Aprilia a valanga, Fondi ancora ko

Il Fondi perde in maniera roboante in casa del Cynthia ma, ancora una volta, è una sconfitta che non fa male, almeno sul piano della classifica, vista la concomitante sconfitta del Pomezia. Certo, Stefano Liquidato qualche riflessione adesso dovrà farla. Mai il Fondi aveva perso due partite di fila e soprattutto mai aveva perso in 

Leggi tutto

Il Fondi perde in maniera roboante in casa del Cynthia ma, ancora una volta, è una sconfitta che non fa male, almeno sul piano della classifica, vista la concomitante sconfitta del Pomezia. Certo, Stefano Liquidato qualche riflessione adesso dovrà farla. Mai il Fondi aveva perso due partite di fila e soprattutto mai aveva perso in maniera così larga. Anche stavolta i rossoblu sono caduti in piedi, ma rischiano di accusare ugualmente il colpo. E’ già terzo match point che la formazione pontina dilapida in maniera abbastanza clamorosa. Forse in questo senso si deve intendere la decisione della società di entrare in silenzio stampa. C’è bisogno assoluto di ricompattare l’ambiente prima della sfida contro il Pomezia che, a questo punto, diventa assolutamente decisiva. Il Fondi si presenta a Genzano privo degli squalificati Festa e di Vicedomini, oltre che del suo allenatore. Mister Liquidato conferma in attacco Improta, nonostante qualche prestazione opaca, affiancandolo a Di Maio e a Tufano. In difesa viene concesso un turno di riposo a Pannozzo, diffidato e quindi a rischio per il big match di domenica prossima, e al suo posto viene rispolverato capitan Dionisio. Il Cynthia, invece, è praticamente in formazione tipo con l’unica assenza del suo centravanti Orlandi. Fin dalle prime battute, la formazione di casa dimostra di volere assolutamente i tre punti per tirarsi fuori da una situazione di classifica decisamente non rosea. Il Fondi parte un po’ contratto, sorpreso forse dall’aggressività della squadra genzanese, eppure riesce ugualmente a produrre occasioni importanti come quella incredibilmente fallita da Di Maio. Dopo il vantaggio del Cynthia, Liquidato dalla tribuna ha deciso di inserire anche Branicki e Venerelli, senza però riuscire a trovare la via del gol. Proprio prima del raddoppio dei biancazzurri, il Fondi aveva sbagliato una clamorosa occasione proprio con Venerelli. Insomma, un periodo storto per i rossoblu, che sembrano essere fuori condizione più mentalmente che fisicamente. Mister Liquidato ha una settimana per rimettere in sesto i suoi.

FORTINO QUINTO RICCI  – AL «Quinto Ricci» non si passa. Sergio Pirozzi non ha pietà nemmeno del Rieti, squadra che lo ha lanciato nel gotha degli allenatori di categoria, e con le sue Rondinelle affonda il colpo infliggendo una sonora sconfitta alla squadra di mister Polverini. Finisce 4-1 in un match dominato sin dall’inizio dai biancoazzurri che, dopo aver messo in cascina il risultato in appena 16’ di gioco, traghetta il match fino al triplice fischio giocando sul velluto. Che sia la domenica giusta per tornare a correre dopo lo sgambetto subito ingiustamente in casa del Latina, domenica scorsa, lo si capisce dopo appena 3’: Pedalino (il migliore in campo) fa un solco sulla destra, mette al centro per Turchetta che è bravissimo a girarsi su se stesso e depositare in fondo al sacco. Il gol dà il «la» al monologo Aprilia.
Il Rieti sbanda vistosamente: un lusso da non concedere alle Rondinelle viste ieri. Al 10’ è ancora Pedalino il grande protagonista. Da una sua discesa nasce il gol di Claudio Corsetti che, anticipando in spaccata il portiere ospite, mette in fondo al sacco il 2-0 ed il quindicesimo centro stagionale che lo proietta verso la vetta della classifica marcatori. Tra i reatini si fa buio pesto e le Rondinelle non hanno pietà. Al 16’ partita praticamente in cassaforte: corner (manco a dirlo) di Pedalino, grande stacco di capitan Daniele Prosia che anticipa tutti e di testa indirizza in rete. E si potrebbe andare al riposo con un risultato ancora più largo se Mennini, al 25’, non si superi per chiudere la porta in faccia allo stesso Prosia, liberatosi al tiro grazie ad un pasticciaccio difensivo degli ospiti. Poco prima del riposo arriva la tanto attesa reazione del Rieti che si fa vivo sotto la porta di Giudice con una punizione di Mancini.
Nella ripresa i reatini scendono in campo con un piglio diverso, aumentando subito la pressione e trovando il gol, puntualmente, al 17’. Cross dalla sinistra, Giudice smanaccia malamente nel tentativo di spazzare l’area di rigore regalando la palla a Monaco che, da due passi, non può sbagliare. Il team di mister Polverino ci crede e sfiora il gol della speranza ancora con Monaco, che però sbaglia in maniera incredibile da ottima posizione. L’Aprilia ringrazia e, dopo aver fallito un paio di ripartenze, cala il poker al 41’: assist di Bizzarri e diagonale di Prosia che firma la bella doppietta personale.

GAETA, UN PARI OPACO – IL Gaeta pareggia 0-0 a Boville Ernica e conserva il quinto posto in classifica. Al Montorli i tirrenici non hanno sfruttato la superiorità numerica: dal 33’ del primo tempo i ciociari sono stati costretti con l’uomo in meno per l’espulsione di Carlini. La gara è stata divertente e ben giocata da entrambe le formazioni: il pareggio sostanzialmente è giusto anche se i biancorossi hanno il rammarico per non aver saputo approfittare dell’uomo in più. Al 3’ la prima occasione del match è di marca pontina con Marzullo che sfiora la traversa su punizione. La risposta del Boville arriva all’11’ con Migliorelli che semina il panico sulla sinistra, ma la sua battuta a rete con il sinistro trovava la risposta tempestiva di Campirone. Al 25’ si vede di nuovo il Gaeta: Tarantino sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Mainardi, dopo aver ricevuto un pallone con il contagiri dall’ex Iozzi. Al 33’ il Boville resta in inferiorità numerica: Carlini esagera con le proteste e si becca il rosso diretto. L’episodio poteva cambiare il volto della gara ma la squadra di Cannone non è riuscita ad approfittare. I ciociari sono bravi a tenere bene il campo con Cardinali che sgomita sull’intero fronte offensivo e Fratini costretto agli straordinari per contenere gli esterni in maglia biancorossa. Proprio Cardinali, al 9’ del secondo tempo, prova a far male alla retroguardia del Gaeta ma l’attaccante del Boville perde l’attimo giusto davanti a Campirone. Al 16’ ancora il Boville prova a farsi vivo in area pontina con Campirone che abbranca in presa un calcio di punizione di Migliorelli, al 24’ è ancora il fantasista cassinate ad andare via sulla fascia ma nessuno degli attaccanti del Boville si presenta all’appuntamento con il cross.
Mister Cannone mischia la carte inserendo Di Pietro nel tentativo di dare più qualità e dinamismo a centrocampo ed il regista pontino si rende pericoloso appena qualche minuto dopo quando serve Amendola sull’out destro, ma la conclusione dell’esterno finisce tra le braccia di Mainardi. La replica ancora di marca pontina 4 minuti dopo, quando Marzullo prova la soluzione dal limite ma il suo tiro è troppo debole. Al 40’ ancora il Gaeta in avanti con Vitale che prova la soluzione dalla lunga distanza ma senza troppa fortuna. Al 42’ il Boville con Lucchese spara addosso a Campirone il pallone che poteva valere la vittoria. In pieno recupero, invece, è Gambino ad incornare bene, ma senza forza, un cross di Amendola che si spegne tra le braccia di Cuomo.

I TABELLINI

CYNTHIA – FONDI 3-0

CYNTHIA: Apruzzese , Tittozzi, Colella , Di Ventura, Seppani, Marongiu, Paglia (42’st Mastruzzi), Vartolo, Brizzi, Cassandra (45’st Marchetti) Spinetti. A disp.: Guerra, Marcelli, Errico, Carrato, Santopadre. All. Fratena
FONDI: Celli, Galasso (35’st Venerelli), Iovinella, Vaccaro, Dionisio, Iossa, Tufano (12’st Branicki), Ambruoso (17’st Violante), Formidabile , Improta, Di Maio. A disp.: Cannella, Di Ruocco, Stravato, Fiore. All. Liquidato (squalificato in panchina Tulino)
ARBITRO: Fiore di Barletta
ASSISTENTI: Di Guglielmo di Ariano Irpino e Sisti di Pesaro
MARCATORI: 12’st Spinelli (rig.), 43’ Mastruzzi, 44’ Cassandra.
NOTE: spettatori 150 circa, terreno in buone condizioni. Ammoniti per il Cynthia Brizzi, Paglia e Cassandra, per il Fondi Improta, Dionisio Recupero 1’pt e 3’st.

BOVILLE ERNICA-GAETA 0-0

Boville Ernica: Mainardi (37’ st Cuomo), Di Girolamo, Fratini, Frioni, Padovani, Palo, Carfora, Molinaro, Cardinali (24’ st Lucchese), Migliorelli (37’ st Cardazzi), Carlini. A disp.: Bracaglia, Renna, Civica, Piscitelli. All.: Perrotti
Gaeta: Campirone, Esposito, Colantuono, Vitale, Cioffi (20’ st Di Pietro), Speranza, Amendola, Iozzi, Gambino, Marzullo (43’ st Nmamani), Tarantino (7’ st Recchia). A disp.: De Filippis, Bertolo, Ezeadi, Costanzo. All.: Cannone
Arbitro: Opromolla di Salerno
Note – 33’ espulso Carlini (B)

RONDINELLE – RIETI 4-1

Rondinelle: Giudice, Bizzarri, Bianchi, Galluzzo, Chiarucci, Pedalino, Fratangeli (13’st Oliva), Pietrucci, Corsetti (18’st Piperissa), Turchetta (1’st Pelle), Prosia. A disp.: Marini, Eramo, Cherubini, Triola. All.: Pirozzi
Rieti: Mennini, Campobasso, Panitti, Sirignano, Nucci, Mancini, Dentamaro (13’st Cianetti), De Simone, Cimadomo (37’st Marchegiani), Rizzo (8’st Monaco), Papa. A disp.: Giorgi, Gianotta, Squitieri, Pezzotti. All.: Polverino
Arbitro: Lacalamita di Bari
MARCATORI: 3’pt Turchetta, 10’pt Corsetti, 16’ pt Prosia, 17’st Monaco, 41’ st Prosia
Note – Ammoniti: Piperissa, Sirignano, Nucci, Papa

Lascia un commento