Iannarilli spegne i facili ardori

Sempre più in vetta il Latina Scalo, vera favorita per il girone di ritorno del campionato si Seconda categoria girone M. Un camminoimpressionante, quello degli scalensi, con 12 vittorie su 15 incontri disputati che l’hanno portata a +5 dalle inseguitrici. Manca ancora tanto, questo è vero, ma la continuità della squadra di Iannarilli non sembra 

Leggi tutto

iannarilli-pancaSempre più in vetta il Latina Scalo, vera favorita per il girone di ritorno del campionato si Seconda categoria girone M. Un camminoimpressionante, quello degli scalensi, con 12 vittorie su 15 incontri disputati che l’hanno portata a +5 dalle inseguitrici. Manca ancora tanto, questo è vero, ma la continuità della squadra di Iannarilli non sembra appartenere alle inseguitrici. Ma…”Direi che questo campionato non è affatto finito, anzi. Con cinque squadre racchiuse in soli sei punti il nostro compito non sarà facile. Dico che, nell’ordine, Cori, Tre Cancelli, Nettuno e Cisterna ci daranno del filo da torcere fino al termine del campionato. Un campionato che dobbiamo giocare fino al 90′ dell’ultima partita”.

NON SIAMO LA FERRARI – Dura la vita della capolista: “Certo. Ognuno quando viene a giocare contro il Latina Scalo dà il massimo perchè siamo la squadra da battere. Lo dimostra la partita di domenica con il Savelli, in cui abbiamo vinto solo per 1-0. Tutto ciò dimostra quello che andavo dicendo dall’inizio del campionato, ovvero che non siamo la Ferrari che tutti dicevano. Ci mancano le individualità che invece posseggono altre squadre come il Nettuno ad esempio. Nessuno mi cambia la partita, ma in compenso ho un gruppo fantastico di professionisti. Insomma, non siamo i più forti ma i più continui”.

QUI SOLO PROFESSORI – “Trovo questa categoria molto più difficile della Prima. Qui non ti fanno giocare, ti pressano continuamente e gli arbitri non sono sempre all’altezza per poter sedare gli animi bollenti. Oltre a questo troviamo molto spesso un pubblico molto caldo che aiuta la propria squadra…quello che manca a noi: a Latina Scalo sono tutti dei professori del calcio”.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento