Lenola, due piccioni con una fava

La domenica perfetta per la Virtus Lenola. E’ quella andata in scena ieri al “Borsellino, Falcone e scorta”: i rossoverdi superano il Bella Farnia per 2-1 e ritrovano la vetta dopo una sola settimana, complice anche la clamorosa sconfitta del Sonnino a Sperlonga.Vittoria meritata quella dei rossoverdi (ieri in completo blu) che sfruttano un migliore 

Leggi tutto

esultanza-di-biasioLa domenica perfetta per la Virtus Lenola. E’ quella andata in scena ieri al “Borsellino, Falcone e scorta”: i rossoverdi superano il Bella Farnia per 2-1 e ritrovano la vetta dopo una sola settimana, complice anche la clamorosa sconfitta del Sonnino a Sperlonga.Vittoria meritata quella dei rossoverdi (ieri in completo blu) che sfruttano un migliore approccio alla partita e mettono le cose in chiaro già nel primo tempo. Menzione particolare per l’atmosfera intorno al match: tifo caldo da parte di entrambe le tifoserie ma sempre entro i limiti della correttezza. Davvero una rarità in Seconda categoria.

lenola-bella-farniaPRODEZZE BALISTICHE – Parte meglio, come detto, il Lenola che sul terreno in erba sintetica può sfruttare le maggiormente le proprie qualità tecniche. Ci vuole però un jolly di Diego Zizzo per spezzare la partita: al 13′ il numero dieci lenolese prende palla ai 25 metri e lascia partire un destro violentissimo che va ad infilarsi sotto l’incrocio. Passano otto minuti e Di Biasio raddoppia: punizione dai 30 metri e il centrocampista rossoverde, noncurante delle indicazioni di Pecchia di giocare la palla, lascia partire una conclusione incredibile. Zanutto è battuto di nuovo per il 2-0 Lenola. Il Bella Farnia subisce il colpo e sbanda. Di Biasio prende possesso del centrocampo: da lui passa ogni singola manovra rossoverde e non sono mai giocate banali. Duò salva sulla riga su un destro volante di Di Vito, mentre dall’altra parte è Sciuto a sparare alto da buona posizione dopo un’uscita di Caporini.

CORRADINI ACCENDE LE SPERANZE – Quando la prima frazione sembra chiudersi sul 2-0, ecco la rete che riaccende le speranze del Bella Farnia: è Corradini, con una splendida punizione a girare a riportare in carreggiata il Bella Farnia, che nel frattempo ha perso il proprio mister Orsini, espulso per proteste dopo un contatto in area lenolese. Chi si aspetta una ripresa spumeggiante però si sbaglia: il Bella Farnia ci prova col cuore ma il Lenola tiene bene, pur senza incantare, e si porta a casa vittoria e primato in classifica.

lenola-bella-farnia3lenola-bella-farnia1lenola-bella-farnia2lenola-bella-farnia4

LE PAGELLE

VIRTUS LENOLA
Caporini 6: non può nulla sul gioiello di Corradini che riapre il match. Per il resto ordinaria amministrazione.
Contestabile 6: presidia la fascia destra con diligenza. Prestazione accorta.
Sorrentino 6.5:
cuore e polmoni del centrocampo rossoverde. Passo breve ma tanto fiato a disposizione di Di Biasio.
Di Biasio 8: giocatore non di una, ma almeno di due categorie superiori. E non solo per la splendida punizione del 2-0: decide i ritmi della gara, gioca a testa alta e non butta via un pallone.
Rizzi 6.5: prova solida per il capitano rossoverde. Cipolla con lui ha vita dura: l’esperienza in queste partite conta.
Panno B. 6.5: stesso discorso fatto per Rizzi. In più ci mette qualche duello d’alta quota con l’ariete biancoverde.
Vuolo 6: schierato esterno basso di sinistra, si adatta con diligenza. Poche discese ma buon presidio della fascia.
Quinto 5.5: è l’ultimo arrivato in casa Lenola e si vede. Il fisico c’è ma forse manca ancora il ritmo gara. Finisce da unica punta.
Di Vito 6: è in astinenza da qualche settimana e si vede. Un pò frenetico, ma va vicinissimo al 3-0 con una girata volante su angolo. Per il resto duello rusticano, come all’andata, con Caschera.
Zizzo D. 7: si muove bene dietro le punte, aprendo spazi interessanti. Il suo grande merito però è quello di spaccare la partita con quel destro fulminante dai 25 metri.
Triolo 5.5: un pò fuori dal gioco. Ci prova ma trova sempre il muro della retroguardia biancoverde (dal 10’st Minetti 5.5: aggiunge poco alla gara).

BELLA FARNIA
Zanutto 6: trafitto da due sassate imparabili, non ha altre occasioni per potersi mettere in luce.
Caschera 6.5: ingaggia un duello d’altri tempi con Di Vito. Duro ma corretto ed alla fine il capocannoniere del campionato si deve inchinare. “Manganello” la sua personale partita la vince.
Forzan 6: il Bella Farnia gioca poco ai lati e lui ne risente. Un solo cross degno di nota: uscirà per crampi nel finale.
Vitali 6: soffre la maggior tecnica del centrocampo di casa. Si batte ma contro Di Biasio si può fare poco.
colinvittiValentino 6.5: l’altro marcatore insieme a Caschera è lui. Mette la museruola a Triolo.
Duò 6.5: gioca da libero staccato e comanda la squadra. Ottima prestazione, i gol vengono da fuori area.
Toselli U. 5.5: discorso simile a quello di Vitali con l’aggravante di toccare meno palloni.
Sciuto 5.5: l’allergia alle fasce del Bella Farnia coinvolge anche lui. Ha una buona chance alla mezzora ma spara alto. Esce nella ripresa, debilitato anche dalla febbre in settimana (dal 17’st Crescenzo 5.5: entra per dare vivacità all’attacco, non ci riesce).
Cipolla 5.5: sgomita e lotta su tutti i palloni ma contro Panno e Rizzi ne vede poche.
Colinvitti 5.5: meno brillante rispetto alle ultime uscite. Si vede che ha classe ma non trova mai lo spunto giusto.
Corradini 6: non ha i 90 minuti nelle gambe e si vede. In compenso, trova il gioiello su punizione che riapre il match.

Davide Di Cesare

IL TABELLINO

VIRTUS LENOLA – BELLA FARNIA 2-1
Virtus Lenola:
Caporini, Contestabile, Sorrentino, Di Biasio, Rizzi, Panno B., Vuolo, Quinto R., Di Vito (35’st Oliva), Zizzo D. (40’st Zizzo J.), Triolo (12’st Minetti). A disp.: Panno T., Mattei, Federici, Davia. All.: Pecchia.
Bella Farnia: Zanutto, Caschera, Forzan (35’st Toselli L.), Vitali, Valentino, Duò, Toselli U., Sciuto (17’st Crescenzo), Cipolla, Colinvitti, Corradini (21’st Ciampini). A disp.: Passaro, Rossi, Ginnetti. All.: Orsini.
Arbitro: Troiano di Cassino
Marcatori: 13’ Zizzo D., 21’ Di Biasio, 46’pt Corradini
Note – Espulso al 40’ il tecnico del Bella Farnia, Orsini. Ammoniti: Contestabile, Panno B., Caschera, Duò e Corradini.

Lascia un commento