Fondi, pari e fuga in Sardegna

Liquidato lo aveva ribadito più volte alla vigilia: “Se riusciamo a non perdere a Sanluri, il grosso del lavoro sarà fatto”. E infatti chiunque in casa rossoblu, prima di questa partita, avrebbe firmato per rientrare dalla Sardegna con un punto. Ma dopo la partita di ieri il pari al Fondi sta anche stretto. Certo, il 

Leggi tutto

mister-liquidato-fondi-foto-biniero-036Liquidato lo aveva ribadito più volte alla vigilia: “Se riusciamo a non perdere a Sanluri, il grosso del lavoro sarà fatto”. E infatti chiunque in casa rossoblu, prima di questa partita, avrebbe firmato per rientrare dalla Sardegna con un punto. Ma dopo la partita di ieri il pari al Fondi sta anche stretto. Certo, il pareggio permette alla formazione di mister Liquidato di portarsi a più 5 sulla diretta inseguitrice Flaminia Civitacastellana e addirittura più 7 sul trio Gaeta, Pomezia e Sanluri e rappresenta quindi una seria ipoteca sul primato del girone. Però resta certamente un po’ di rammarico per non essere riusciti a portare a casa l’intero bottino. I rossoblu sono infatti passati in vantaggio con una rete del solito Improta, ormai titolare inamovibile a scapito di Branicki (anche oggi in campo per poco più di 5 minuti nel finale), e si sono resi protagonisti di una gara attenta in entrambe le fasi di gioco. Il pareggio del Sanluri è venuto fuori da un calcio di punizione e questo la dice lunga su come il Fondi sia riuscito ad ingabbiare la manovra della formazione sarda. Mister Liquidato, con la stessa sincerità con cui aveva ammesso che contro il Rieti la sua squadra si era resa protagonista di un primo tempo per nulla positivo, afferma di non disdegnare il pareggio ma si mostra anche visibilmente rammaricato per una vittoria che avrebbe avuto il sapore dell’impresa: “Abbiamo disputato una grande gara, dispiace venir via con un solo punto. Il risultato mi rammarica ma al tempo stesso sono felice che la mia squadra abbia acquisito la mentalità della grande squadra, pressando e imponendo il proprio ritmo fin dall’avvio di gara. Abbiamo certamente messo una seria ipoteca sul primato nel girone”. Mister Liquidato non dimentica, ancora una volta, di elogiare i tifosi presenti in terra sarda e il gruppo di giocatori di cui ormai si sente pienamente parte: “Per loro sono come un padre, l’allenatore viene dopo. I miei meriti sono solo al 30%, in campo vanno i giocatori. Forse io commetto meno errori perché mi sento apprezzato e stimato dalla società e dall’ambiente. Fondi mi ha adottato. Il Morolo? Deve salvarsi, non regalerà nulla”.

Alessandra Stefanelli

IL TABELLINO
Sanluri: Carnevali, Del Rio, De Santis, Cammarosano, Piras, Omega, Sorrentino (22’st Rossini), Sola, Perri (1’st Borrozzi, 13’st Fanni), Angeleddu, Del Grande. A disp. Domenichelli, Leone, Giacalone, De Witt. All. Petrone
Fondi: Celli, Esposito, Galasso, Violante, Pannozzo, Iossa, Festa (40’st Dionisio), Ambruoso (12’st Formidabile), Improta (41’st Branicki), Vaccaro, Di Maio. A disp. Belviso, Di Ruocco, Iovinella, Balzano. All. Liquidato.
Arbitro: Castrignanò di Brindisi
Marcatori: 43’pt Improta, 26’st Angeleddu.
Note: Ammoniti: Festa, Vaccaro Galasso (F), Sola (S). Espulso Di Maio (27’st) per gioco falloso. Al 43’st Cammarosano lascia il campo per infortunio con il Sanluri che aveva esaurito i cambi.

Lascia un commento