Latina, vittoria di cuore

AB LATINA – CARMATIC PISTOIA    77-72 Parziali: 18-13; 43-28; 59-50 Ab Latina: Focseanu, Eldridge 31, Livera 2, Coronini 3, Cantagalli, Marcante 3, Ferrero 6, Cutolo 16, Bosak 9, Smith 6, D’Anolfo 1. All. Ciaboco Carmatic Pistoia: Berti, Casini, Fucka 8, Toppo 8, Saccaggi, Basile, Skinn 17, Infanti 12, Ringstrom 6, Slay 15, Canavesi 6. All. 

Leggi tutto

eldrigeAB LATINA – CARMATIC PISTOIA    77-72

Parziali: 18-13; 43-28; 59-50

Ab Latina: Focseanu, Eldridge 31, Livera 2, Coronini 3, Cantagalli, Marcante 3, Ferrero 6, Cutolo 16, Bosak 9, Smith 6, D’Anolfo 1. All. Ciaboco

Carmatic Pistoia: Berti, Casini, Fucka 8, Toppo 8, Saccaggi, Basile, Skinn 17, Infanti 12, Ringstrom 6, Slay 15, Canavesi 6. All. Moretti

PREWIEW

Per Latina torna disponibile Smith, Carmatic con Slay e Canavesi. scarsa affluenza di pubblico nonostante la riduzione dei prezzi d’ingresso al palazzetto.

LATINA – Nel tiepido clima del PalaBianchini, scaldato solo dalla cinquantina di tifosi toscani al seguito della Carmatic, è la banda Moretti a piazzare il primo break (2-7) dopo 2′. Latina si riorgananizza, Eldridge e Cutolo mettono il turbo, Pistoia non riesce a limitare la loro dinamicità e i nerazzurri volano 13-7. Al 7′ è 17-9, Eldridge è una furia ma le sue infrazioni diventano due e allora Ciaboco è obbligato a far entrare Coronini. Pistoia è lenta come un inglese che sorseggia il the delle 5, Skinn e Infante non inventano, Fucka fa quel che può con il peso dei suoi allori. Il primo quarto termina 18-13, basket poco aperto allo spettacolo ma di sostanza. Per Latina va bene così.

Ciaboco piazza i suoi con la zona 2-3, Pistoia ringrazia e con Canavesi piazza la tripla del 25-18. Ma niente paura, c’è Eldridge: il folletto statunitense decide di giocare da solo, scelta eretica per un play ma giusta dato che i suoi piazzati e le sue penetrazioni bastano e avanzano per portare Latina sul più 10 (28-18, 15 punti personali per Eldridge). Pistoia è capace di rispondere soltanto con Anthony Skinn, il resto del quintetto di Moretti è superfluo. Due liberi di Bosak e una bomba di Cutolo ma soprattutto, un canestro sulla sirena in condizione d’equilibrio circense di Eldridge, portano Latina sul 43-28. Nerazzurri con grinta formato salvezza, Pistoia da ritiro spirituale.

L’Ab Latina tiene a distanza Pistoia, coach Moretti ci prova pure con una zona mista. Nulla da fare: i soliti Cutolo (14 punti per l’ala di Ciaboco) ed Eldridge più  la viva presenza sotto canestro di Smith e Ferrero limitano le sortite di Slay e Ringstrom. Il vantaggio nerazzurro non scende mai sotto i dieci di vantaggio, almeno fino all’ultimo minuto del terzo quarto quando un mini break di 6-0 riporta Pistoia sul meno 9 (59-50).

Tornata insperatamente in partita, Pistoia si esalta: un gioco da tre punti di Slay fa 59-53, Toppo da post alto non sbaglia e i punti di vantaggio di Latina si riducono ulteriormente. Sul parquet il nerazzurro sbanda, Skinn segna da sotto, dall’altra parte Ferrero non va oltre l’1/2 dalla lunetta (60-57). Ciaboco abbassa il quinetto, fuori Ferrero dentro Coronini. Moretti risponde con Fucka che domina a rimbalzo con Slay. A fare le bizze ci si mette pure Marcante che si fa fischiare un fallo tecnico ben capitalizzato dai 3 liberi di Slay e dal canestro di Infante. A 3′ 30″ dal termine la Carmatic è avanti 70-65, risultato pazzesco per quanto visto nei 35′ precedenti. Manca il leader dei momenti caldi, questa purtroppo non è una novità. Ma la sorte, a volte, può aiutare anche chi ci mette la giusta grinta: è il caso di Courtney Eldridge che prima mette la tripla del 72-72, poi va in lunetta per 3 liberi a 44″ dal termine. Il play fa 2/3, rimbalzo per Ringstrom, palla a Skinn che commette infrazione di passi per la gioia del PalaBianchini. Per Moretti è time out, dal quale si torna con Eldrdige che scarica per Coronini che da 3 fa 77-72. Game over, la corsa alla salvezza non ha perso una pretendente.

Lascia un commento