Podgora vede il secondo posto

Tutto troppo facile per il Podgora che tra le mura amiche ha la meglio su una Sa.Ma.Gor. mai in grado di impensierire la formazione di mister Gianni Sanavia. Finisce 3-0, con il Podgora che si porta così ad una sola incollatura dal secondo posto del San Pietro e Paolo, mentre ci sarà da aspettare per 

Leggi tutto

Tutto troppo facile per il Podgora che tra le mura amiche ha la meglio su una Sa.Ma.Gor. mai in grado di impensierire la formazione di mister Gianni Sanavia. Finisce 3-0, con il Podgora che si porta così ad una sola incollatura dal secondo posto del San Pietro e Paolo, mentre ci sarà da aspettare per conoscere il destino di un San Michele che non è arrivato a Castelfore, causa un problema meccanico del pullman che stava portando l’undici di Ziroli nella tana del Santa Croce.

PARTENZA SPRINT – Al «Pietro Buongiorno» il Podgora vuole segnare subito per portare dalla sua parte l’inerzia del match. A dargli una mano in tal senso è Mauriello che, su lancio di Pagliuca, buca malamente l’intervento in chiusura regalando la palla a Cappelli, bravo ad entrare in area di rigore e battere in diagonale l’incolpevole Baratta. Ventesimo centro stagionale per il capocannoniere del campionato che rimane a +1 su Santoni. La reazione Samagor è sterile e si esaurisce in un diagonale di poco fuori di Lucarini su invito di Ivan Sarra. Il Podgora gestisce le manovre a centrocampo e cerca di affondare il colpo. Ci provano Alessandroni (tiro parato da Baratta) e Lubirati, mentre proprio a qualche istante dal riposo, Cappelli, su cross di Ruta, incorna bene ma trova sulla propria strada l’opposizione della traversa.

ARMENI CHIUDE LA PRATICA – Nel secondo tempo il canovaccio non cambia. Armeni fa le prove al 5’, tiro alto sopra la traversa, ma affina la mira appena un minuto dopo, quando fredda Baratta con un sinistro al bacio che si insacca sotto l’incrocio dei pali.
Il resto è pura accademia. Al 13’ Alessandroni sfrutta un erroraccio in chiusura della difesa ospite e si presenta ancora solo davanti a Baratta, lo supera e poi appoggia in fondo alla rete il più comodo dei gol. Sul 3-0 la Samagor, pur volenterosa, alza bandiera bianca, mentre il Podgora non affonda il colpo e rilancia la sfida per il secondo posto.

Gianpiero Terenzi

IL TABELLINO

PODGORA – SA.MA.GOR. 3-0
Podgora: Pietrucci, Salaro, Ruta, Martellacci (35’st Muneretto), Policriti, Pagliuca, Lubirati, Casaburi, Cappelli (28’st Caminati), Armeni (23’st Barbierato), Alessandroni. A disp.: Cacciotti, Martorelli. All.: Sanavia
Sa.Ma.Gor.: Baratta, Mauriello, Di Marcantonio, Gencarelli, Prosseda, Sarra (1’st Maiozzi), Sperduti (35’st Ghirotto), Favero, Lucarini (45’st Ciaramella), Lecce, De Chiara. A disp.: Vespa, Sances. All.: Ciaramella
Arbitro: Giuliani di Roma 2
Marcatori: 2’pt Cappelli, 6’st Armeni, 13’st Alessandroni
Note – Ammoniti: Sperduti

Lascia un commento