Pro Calcio Fondi all’arrembaggio

L’obiettivo è vincere. Costretta a scendere in campo di sabato pomeriggio per la seconda volta in questa stagione a causa della concomitanza con gli impegni casalinghi del Fondi Calcio (impegnato nel campionato di serie D), alle 14:30 la Pro Calcio Fondi tenterà l’assalto al Roccasecca tra le mura amiche del «Domenico Purificato». Rispetto a domenica 

Leggi tutto

mister-velletriL’obiettivo è vincere. Costretta a scendere in campo di sabato pomeriggio per la seconda volta in questa stagione a causa della concomitanza con gli impegni casalinghi del Fondi Calcio (impegnato nel campionato di serie D), alle 14:30 la Pro Calcio Fondi tenterà l’assalto al Roccasecca tra le mura amiche del «Domenico Purificato». Rispetto a domenica scorsa, il tecnico fondano, orfano di Fabio Ferrara squalificato e di Ezio Vecchio alle prese con la rottura del perone rimediata nel corso del derby perso col Formia 1905, recupera comunque Enrico Parisi, Matteo Iannitti e il giovane D’Ettorre. Insomma, al contrario di qualche settimana fa, l’infermeria si è svuotata e quindi ci sono tutte le carte in regole per centrare il risultato pieno.

TRE PUNTI CASALINGHI CERCASI – Il sodalizio del presidente Luigi Sepe non vince in casa da quasi due mesi (l’ultimo successo risale al 6 dicembre dello scorso anno quando sconfisse il Pontinia per 3-2) e, ovviamente, non vede l’ora si sfatare questo tabù. Sebbene all’andata la Pro Calcio Fondi disputò una delle migliori gare della stagione pareggiando per 2-2 su uno dei campi più difficili dell’intero raggruppamento, Velletri non si fida: «Affronteremo una delle migliori compagini del girone D – ha dichiarato l’allenatore – li ho visti nella trasferta di Vallecorsa e mi hanno davvero impressionato, visto che su un terreno assai ostico hanno vinto con grande scioltezza. Per centrare la vittoria, quindi, dovremo essere perfetti: un successo ci consentirebbe di tornare ad assaporare i tre punti che effettivamente, in casa, mancano da un po’ di tempo. Anche perché per centrare la salvezza dovremo cambiare passo e cercare di fare qualcosa di più rispetto a quanto fatto finora: sinceramente sono abbastanza ottimista per il prosieguo del campionato, ma è fondamentale che cominciamo a vincere qualche match interno in più. Noi siamo una squadra che interpreta sia le gare casalinghe sia quelle esterne con la stessa mentalità, ma non c’è dubbio che migliorare il rendimento all’ Arnale Rosso è piuttosto importante. I ragazzi sono tutti perfettamente consapevoli che davanti avranno un avversario molto forte e che proprio per questo dovrà essere attaccato sin da subito: d’altronde, nel calcio, per vincere bisogna attaccare, e noi ci proveremo in ogni modo».

Simone D’Arpino

Lascia un commento