Veroli-Latina, a voi il derby

Per l’onore e per una classifica che lascia ben pochi margini di errore. Questa sera alle 20,20, al Palasport di Frosinone, le luci della ribalta saranno tutte per il secondo storico derby laziale in Legadue tra Prima Veroli e Ab Latina. Un match quasi dall’esito scontato, il classico scontro tra due quintetti appartenenti alla stessa 

Leggi tutto

dalipagic-schiacciaPer l’onore e per una classifica che lascia ben pochi margini di errore. Questa sera alle 20,20, al Palasport di Frosinone, le luci della ribalta saranno tutte per il secondo storico derby laziale in Legadue tra Prima Veroli e Ab Latina. Un match quasi dall’esito scontato, il classico scontro tra due quintetti appartenenti alla stessa categoria ma che in realtà giocano un campionato ben diverso.

EMERGENZA NERAZZURRA Latina è ultima con 10 punti, Pavia e Venezia sono lì davanti a sole due lunghezze, di strada da fare fino al termine della regular season c’è n’è ancora tanta. Ma non si può ignorare che l’ultimo ko contro Pavia abbia lasciato tossine negative nello spogliatoio di coach Ciaboco, che per la terza partita consecutiva dovrà fare ancora a meno dell’infortunato Theron Smith. Ci sarà Bosak, buono l’impatto del ceco nella sua nuova realtà italiana, non ci saranno però i tifosi nerazzurri, già di natura allergici alle trasferte, bloccati dal solito zelante provvedimento che già colpì gli aficionados ciociari nel derby di andata. Dall’altra parte coach Cancellieri recupera Ivan Gatto e saluta Dawan Robinson, fresco di firma con l’Umana Venezia. A quota 24 punti, la Prima vuole consolidare la propria posizione nei play off e nell’organigramma di un campionato che, soltanto alla terza presenza assoluta, già la vede come una delle realtà più interessanti.

LE ALTRE – Il clou della sesta giornata di ritorno si gioca in Piemonte, protagoniste la Fastweb Casale Monferrato e la sempre più sorprendente Trenkwalder Reggio Emilia, quest’ultima indaffarata nella rincorsa alla capolista Sassari domani di scena contro Casalpusterlengo. Pavia si presenta a Udine con il morale a mille dal successo con Latina, tra Venezia e Brindisi è invece scontro tra la più grande delusione della stagione e la più grande minaccia per Sassari in proiezione salto di categoria. Equilibrio in vista tra Vigevano e Imola, chiudono il programma Rimini-Jesi e Pistoia-Scafati.

Jonathan Gavin

Lascia un commento