Avviso ai naviganti: c’è anche la Nuova Itri

In attesa delle decisioni del Comitato Regionale a proposito del match tra Anitrella e Formia 1905, che potrebbero cambiare la fisionomia della classifica, le quattro pretendenti al titolo dovranno guardarsi da un pericoloso ritorno, quello della Nuova Itri. La vittoria di Fondi e la concomitante sconfitta interna dell’Atletico Sabotino, infatti, hanno consentito ai biancoazzurri di 

Leggi tutto

mario-caneschiIn attesa delle decisioni del Comitato Regionale a proposito del match tra Anitrella e Formia 1905, che potrebbero cambiare la fisionomia della classifica, le quattro pretendenti al titolo dovranno guardarsi da un pericoloso ritorno, quello della Nuova Itri. La vittoria di Fondi e la concomitante sconfitta interna dell’Atletico Sabotino, infatti, hanno consentito ai biancoazzurri di tornare al quinto posto della graduatoria e di portarsi a cinque lunghezze dalla prima posizione. Ovviamente, con dodici partite ancora da disputare e trentasei punti da assegnare nessuno aveva già definitivamente estromesso l’undici di Mario Caneschi alla corsa verso l’Eccellenza, ma non c’è dubbio che il rendimento sottotono delle ultime sei giornate di campionato, durante le quali sono stati messi in cascina soltanto sette punti avevano ridotto sensibilmente le probabilità di successo di Mallozzi e soci.

MOMENTO DIFFICILE ALLE SPALLE – Dopo l’aggancio alla vetta realizzato alla quindicesima giornata con la vittoria di Pontinia, i pareggi con Arce, Colfelice e Vallecorsa, tutte formazioni assolutamente alla portata e la batosta di Borgo Sabotino avevano dato l’impressione che la compagine di mister Caneschi non riuscisse a tenere il passo più spedito delle battistrada (risultati intervallati dal successo sul Tecchiena e dal pareggio ottenuto nello scontro diretto con il Formia 1905). I tre punti conquistati all’”Arnale Rosso”, però, hanno riacceso le speranze di rimonta, adesso possibile anche in considerazione del fatto che Mario Caneschi può nuovamente contare sull’apporto di un attaccante come Andrea Martucci (foto: leonardodangelo.com).

martuccini-foto-leonardo-dangelocomIL RITORNO DEL PROFETA DEL GOL – Da quando è rientrato dall’infortunio, il bomber itrano è andato a segno tutte e tre le volte che è sceso in campo, dimostrando di avvicinarsi a grandi passi alla forma migliore. Se finora il difetto principale della Nuova Itri era stata la mancanza di una certa costanza di risultati, fotografata perfettamente dalla totale assenza nella classifica marcatori di un giocatore itrano in doppia cifra, il recupero di Martucci può essere davvero il punto di partenza per invertire questa tendenza. A Itri, naturalmente, ci sperano e sono tutti coscienti che l’esito della loro stagione molto dipenderà da quanto riusciranno a fare nel’arco di questi due mesi, quelli decisivi in vista della volata finale. Caneschi e i suoi ragazzi conoscono la classifica e sanno che sebbene abbiano tutte le stesse potenzialità, le prime non hanno tutte le medesime possibilità di centrare il successo finale, in questo momento più alla portata di formazioni come Formia 1905, Roccasecca e Nuova Circe, piuttosto che di Nuova Itri o Tecchiena. Allo stesso tempo, però, a Itri sanno che cinque punti sono un margine ancora colmabile: per riuscire nella rimonta, dunque, a prescindere da quanto faranno davanti, molto dipenderà da come si comporterà la squadra in questo momento delicatissimo della stagione. Per centrare l’obiettivo serve una grande costanza di rendimento: la vera difficoltà sta nel mantenerla.

Simone D’Arpino

Lascia un commento