Risorge il Gaeta, primo ko interno per il Fondi

TORNA al successo il Gaeta di mister Emanuele Cannone che dopo due sconfitte ed un pareggio nelle ultime tre gare di campionato ritrova il sorriso al «Riciniello» superando per 3-2 il Cynthia di Fabio Fratena. Tre punti d’oro per i biancorossi di Damiano Magliozzi che in classifica accorciano sulla seconda posizione in classifica occupata dal 

Leggi tutto

TORNA al successo il Gaeta di mister Emanuele Cannone che dopo due sconfitte ed un pareggio nelle ultime tre gare di campionato ritrova il sorriso al «Riciniello» superando per 3-2 il Cynthia di Fabio Fratena. Tre punti d’oro per i biancorossi di Damiano Magliozzi che in classifica accorciano sulla seconda posizione in classifica occupata dal Pomezia sconfitto 2-0 a Civitacastellana mantenendo sempre più aperto tutto il discorso playoff.
Torna quindi alla vittoria la squadra di Cannone che scende in campo senza Flavio Marzullo, lasciato inizialmente in panchina perchè non al meglio, con Iozzi a dar man forte al centrocampo. Partenza sprint per i padroni di casa che al 2’ sono subito pericolosi con Gambino che prova a sorprendere Apruzzese da lontanissimo senza però riuscirci. Stessa sorte per Di Pietro al 4’ ma è clamoroso il gol divorato al 7’ da Gambino che su assist di Di Pietro da un metro riesce nell’intento di sparare il pallone in curva nella disperazione dei tifosi di casa. Un inizio determinato quello del Gaeta che passa al 15’ grazie alla rete di capitan Di Pietro che in area arpiona il perfetto assist di Amendola e con il piatto destro batte Apruzzese. Gli ospiti latitano sotto porta e il primo tempo si chiude senza grossi sussulti.
Nella ripresa altra partenza fulminea dei tirrenici che al 3’ si portano sul 2-0 (Di Pietro) bravo ad insaccare dopo una mischia furibonda in area di rigore. Il Gaeta tira quindi i remi in barca e il Cynthia ne approfitta al 16’ con Brizzi che ribadisce in rete con un gran bel destro un errato disimpegno della retroguardia di casa (2-1). Si continua a giocare sul filo dell’equilibrio fino al 45’ quando si accende la stella di Flavio Marzullo, entrato al 20’ al posto di Iozzi, che lancia Amendola il quale salta due uomini e con il destro firma il 3-1. I biancorossi però rischiano fino alla fine contro un Cynthia bravo a non mollare mai la presa e che al 50’ trova la rete del definitivo 3-2 con Vartolo che sugli sviluppi di un calcio d’angolo con il sinistro batte De Filippis.

PRIMO KO INTERNO PER IL FONDI – Arrivare a raccontare la prima sconfitta interna del Fondi ad Aprile è un record. E se c’era un momento migliore per perdere, forse era proprio questo. Nel doppio scontro tra viterbesi e pontine, infatti, le seconde sono uscite entrambe sconfitte, tra l’altro con il medesimo risultato, lasciando così invariata la situazione in vetta. Peccato che l’imbattibilità casalinga sia caduta alla terzultima gara interna, quando il traguardo dello zero alla voce sconfitte in casa sembrava ormai alla portata. Il Fondi conserva comunque i cinque punti di vantaggio sull’inseguitrice Pomezia ma si trova a dover fare i conti con la perdita di una certezza che l’aveva sempre contraddistinto in questa stagione: la consapevolezza di un rendimento casalingo impeccabile che fino ad ora aveva sempre portato punti alla compagine di mister Liquidato. Proprio l’allenatore campano è parso il più amareggiato per la sconfitta. Parole pesanti quelle di mister Liquidato, che fino ad ora non si era mai abbandonato ad insinuazioni così plateali sull’operato dell’arbitro. La Viterbese, va detto, non ha rubato assolutamente nulla, anche se forse il meglio lo ha fatto vedere in parità numerica più che in 11 contro 10. Il Fondi non è riuscito ad imporre da subito il proprio gioco, cosa che solitamente fa tra le mura amiche, e l’espulsione di Festa a metà del primo tempo poteva tagliare definitivamente le gambe a Pannozzo e compagni. Invece il Fondi, dopo essere passato in svantaggio, è riuscito almeno a ristabilire la partità, cedendo alla Viterbese solo nel finale.

Marco Iannotta e Alessandra Stefanelli

I TABELLINI

GAETA – CYNTHIA 3-2
Gaeta: De Filippis, Costanzo (7’ st Recchia), Esposito, Vitale, Cioffi, Speranza, Iozzi (20’ st Marzullo), Di Pietro (48’ st Ezeadi), Gambino, Amendola, Colantuono. A disp.: Campironi, Bertolo, Nnamani, Di Pietro C.. All.: Emanuele Cannone.
Cynthia: Apruzzese, Tittozzi, Paglia, Vartolo, Seppani, Brizzi, Di Ventura (33’ st Marchetti), Carrato, Orlandi, Cassandra, Spinetti. A disp.: Guerra, Marzetti, Marongiu, Colella, Mastruzzi, Errico. All.: Fabio Fratena.
Arbitro: Manuel Silvestri di Avezzano. Assistenti: Fabrizio Berini e Giovanni Pompa Torriero di Lanciano.
Marcatori: 15’ e 3’ st Di Pietro (G), 16’ st Brizzi (C), 45’ st Amendola (G) e 50’ st Vartolo (C).
Note: Ammoniti Costanzo e Iozzi (G), Apruzzese e Orlandi (C).

FONDI – VITERBESE 1-2
Fondi: Celli, Galasso, Iovinella (40’st Vicedomini), Violante, Pannozzo, Iossa, Formidabile (40’st Tufano), Festa, Improta (25’st Branicki), Vaccaro, Di Maio. A disp. Belviso, Di Ruocco, Balzano, Dionisio. All. Liquidato
Viterbese: Liverani, Scoppetta, Conocchioli, Gattari, Ingiosi, Materazzo, Porcelli, Gay, Balestri (41’st Pulina), Sbaccanti, Proietti (16’st Marigliano). A disp. Savietto, Menna, La Montagna, Lustrissimi, Zanni. All. Puccica.
Arbitro: Stazi di Ciampino. Assistenti Maggiore di Albano e Pierangeli di Tivoli.
MARCATORI: 39’pt Gattari (V), 42’pt Formidabile (F), 38’st Gay (V).
Note: Ammonito Vaccaro. Espulsi Festa al 26’pt per somma di ammonizioni, Liquidato al 45’st per proteste, Scoppetta al 45’st per somma di ammonizioni.

Lascia un commento