Borgo Grappa-Cisterna a reti inviolate

Il Borgo Grappa mette paura all’Atletico Cisterna grazie ad un primo tempo molto guardingo ed una ripresa molto più propositiva. Lo 0-0 alla fine non accontenta nessuno visto che il Cisterna era venuto al Morgagni per la vittoria mentre il Grappa ha comunque rischiato il colpaccio nella rirpesa senza riuscirci. Una partita maschia che forse 

Leggi tutto

magnan-orbisagliaIl Borgo Grappa mette paura all’Atletico Cisterna grazie ad un primo tempo molto guardingo ed una ripresa molto più propositiva. Lo 0-0 alla fine non accontenta nessuno visto che il Cisterna era venuto al Morgagni per la vittoria mentre il Grappa ha comunque rischiato il colpaccio nella rirpesa senza riuscirci. Una partita maschia che forse è un pò degenerata nel post partita ma che, dentro il rettangolo di gioco, non aveva portato troppi litigi o incomprensioni. La squadra di De Paris decide di pensare subito a come bloccare l’uragano Giacobone e poi pensare a come arrivare dalle parti di Sciacqua. I biancoblù invece arrivano al Morgagni troppo nervosi ed imprecisi, forse frettolosi nello sbloccare il risultato e tutto questo comporta un primo tempo molto noioso e poco interessante. Di pericoloso c’è davvero poco, giusto una mischia in area del Cisterna dopo 5 minuti ed un tiro di Mirko Orbisaglia bloccato da Alterio dieci minuti più tardi. Il Grappa è solo in una botta da fuori di Deserti che finisce alta.

grappa-cisternaRIPRESA PIU’ VIVACE – Se il primo tempo è stato avaro di emozioni la ripresa sicuramente ha da raccontare qualcosa in più. Prima della punizione alta di Rosati infatti c’è il doppio giallo per Mostaccio che ingenuamente lascia in dieci la sua squadra dopo molte proteste. I padroni di casa però reagiscono bene all’inferiorità numerica con De Paris che decide di mandare in campo la fantasia di Francescato e la velocità di Lizzio. Il 4-2-1-1 arancioblù porta subito bene. Al 14′ Francescato appena entrato trova, su punizione, Gatto libero in area ma il colpo di testa finisce alto. Venti minuti per riprendere gli equilibri e cominciano le praterie per Patrizio Lizzio. L’Atletico Cisterna prosegue nella sua gara frettolosa confenzionando pochi palloni giocabili per Ugo Giacobone. Il Grappa così ne può approfittare per le veloci ripartenze con lanci diretti a Lizzio. Dopo qualche falcata a vuoto il neoentrato del Borgo Grappa sfiora il palo al 36′ a conclusione di una bella azione personale. Più tardi è il turno di Francescato su punizione mentre al 41′ è ancora Lizzio e non tirare a pochi passi dalla porta favorendo l’uscita di Sciacqua. Il Grappa chiude decisamente in attacco ma conferma gli evidenti limiti di realizzazione dato che nè Francescato nè Lizzio sembrano avere il guizzo vincente sottoporta. Anche l’arbitro ha avuto il suo da fare dato che al 31′ forse non ha visto una cintura su Lizzio nell’area di Cisterna e qualche minuto dopo ha fatto lo stesso nell’area di rigore del Borgo Grappa. Nel finale invece fischia due fuorigiochi sempre con Lizzio in contropiede che serviva i suoi compagni.

rosati-e-limatoladel-prete-di-testagatto-di-testa

Stefano Scala

IL TABELLINO

BORGO GRAPPA: Alterio, F.Magnan (14’st Francescato), Mostaccio, D.Magnan, De Martin (23’st Pattaro), Limatola, Delle Fontane, Deserti, Dal Col, Iacobelli (20’st Lizzio), Gatto. A disp. Stevanella, De Paris, G.Verrengia, Pacini. All. De Paris
ATLETICO CISTERNA: Sciacqua, S.Giacobone, Mezzoprete, Campagnuoli, Di Bianco, Del Prete, Saba (24’st Spela), B.Orbisaglia, U.Giacobone, M.Orbisaglia, Rosati. A disp. Miki Orbisaglia, La Montagna, Capogna, Pizzoli, Antonetti, Salvini.All. Orbisaglia
NOTE – ammoniti: Mostaccio, Dal Col, Gatto, S.Giacobone, Mezzoprete, Campagnuolo, B.Orbisaglia, Rosati. Espulso: 8’st Mostaccio

Lascia un commento