Un mercoledì tutto da vivere

Si recuperano oggi alle 15 i due incontri validi per la diciottesima giornata del campionato di Prima Categoria girone «G» rinviati lo scorso 7 febbraio per impraticabilità di campo. Viste le pessime condizioni del «Parisotto» di Borgo Bainsizza, Atletico e San Michele si affronteranno sul neutro di Borgo Piave, dove tre giorni fa i nerazzurri 

Leggi tutto

ColucciSi recuperano oggi alle 15 i due incontri validi per la diciottesima giornata del campionato di Prima Categoria girone «G» rinviati lo scorso 7 febbraio per impraticabilità di campo. Viste le pessime condizioni del «Parisotto» di Borgo Bainsizza, Atletico e San Michele si affronteranno sul neutro di Borgo Piave, dove tre giorni fa i nerazzurri si sono imposti in rimonta contro la Sa.Ma.Gor. L’obiettivo del team capitanato da Tullio Milani, ovviamente, è quello di bissare il successo di domenica scorsa e centrare la decima affermazione stagionale che spalancherebbe la porta a scenari davvero importanti: in caso di tre punti, infatti, l’Atletico Bainsizza salirebbe a quota trentatre punti, vale a dire solo uno in meno del Borgo Podgora 1950 e della quinta posizione. Ma se Nevigato e soci non hanno l’assillo del risultato, per il San Michele si tratta del classico esame che non si può fallire.

SPALLE AL MURO – Dopo la sconfitta di Monte San Biagio e il conseguente aggancio al terzo posto da parte del Sermoneta, i gialloverdi, per restare da soli sul gradino più basso del podio, hanno un solo risultato a disposizione: la vittoria. Conquistando l’intera posta in palio, infatti, De Angelis e compagni si porterebbero a quota quaranta, riducendo il gap dal SS.Pietro e Paolo a due sole lunghezze con la prospettiva di giocare lo scontro diretto in casa tra sue settimane.

PASSEGGIATA DI SALUTE? – L’altro recupero in programma oggi pomeriggio è il testa-coda del «Romolo Orsini» di Roccagorga tra i ragazzi guidati da Mimmo Polselli e la capolista Borgo Flora. Dando uno sguardo alla classifica, non sembrano davvero esserci dubbi su quale sarà l’esito del match. I numeri parlano chiaro: da una parte ci sono i padroni di casa, ultimi in classifica insieme al Santa Croce e sempre più vicini al ritorno in Seconda Categoria visto il magro bottino di nove punti in diciannove giornate, mentre dall’altra c’è la prima della classe, che di fatto guida il raggruppamento dalla prima giornata.

mimmo-polselliPOLSELLI NON MOLLA – Ma come tiene a precisare il tecnico rossonero Mimmo Polselli (orfano di Gerotto infortunato, Iaconelli e Riamondi squalificati), i padroni di casa non si accontenteranno di recitare il ruolo della vittima sacrificale: «Sono convinto che daremo del filo da torcere alla capolista – ha detto l’allenatore – per riuscirci però dovremo ripetere la prestazione di Terracina dove nonostante la sconfitta non abbiamo mai mollato, impegnandoci fino all’ultimo. Quando si devono disputare partite del genere gli stimoli vengono da soli per cui proveremo in ogni modo ad impensierire il Borgo Flora». Dal canto suo, la corazzata di Francesco Gesmundo è più che mai intenzionata a riscattare il ko di Borgo Hermada e ristabilire un margine di cinque punti tra sé e il SS.Pietro e Paolo.

Simone D’Arpino

Lascia un commento