Podgora, successo e aggancio al Sermoneta

Il Borgo Podgora 1950 ha rialzato la testa. Nel match di recupero della tredicesima giornata di campionato rinviato per impraticabilità di campo lo scorso 6 gennaio, la formazione di Gianni Sanavia è tornata al successo contro il Sermoneta Calcio, piegato con un perentorio 4-1. Dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Santa Croce e Borgo 

Leggi tutto

armeniIl Borgo Podgora 1950 ha rialzato la testa. Nel match di recupero della tredicesima giornata di campionato rinviato per impraticabilità di campo lo scorso 6 gennaio, la formazione di Gianni Sanavia è tornata al successo contro il Sermoneta Calcio, piegato con un perentorio 4-1. Dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Santa Croce e Borgo Flora, dunque, i padroni di casa hanno ritrovato quei tre punti che dalle parti del «Buongiorno» mancavano dal 10 gennaio, quando il Borgo Podgora si impose 3-2 sulla Vis Terracina. Grazie al successo di ieri pomeriggio, Armeni e soci hanno agganciato proprio il Sermoneta al sesto posto della graduatoria a quota venticinque punti.  Le quattro reti dell’incontro portano le firme dello stesso Armeni, a segno con un destro al volo dal limite dell’area di rigore, Bovolenta, che ha risolto una mischia in area, Piras, il quale ha segnato con una precisa rasoiata, Policriti, con un tap-in vincente, e di Cappelli dagli undici metri.

mister-campagnaSTATI D’ANIMO DIVERSI – «Sapevamo tutti che era importantissimo non perdere – ha detto mister Campagna – invece è andata male. Tuttavia, io ci credo perché nel calcio tutto è possibile: sette punti da recuperare al SS. Pietro e Paolo non sono tanti ma neanche pochi, ma con quattordici turni ancora a disposizione dobbiamo continuare a lavorare per inseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati. Certo, però, dobbiamo renderci conto che molto dipenderà da come ci comporteremo da qui alla fine della stagione: non dovremo più ripetere gli errori commessi oggi (ieri, ndr). E’ davvero inspiegabile come non riuscivamo a muoverci con i tempi giusti: siamo stati davvero troppo statici, mentre i nostri avversari, probabilmente più abituati a muoversi su un campo del genere, facevano circolare bene il pallone e ci ha colpito più volte. Nella ripresa, poi, avremmo dovuto rimettere piede sul campo per cercare di riprendere la gara mentre abbiamo concesso un’altra ingenuità, siamo rimasti in dieci e una volta incassato il 4-1 non c’è stato più niente da fare». Evidentemente soddisfatto, invece, Federico Armeni, capitano del Borgo Podgora 1950, ha elogiato la prova della squadra: «Siamo stati davvero perfetti – ha detto il numero dieci gialloblu – era importante riprendere subito la marcia dopo le due sconfitte consecutive. Sul terreno di gioco abbiamo messo la convinzione e la determinazione giusta: certo questo aumenta il rammarico per non averlo fatto anche in altre occasioni, ma ora dobbiamo solo cercare di continuare su questa strada».

Simone D’Arpino

IL TABELLINO

BORGO PODGORA 1950 – SERMONETA CALCIO 4-1
Borgo Podgora 1950:
Petrucci, Bragazzi, Ferretti, Pagliuca, Salaro, Policriti, Piras, Lubirati, Cappelli, Armeni (20’pt Colato), Alessandroni. A disp.: Cacciotti, Ruta, Martellacci, Colato, Barbierato, Banin. All.: Sanavia.
Sermoneta Calcio:  Santone, Zanella, Bozza (30’st Fiaschetti), Cappelletti, Lucci, De Simone, Tammaro, Todi, Bovolenta, Gnessi (10’st Cargnelutti), Aquilani (1’st Tittoni). All.: Campagna.
Marcatori: 10’pt Armeni, 23’pt Bovolenta, 30’pt Piras, 40’pt Policriti, 12’st Cappelli (rig.)
Note: espulso De Simone al 10’st per fallo di mano su chiara occasione da gol e Pagliuca al 30’st per doppia ammonizione.

Lascia un commento