Aprilia vola, Fondi allunga e Gaeta molla

Il nono risultato utile consecutivo delle Rondinelle Latina, ormai, non fa più notizia. La squadra di mister Sergio Pirozzi miete vittime con apparente nonchalance, e che si chiamino Cynthia, Castelsardo o Flaminia Civita Castella non fa alcuna differenza. I viterbesi, che precipitano in un sol colpo dal secondo al quarto posto, vengono battuti con merito 

Leggi tutto

esultanza-corsetti-1-0Il nono risultato utile consecutivo delle Rondinelle Latina, ormai, non fa più notizia. La squadra di mister Sergio Pirozzi miete vittime con apparente nonchalance, e che si chiamino Cynthia, Castelsardo o Flaminia Civita Castella non fa alcuna differenza. I viterbesi, che precipitano in un sol colpo dal secondo al quarto posto, vengono battuti con merito per 2-1. Nonostante un buon inizio, la formazione di Farris deve scontrarsi con la classe di Claudio Corsetti. L’ala sinistra di Velletri fa le prove al 18’, rubando palla a centrocampo e costringendo Petricca al fallo da ammonizione. Sulla punizione seguente, Turchetta spara di poco alto, per quella che rappresenta la prima occasione di un match che si accende all’improvviso. Meglio il Flaminia, che manovra bene senza dare riferimenti ai biancoazzurri che rischiano su due colpi di testa di bomber La Cava, sventati da Giudice. L’Aprilia controlla e riparte in contropiede. Al 32’ Prosia riceve da Turchetta, si gira e spara da 30 metri: palla che sibila sopra l’incrocio dei pali di Assogna. E’ il preludio all’eurogol di Corsetti che, al 35’, ruba palla e si invola seminando avversari fino a giungere ai trenta metri per poi lasciar partire un missile imprendibile per Assogna che gonfia la rete dopo aver incocciato l’incrocio dei pali. Applausi a scena aperta per un Aprilia che va a riposo in vantaggio, grazie anche ad un Giudice prodigioso che al 37’ evita il peggio con un doppio intervento sui tiri ravvicinati di Travaglione e Lazzarini. L’Aprilia ha dalla sua parte l’inerzia del match e nella ripresa spinge ancora. All’11’ tiro di Turchetta che sfiora l’incrocio dei pali. E poco dopo arriva il gol del raddoppio. esultanza-aprilia-2-0Punizione di Iacoboni pennellata su cui Assogna si supera. Respinta del portiere su cui si avventa come un falco Corsetti: destro volante e 2-0 servito. Buona la reazione degli ospiti che accorciano con Lunghi (colpo di testa su gran lancio di Travaglione) e poi sfiorano più volte il pareggio, con Giudice che devia sulla traversa un pallonetto di Capolei e, all’ultimo istante, un colpo di testa di La Cava a due passi dalla linea di porta che termina incredibilmente sopra la trasversale della porta difesa da Giudice.

pannozzo-golFONDI SOFFRE E ALLUNGA – La formazione rossoblu soffre ma riesce a tornare a Fondi con tre punti importantissimi. Reduce dall’incoraggiante pareggio a Sanluri, il Fondi si impone anche sul pessimo campo del Morolo e ritrova così una vittoria in trasferta che mancava dal 24 gennaio (Castelsardo – Fondi 0-2). Complici anche i risultati favorevoli delle inseguitici, i rossoblu di Stefano Liquidato volano così a più 7 sulle seconde, che adesso sono Pomezia e Sanluri, e mettono così una seria ipoteca sul primato in classifica. Pochi cambi rispetto alla gara infrasettimanale a Sanluri: Formidabile viene schierato a centrocampo per far rifiatare Ambruoso, mentre Balzano sostituisce lo squalificato Di Maio. La gara non è stata però in discesa per la formazione pontina, che incontrava una squadra in una posizione difficile e poco propensa a regalare punti. Ma la squadra di Liquidato ha imparato a soffrire ed è rimasta aggrappata al rigore trasformato da Improta con le unghie e con i denti. Il Morolo non ci stava a perdere ed ha provato fino alla fine ad agguantare almeno il pareggio, senza però riuscirci. Una vittoria importantissima dunque, che permette al Fondi di continuare ad osservare la classifica dall’alto.

1marzullo-pallonettoGAETA ANCORA AL TAPPETO – Netto passo indietro per il Gaeta di mister Emanuele Cannone che esce sconfitto 1-0 dal big match della ventiquattresima giornata del campionato di serie D in casa del Pomezia allenato da mister Carlo Lanza. Una battuta d’arresto che arriva dopo una buona striscia di risultati utili consecutivi e dopo la roboante vittoria per 3-0 sul Morolo della scorsa settimana che aveva consentito al club di Damiano Magliozzi di salire al terzo posto in classifica. E’ cambiato qualcosina in questa settimana visto che con questo 1-0 i biancorossi scivolano al quinto posto a quota 43 ormai fuori dalla corsa al primo posto ma a sole tre lunghezze dalla seconda posizione occupata proprio dal Pomezia. Insomma nulla è ancora compromesso della stagione gaetana ma bisognerà certamente tornare alla vittoria già domenica prossima in casa contro le Rondinelle Latina. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato tra pometini e tirrenici, la ripresa si apre con l’episodio che di fatto decide l’incontro. Al 15′ perde palla il centrocampo gaetano, Marano lancia Macciocca che riesce a liberarsi di Speranza poi salta De Filippis che però lo stende e per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore ed espulsione per il giovane portiere gaetano. Mister Cannone sceglie allora di sostituire un terzino, Costanzo, per Campironi che è di natura un para rigori ma questa volta non può nulla sul tiro di Macciocca che sigla il gol del definitivo 1-0. Per forza di cose il tecnico del Gaeta è costretto anche a sacrificare un senior per inserire un under per la solita e assurda regola che vige dall’inizio dell’anno e quindi Vitale lascia il posto a Recchia. Come se non bastasse negli spogliatoi a metà tempo era rimasto anche Flavio Marzullo per una botta ricevuta alla coscia e il Gaeta del secondo tempo non è sembrato tanto in palla da poter ribaltare il risultato o quantomeno raggiungere il pari. 1-0_di_pietro1Nonostante le tante difficoltà, capitan Di Pietro e compagni hanno creato in tutto due palle gol, una con Amendola che non è riuscito a ribattere in rete una corta respinta della difesa locale, e l’altra con bomber Gambino che dopo essersi liberato in maniera esemplare del suo diretto avversario, non ha inquadrato lo specchio della porta da buonissima posizione.
Come detto, è certamente una battuta d’arresto che deve far pensare e che riporta i giocatori di mister Cannone con i piedi per terra in questa settimana. Servirà lavorare sodo per arrivare in gran forma all’appuntamento decisivo della prossima settimana cercando di recuperare le forze e gli acciacchi, uno su tutti, Flavio Marzullo.

Stefanelli, Iannotta e Terenzi

I TABELLINI

MOROLO – FONDI 0-1

Morolo: Catracchia, De Angelis (1’st Ambrifi), Buonanno, Lolli (25’st Fasani), Baylon, Migliozzi,Provaroni, Capuano, Pistolesi (30’st Empoli), Hasa, Felici. A disp. Catracchi, Pralini, Trossi, Fasani, Empoli, Ambrifi, Ferretti. All. Castiello.
Fondi: Celli, Esposito, Galasso (20’st Iovinella), Violante, Pannozzo, Iossa, Festa, Formidabile (25’st Branicki), Improta (40’st Dionisio), Vaccaro, Balzano. A disp. Belviso, Iovinella, Di Ruocco, Ambruoso, Tufano, Dionisio, Branicki. All. Liquidato.
Arbitro: Pollaci di Palermo
MARCATORI: 9’pt Improta (rig.)
Note: Ammoniti Formidabile, Branicki, Vaccaro (F), Migliozzi (M). Espulso Buonanno per proteste (45’st).

RONDINELLE LATINA – FLAMINIA 2-1
Rondinelle: Giudice, Oliva (28’st Fratangeli), Chiarucci, Eramo, Galluzzo, Iacoponi, Triola, Pietrucci, Prosia (14’st Piperissa), Turchetta (28’st Bizzarri), Corsetti. A disp.: Marini, Pelle, Della Santa. All.: Pirozzi
Flaminia: Assogna, Morini (35’st Berardi), Pagano, Travaglione, Scardala, Petricca, Lunghi, Lazzarini, La Cava, Gentili (13’st Meloni), Sinisi (19’st Capolei). A disp.: Radio, Anselmi, Pota, Palmigiani. All.: Farris
Arbitro: Petroni di Roma 1
Marcatori: 35’e 17’st Corsetti, 24’st Lunghi
Note – Ammoniti: Petricca, Travaglione, Pietrucci, Scardala

POMEZIA – GAETA 1-0

Pomezia: Depperu, Martorelli,Colantoni, Cesari, Conson, Chianelli, Campione, Meacci, Macciocca (27′ st Novembrino), Fatati (16′ st Mastromattei), Marano (27′ st Soudant). A disp.: Fiumanò, Spinosa, Pieri, Costantini. All.: Carlo Lanza.
Gaeta: De Filippis, Costanzo (15′ st Campironi), Esposito, Vitale (15′ st Recchia), Cioffi, Speranza, Amendola, Di Pietro, Gambino, Marzullo (1′ st Iozzi), Colantuono. A disp.: Bertolo, Ezeadi, Nnamani, Brutti. All.: Emanuele Cannone.
Arbitro: Caso di Verona. Assistenti: Di Ciaio di Pisa e Pedani di Empoli.
Marcatore: 15′ st rig. Macciocca.
Note: Ammoniti Colantoni, Campione, Meacci e Fatati (P), Esposito e Cioffi (G). Al 15′ st espulso De Filippis per atterramento in area di rigore di Macciocca.

Lascia un commento