Latina ko, si torna in A dilettanti

AB LATINA – BIALETTI SCAFATI    82-89 Parziali: 18-19/ 39-43/ 63-53 Ab Latina: Ferrero, Eldridge, Livera, Marcante, Cutolo, Bosak, Smith, Coronini, Cantagalli, Focseanu, D’Anolfo. All. Ciaboco Bialetti Scafati: Muurinen, Goss, Ruini, Busca, Apodaca, Ferrara, Filloy, fattori, Rush, Chiagic. All. Calvani Primo Quarto Errori e cose ben fatte: Latina-Scafati si dividono tutto quel che c’è da dividere 

Leggi tutto

AB LATINA – BIALETTI SCAFATI    82-89

Parziali: 18-19/ 39-43/ 63-53

Ab Latina: Ferrero, Eldridge, Livera, Marcante, Cutolo, Bosak, Smith, Coronini, Cantagalli, Focseanu, D’Anolfo. All. Ciaboco

Bialetti Scafati: Muurinen, Goss, Ruini, Busca, Apodaca, Ferrara, Filloy, fattori, Rush, Chiagic. All. Calvani

Primo Quarto

Errori e cose ben fatte: Latina-Scafati si dividono tutto quel che c’è da dividere in un equilibrio pressochè assoluto. Al 7′ il tabellone dice 10-10 per gli ospiti, non un match bello da vedere ma dall’importanza capitale per entrambi i quintetti. Scafati gioca sulle accelerazioni di Goss e Filloy più laa prepotente esperienza di Chiagic, per Latina i fattori sono Eldridge e un pimpante Smith (4 punti e 4 rimbalzi e tanta sostanza per l’ex Cantù). Il parziale termina 18-19, sono solo scintille in vista della battaglia vera.

Latina: Cutolo 5, Ferrero e Bosak 4; Scafati: Filloy 6, Chiagic e Apodaca 4

Secondo Quarto

Apodaca mette il turbo, un paio di giochi da tre punti del portoricano regala no a Scafati il massimo vantaggio (19-28). Latina ci mette del suo, difesa molle, poca presenza a rimbalzo e disagi continui sulle penetrazioni della ditta Apodaca-Goss. I primi 5′ sono un incubo per i nerazzurri, Ciaboco non riesce a trovare la ricetta per fermare l’onda Bialetti. Una tripla  e un bell’appoggio al tabellone di Bosak concedono un pò di ossigeno (28-36), poi Eldridge si butta dentro a caccia del canestro della disperazione, lo trova e Latina si ritrova ancora in partita a 2′ dalla sirena (32-36): parziale di 9-2, i nerazzurri non mollano. La seconda tripla di Bosak è l’urlo definitivo della rimonta: 39-43 e Latina-scafati è ancora tutta da scrivere.

Latina: Bosak 14, Eldridge 8; Scafati: Apodaca 11, Ruini 9

Terzo Quarto

La magia di Eldridge scalda il palazzetto: il play statunitense si butta dentro sfidando Chiagic e Muurinen. Risultato? Canestro e fallo, con libero prontamente realizzato (44-43). L’euforia è spenta però da un’ingenuità di bosak che si fa fischiare un fallo tecnico: Goss dalla lunetta fa 2/2, poi Chigic sbaglia un comodo piazzato. L’ex azzurro si rifà subito con 4 punti consecutivi con due ganci da sotto degni di un’altra epoca (50-49). Lo spessore di “Ghiaccio” non mette paura a Latina, capace di andare sul più 7 (57-50)  con un super Smith in doppia cifra (11 punti e 12 rimbalzi). Scafati non segna più, sono soltanto 10 i punti a referto nella terza frazione dalla squadra di Calvani (4 dalla lunetta). Il parziale dice 63-53: Latina si esalta ma dagli altri campi arrivano brutte notizie con i momnetanei successi di Pavia a Imola e Venezia in casa con Veroli,

Latina: Bosak 17, Eldridge 14; Scafati: Apodaca 11, Ruini e Chiagic 10

Ultimo Quarto

Ci sono ancora 10′ da giocare a Latina, ma per la banda Ciaboco la sentenza arriva da Venezia, dove la Reyer battendo Veroli è matematicamente irraggiungibile per i nerazzurri. termina così l’avventura di Latina in Legadue, dopo appena un anno di permanenza. La notizia è un macigno, al PalaBianchini è scafati a doversi giocare ancora i due punti per un obiettivo concreto. Il parziale della Bialetti è di 11-0, terribile quanto ingiusto per l’impegno fin qui profuso da Latina. Il match è a senso unico, Scafati chiude 89-82 senza problemi.

Jonathan Gavin

Lascia un commento