San Michele al fotofinish

Al fotofinish il San Michele ha piazzato il colpo del ko e ha mandato al tappeto il Sermoneta. Tra le mura amiche di un «Comunale» gremito come nelle grandi occasioni, l’undici di Alberto Ziroli si è imposto di misura sulla formazione allenata da Marco Campagna al termine di una gara rimasta in bilico fino al 

Leggi tutto

palluzzi-smich-gnessi-sermAl fotofinish il San Michele ha piazzato il colpo del ko e ha mandato al tappeto il Sermoneta. Tra le mura amiche di un «Comunale» gremito come nelle grandi occasioni, l’undici di Alberto Ziroli si è imposto di misura sulla formazione allenata da Marco Campagna al termine di una gara rimasta in bilico fino al novantesimo e decisa da una rete di Alessandro Ghirotto al primo minuto di recupero. Ora, i borghigiani sono rimasti da soli al terzo posto della classifica e domenica sono attesi da un’altro scontro diretto in casa del Borgo Podgora 1950. Per i lepini, invece, quella di ieri è stata una sconfitta piuttosto pesante nell’economia del campionato: a Sermoneta, c’è da giurarci, nessuno mollerà la presa, ma adesso De Simone e soci sono scivolati in quinta posizione a meno otto (ma con una gara in meno) dal SS.Pietro e Paolo che domenica sarà di scena proprio al «Caetani».

todi-serm-de-angelis-smichSUBITO SAN MICHELE – Pronti via e gli ospiti hanno subito assunto il pallino del gioco, ma sono stati i padroni di casa a creare la prima occasione da gol dell’incontro: al 10′ De Angelis ha verticalizzato per La Penna, il quale ha disorientato De Simone con una perfetta finta di corpo, è entrato in area di rigore e ha piazzato il pallone sul primo palo, ma ha trovato la pronta risposta di Perna, che nel corso del match è stato autore di una serie di interventi di altissimo livello. La risposta del Sermoneta, tuttavia, non si è fatta attendere più di tanto. Sessanta secondi più tardi, infatti, De Simone è saltato più in alto di tutti su una calcio piazzato di Cocco dalla fascia sinistra, ma il suo colpo di testa, pur scavalcando Pepe e regalando agli spettatori assiepati sugli spalti l’illusione del gol, è terminato alto sopra la traversa. Nella successiva mezzora non successo altro e l’equilibrio l’ha fatta davvero da padrone: le due squadre era racchiuse nell’arco di trenta metri intorno alla linea mediana ed entrambe le difese hanno sempre avuto la meglio sugli attacchi avversari. A tre minuti dall’intervallo Pinti, autore di una prova ben al di sotto della sufficienza, si è prodotto nell’unico assolo della sua gara: il capitano gialloverde si è involato sull’out di sinistra, ha saltato due uomini e ha crossato a centro area per Palluzzi, che però nel tentativo di colpire di testa ha commesso fallo su Pepe. La ripresa si è aperta con la clamorosa occasione da Bologna al 55′: Palluzzi si è defilato sulla destra e dopo aver avuto la meglio nell’uno contro con Notari ha servito il compagno, che però, sebbene completamente solo, ha calciato altissimo dall’altezza del dischetto del calcio di rigore.

cocco-espulso-sermROSSO A COCCO – Due minuti più tardi il Sermoneta è rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Cocco, mandato anzitempo negli spogliatoi dal signor Saccoccio per una frase di troppo. Da quel momento in poi, il canovaccio della partita è completamente cambiato: il San Michele ha progressivamente alzato il baricentro della manovra per cercare di capitalizzare la superiorità numerica, mentre il Sermoneta, di rimando, si è rintanato nella propria metà campo nel tentativo di limitare i contenere l’offensiva avversaria, salvo poi ripartire in contropiede. Al 69′ De Angelis ha avuto sul destro il pallone dell’1-0, ma il suo tiro dal limite dopo la sponda area di Palluzzi è stato respinto con un ottimo riflesso da Perna. Dopo un minuto i due tecnici hanno deciso di apportare qualche cambiamento: Campagna ha inserito Cappelletti per Todi e un attaccante di peso come Bovolenta per permettere alla squadra di alleggerire la pressione e tenere il pallone il più lontano possibile dall’area di rigore, mentre Ziroli ha provato il tutto per tutto gettando nella mischia Ghirotto al posto di uno spento Bologna. E la mossa si è senz’altro rivelata azzeccata. Nell’ultimo quarto d’ora di gioco i padroni di casa hanno prodotto il massimo sforzo. Al 78′ Palluzzi, spostato sulla corsia di destra dopo l’ingresso di Ghirotto, ha lasciato partire un perfetto traversone per La Penna, il cui colpo di testa però è stato troppo centrale per impensierire l’attentissimo Perna. Un minuto più tardi lo stesso Perna si è esaltato su un calcio di punizione di De Angelis diretto sotto l’incrocio dei pali alla sua sinistra.

ghirotto-smicheleGHIROTTO GOL, IL SAN MICHELE VOLA – Quando la gara sembrava destinata a concludersi in parità, sessanta secondi dopo il novantesimo, Ghirotto ha trovato il guizzo vincente: imbeccato da un preciso pallone in verticale di Pinti, l’attaccante si è involtato verso l’area avversaria e una volta entrato in area di rigore non ha lasciato scampo a Perna con un preciso diagonale sul palo più lontano, dando il via alla comprensibile festa del San Michele.
Simone D’Arpino

IL TABELLINO

SAN MICHELE – SERMONETA CALCIO 1-0
San Michele: Pepe, Ricchiuti, Chiodi (14’st Gigli), De Bonis, Silvaggi, Petrussa, Pinti, Bologna (25’st Ghirotto), Palluzzi, De Angelis, La Penna. A disp.: Compagnoni, Ciampini, Pozzobon, Di Marco, Pescuma. All.: Ziroli.
Sermoneta Calcio: Perna, Zanella, Notari, De Simone, Gnessi, Bozza, Tammaro, Todi (25’st Cappelletti), Aquilani (25’st Bovolenta), Cocco, Tittoni (11’st Noce). A disp.: Santone, Cargnelutti, Fiaschetti, Bego. All.: Campagna.
Arbitro: Saccoccio di Formia.
Marcatori: 46’st Ghirotto.
Note: espulso Cocco al 12’st per proteste; ammoniti: Petrussa (S), Zanella (S), Notari (S), Bovolenta (S).

Lascia un commento