l’obiettivo della vittoria. Palestrina e Villanova saranno tappe calde ed importanti per il Terracina visto che tra due settimane la Nuova Tor Tre Teste al Colavolpe fa meno paura. Tanto impegno per raggiungere un solo obiettivo che per la truppa di Minieri potrebbe essere davvero storico.

Terenzi e Iannotta

I TABELLINI

TERRACINA-ROVIANO 3-0

TERRACINA: Stefanini, Morini, Serapiglia, D’Amico, Valerio, Foresi, Squillacioti (dal 35’st Montella), Ruffini (dal 29’st Caligiuri), Mandarelli, Girolami (dal 14’st Trillò), Vuolo. A disp. Leone, Minieri, Amoroso, Macchiusi. All. Magliozzi
ROVIANO: Scarnati (dal 43’st Preciutti), Sisti, Salatino, Alessandri, Corsi (dal 33’st Ujanaro), Petrella, Di Donato, D’Arcangeli, Di Mugno, Pizzelli (dal 24’st Di Martino), Parrotta. A disp. Russo, Olivieri. All. Iardino
ARBITRO: Minotti di Roma2
MARCATORI: 20’ Foresi, 16’st Ruffini, 47’ st Caligiuri

FORMIA – PALESTRINA 1-1
Formia: Fusco, Addessi, Mastrelli, Esposito, Di Franco, Marano (22′ pt Corrado), Marzano, De Santis, Milozzi (38′ st Caruso), Rosi, Marcucci. A disp.: Di Ronza, Scipione, Merola, Cuomo, Maggio. All.: Potenza.
Palestrina: Perrotta, Risi, Pirolozzi, Ferri, Parise, Cornacchione, Bennato, Cangiano (45′ st D’Aversa), Taribello (42′ st Caronigro), Alfonsi, Simeoli (23′ st Cacon). A disp.: Unperez, Cecere, Rhoden, Stellato. All. Punzi.
Arbitro: Fagnani di Roma.
Marcatori: 36′ pt Marzano (F), 42′ st Alfonsi (P).
Note – Ammoniti: Esposito, Marcucci e Rosi. Prima della gara, un minuto di raccoglimento per le vittime della Val Venosta e per il capo degli Ultras formiani, Bruno Celerino Tommasino.

CIVITAVECCHIA – VIGOR CISTERNA 3-1
Civitavecchia: Boccolini, Gibaldo, Trombetta, Palermo, Mazza, Giacomini, Gravina, Bevilacqua, Loversi, Avino, Ruggiero. A disp.: Baroncini, Della Camera, Ferri, Poggi, Lemme, Bonelli, Di Luca. All.: Cacciatori
Vigor Cisterna: Castaldo, Mercuri, Sangermano, Iommazzo, Arduini, Cannariato, Marseglia (32’st Onorato), Parisi (25’st Di Giacomo), Pantuso, Bellomo, Raponi (10’st Fiorillo). A disp.: Campagna, Fulco, Borchini, Crisanti. All.: Montarani
Arbitro: Garelli di Ciampino
Marcatori: 10’pt Loversi, 25’pt Bevilacqua, 45’pt Arduini, 13’st Loversi

Lascia un commento