La classifica parla chiaro…

Altro appuntamento con “L’Angolo del D’Arp”. Nella giornata in cui sono state rinviate sia Roccagorga-Borgo Flora sia Atletico Bainsizza-San Michele non sono arrivate grandi sorprese dagli altri incontri che si sono disputati. In attesa degli impegni della prima e della terza della classifica, seconda quarta e quinta hanno fatto il loro dovere. Il SS.Pietro e 

Leggi tutto

langolo-del-darpAltro appuntamento con “L’Angolo del D’Arp”. Nella giornata in cui sono state rinviate sia Roccagorga-Borgo Flora sia Atletico Bainsizza-San Michele non sono arrivate grandi sorprese dagli altri incontri che si sono disputati. In attesa degli impegni della prima e della terza della classifica, seconda quarta e quinta hanno fatto il loro dovere. Il SS.Pietro e Paolo si è presentato a Campoverde senza il suo bomber principe, vale a dire Gianluca Viscido, ma nessuno se ne è accorto: in casa dell’undici di Claudio Ludovisi, i biancorossi hanno sfoderato una prestazione eccellente cogliendo con pieno merito tre punti importantissimi per il prosieguo del campionato. A lasciare il proprio marchio sul successo dei suoi, stavolta, è stato Bosneagu, autore dei suoi primi due gol in maglia biancorossa.

SPRINT SERMONETA – Anche Sermoneta e Podgora hanno vinto in trasferta. I ragazzi di Marco Campagna hanno sbancato il campo dell’Hermada, imponendosi per 2-1 grazie alle reti di due giovani ragazzi come Tittoni e Noce: proprio come fatto lo scorso anno, i lepini hanno letteralmente cambiato passo con l’arrivo del nuovo anno. Nelle ultime sei uscite, De Simone e soci hanno raccolto quindici punti, frutto di cinque successi e una sconfitta, e non sembrano avere alcuna intenzione di fermarsi. Stesso discorso vale per il Podgora: grazie ai tre punti rimediati in casa del Podgora, i borghigiani hanno racimolato ben tre vittoria nell’arco di dieci giorni e continuano a tenere vive le speranze di salire sul podio a fine anno.

OCCHIO AL POMEZIA – Se la corsa alla Coppa Lazio si complica sia per l’R11 Latina sia per la Sa.Ma.Gor., la lotta alla salvezza sembra aver ritrovato un po’ di brio grazie all’exploit dell’Indomita Pomezia. Domenica scorsa i capitolini hanno travolto il Monte San Biagio nello scontro diretto con un netto 5-2: i punti che ora li separano dai ragazzi di Giulio Rizzo e dalla quart’ultima piazza sono sei in attesa del verdetto del Comitato Regionale a proposito del match vinto per 2-1 con la Vis Terracina. Certo, se il C.R. dovesse accogliere il ricorso dei biancocelesti il contraccolpo per i capitolini sarebbe tutt’altro che soft: dopo tutti gli sforzi fatti per riaprire i giochi sarebbe a dir poco scoraggiante ritrovarsi ancora a meno sei dalla salvezza diretta a causa di un banale errore. In ogni caso, l’impressione emersa in queste giornate è quella di una squadra, l’Indomita, completamente trasformata rispetto al girone d’andata e che, a prescindere da tutto, venderà cara la pelle fino all’ultima giornata.

Il “Dottor” Simone D’Arpino

Lascia un commento