Il San Michele continua la sua corsa

IL San Michele ha concesso il tris. Dopo aver battuto Vis Terracina e SS.Pietro e Paolo, l’undici di Alberto Ziroli ha centrato il terzo sigillo consecutivo, imponendosi per 2-0 in casa della Sa.Ma.Gor. al termine di una partita gestita dal primo all’ultimo minuto col piglio e la maturità tipiche delle grandi squadre. E’ proprio da 

Leggi tutto

esultanza-san-michele-dopo-1-01IL San Michele ha concesso il tris. Dopo aver battuto Vis Terracina e SS.Pietro e Paolo, l’undici di Alberto Ziroli ha centrato il terzo sigillo consecutivo, imponendosi per 2-0 in casa della Sa.Ma.Gor. al termine di una partita gestita dal primo all’ultimo minuto col piglio e la maturità tipiche delle grandi squadre. E’ proprio da questo punto di vista che il San Michele ha fatto registrare i progressi maggiori in queste ultime settimane: all’«Ivano Ceccarelli», infatti, i gialloverdi non hanno ripetuto le splendide prove offerte nelle ultime due uscite, ma hanno dato l’impressione di essere finalmente (e pienamente) coscienti della propria forza, amministrando la gara con intelligenza, padronanza, sicurezza e calma che invece erano state assenti ingiustificate nelle due sconfitte rimediate contro Monte San Biagio e Atletico Bainsizza. Insomma, dopo aver dilapidato sei punti fondamentali nell’economia del campionato e che dalle parti di Borgo San Michele rimpiangeranno a lungo, come si dice in questi casi, Pinti e soci sono davvero maturati: la squadra nervosa e quasi vittima della sua stessa frenesia battuta sul neutro di Borgo Piave dall’undici di Colucci, ora ha lasciato il posto ad una formazione che sa leggere l’andamento della sfida, aspettare con pazienza il momento giusto per affondare il colpo e consapevole che per portare a casa i tre punti non deve mai abbassare la guardia una volta trovato il vantaggio, ma continuare ad attaccare per chiudere i giochi.Dal canto suo la Sa.Ma.Gor. ha fatto quello che ha potuto contro un avversario di fascia superiore: nei primi venticinque minuti di gioco i ragazzi di Gennaro Ciaramella hanno tenuto testa agli avversari aggredendo i portatori di palla avversari e arginando il tridente degli avversari, ma non sono mai riusciti a creare pericoli dalle parti di Pepe.

prosseda-in-contrasto-con-palluzziAVVIO LENTO – Nella prima metà del primo tempo, infatti, l’unico guizzo è stato un tiro dai diciotto metri di Palluzzi che Baratta ha letteralmente tolto dall’incrocio dei pali. Da quel momento in poi il San Michele ha alzato il ritmo ed è passato in vantaggio al 29’ con un calcio di punizione di Bologna da oltre venti metri: il numero undici gialloverde ha scavalcato la barriera trovando l’angolo basso alla sinistra del numero uno gialloblu. Quattro minuti più tardi Palluzzi ha sfiorato il raddoppio con una girata sotto porta sugli sviluppi di un corner, ma il pallone ha scheggiato la traversa e si è spento sul fondo. Al 36’ Pinti ha nuovamente spaventato Baratta con un diagonale dal vertice destro dell’area di rigore, terminato di poco fuori. A sessanta secondi dall’intervallo il San Michele ha piazzato il colpo del ko. La Sa.Ma.Gor. si è fatta sorprendere da un cambio di gioco da destra a sinistra di La Penna per Pinti: il capitano borghigiano ha controllato il pallone sulla trequarti, si è involato verso l’area avversaria e dopo aver eluso il diretto marcatore e lo stesso Baratta ha depositato il pallone in fondo al sacco.

la-penna1In apertura di ripresa, Pinti ha pescato La Penna sul secondo palo, ma l’attaccante è stato anticipato al momento del colpo di testa da Vespa, che ha deviato il pallone sul palo. Al 60’ si è fatta vedere la Sa.Ma.Gor. con una punizione dai venticinque metri di Del Prete, respinta in angolo da Pepe. Dopo quattro minuiti, Petrussa ha prolungato un rinvio di Pepe per Pinti, il quale, giunto ai sedici metri, ha servito La Penna, ma il suo tiro di prima è stato respinto da Baratta con un ottimo colpo di reni. Al 71’, Sperduti ha deviato sulla traversa una punizione forte e tesa di Ulgiati dal vertice sinistro dell’area di rigore. Negli ultimi dieci minuti, i ragazzi di Ciaramella hanno costruito altre due occasioni con Sperduti (tiro dal limite) e Di Chiara (colpo di testa da distanza ravvicinata), ma in entrambe le circostanze Pepe si è fatto trovare pronto, blindando un successo tanto meritato quanto prezioso.

Simone D’Arpino

baratta-non-arriva-sulla-palla

IL TABELLINO

SA.MA.GOR. – SAN MICHELE 0-2
Sa.Ma.Gor.: Baratta, Vespa (38’st Di Marcantonio), Del Prete, Gencarelli, Prosseda, Sances, Ulgiati (42’st Lucarini), Mauriello, Sarra (2’st Sperduti), Lecce, De Chiara. A disp.: Ghirotto, Ciaramella, Magliozzi. All.: Ciaramella.
San Michele: Pepe, Ricchiuti, Chiodi, De Bonis, Silvaggi, Petrussa, Pinti, Di Marco (24’st Pozzobon), Palluzzi (14’st Pescuma), La Penna (31’st Ghirotto), Bologna. A disp.: Compagnoni, Ciampini. All.: Ziroli.
Arbitro: Carta di Formia.
Marcatori: 29’pt Bologna, 44’pt Pinti.
Note – ammoniti: De Chiara (S), La Penna (SM).

Lascia un commento