Pro Calcio Fondi, ci vuole un’inversione di rotta

Adesso si fa dura. Le due sconfitte casalinghe consecutive rimediate con Roccasecca e Nuova Itri hanno senza dubbio complicato la corsa alla salvezza della Pro Calcio Fondi, ora al tredicesimo posto della graduatoria a quota ventitre punti, quattro in meno della Vis Sezze Setina e dell’undicesima posizione che in questo momento garantirebbe il mantenimento della 

Leggi tutto

luca-velletri-pro-calcioAdesso si fa dura. Le due sconfitte casalinghe consecutive rimediate con Roccasecca e Nuova Itri hanno senza dubbio complicato la corsa alla salvezza della Pro Calcio Fondi, ora al tredicesimo posto della graduatoria a quota ventitre punti, quattro in meno della Vis Sezze Setina e dell’undicesima posizione che in questo momento garantirebbe il mantenimento della categoria. Tuttavia, è necessario fare delle opportune considerazioni, visto che lo 0-3 riportato contro la formazione di mister Pecoraro e lo 0-1 nel derby con la compagine di Mario Caneschi sono due risultati maturati in maniera completamente diversa.

ALCUNE CONSIDERAZIONI – Il pesante ko col Roccasecca, infatti, è arrivato al termine di una gara in cui l’undici di Luca Velletri si è ritrovato di fronte un avversario più forte in tutto e per tutto che ha conquistato in maniera autoritaria tre punti indiscutibili. La sconfitta di due giorni fa, invece, ha lasciato l’amaro in bocca a Luca Velletri e ai suoi ragazzi perché maturata al termine di una prestazione di ben altro genere rispetto a quella di otto giorni prima: «E’ un periodo in cui le gare non vanno per il verso giusto – ha detto proprio il tecnico fondano – Stiamo attraversando un momento difficile da cui possiamo e dobbiamo risalire stando tutti uniti. Oltre a sperare che la sorte non ci volti totalmente le spalle dobbiamo essere più cattivi in campo e concreti sotto porta perché in ogni gara creiamo sempre le nostre occasioni ma non le sfruttiamo più in maniera adeguata: dopo la vittoria per 4-3 di Tecchiena eravamo il miglior attacco del campionato, adesso invece sono quattro partite che non segniamo e questo non può dipendere solo dall’assenza di Vecchio. Anche in difesa, naturalmente, dovremo prestare maggiore attenzione perché ben nove degli ultimi dieci gol incassati sono arrivati sugli sviluppi di palle inattive: l’ultimo a farci gol su azione è stato Adjey per cui dovremo cercare di invertire anche questa tendenza. Comunque rimango piuttosto fiducioso – ha concluso mister Velletri – I ragazzi si stanno allenando bene e combattono domenica dopo domenica: i mezzi e le potenzialità per raggiungere la salvezza ci sono tutti, per cui i conti li faremo alla fine».

ORA L’ANITRELLA – Domenica prossima la Pro Calcio è attesa dalla temibile trasferta in casa dell’Anitrella. Certo, i favori del pronostico sono tutti per i padroni di casa, ma i biancoblu hanno già dimostrato in altre occasioni di potersela giocare alla pari con tutti e quindi, c’è da scommetterci, faranno di tutto per evitare gli errori commessi nelle ultime due uscite: uscire dal campo con almeno un punto ridarebbe morale a tutto l’ambiente in vista della corsa salvezza.

Simone D’Arpino

Lascia un commento