Latina, col Civita Castellana la prima di tre finali

Prima giornata di ritorno e subito un banco di prova importante per il Latina. Domani pomeriggio allo stadio Francioni (ore 14.30) i nerazzurri affronteranno il Flaminia Civita Castellana di Massimiliano Farris, attuale seconda forza del campionato in compagnia del Gaeta e con un punto di distacco dalla capolista Fondi. Si tratta sicuramente di una squadra 

Leggi tutto

tarantinoPrima giornata di ritorno e subito un banco di prova importante per il Latina. Domani pomeriggio allo stadio Francioni (ore 14.30) i nerazzurri affronteranno il Flaminia Civita Castellana di Massimiliano Farris, attuale seconda forza del campionato in compagnia del Gaeta e con un punto di distacco dalla capolista Fondi. Si tratta sicuramente di una squadra importante, solida, compatta. In casa Latina, comunque, regna l’ottimismo anche perché il team nerazzurro è in serie positiva da 6 turni (4 vittorie e 2 pareggi) e nella prima gara del 2010 (vinta 2-1 col Boville) ha dimostrato di essere in buone condizioni, per giunta Maurizio Raggi ha tutta la rosa a disposizione e con i problemi di abbondanza potrà mandare in campo la miglior formazione possibile.

TRE NOVITA’ – La rifinitura di questa mattina dovrebbe aver tolto all’allenatore nerazzurro anche gli ultimi dubbi sull’undici titolare da opporre al Flaminia, un undici titolare che dovrebbe essere nuovo per tre undicesimi rispetto a quello proposto contro il Boville Ernica. La prima novità dovrebbe esserci nel reparto arretrato con Vito Tarantino al posto di Mauro Facci, la seconda con il ritorno di Roberto Festa in mezzo al campo al fianco di Caputi, la terza in avanti con Salvatore Iannini che dovrebbe prendere il posto di Mauro Basilico. Per il resto, stando sempre a quanto emerso dalla rifinitura di questa mattina, dovrebbero essere confermati gli uomini presenti nell’undici titolare di sette giorni fa.

raggi1RAGGI CI CREDE – “Avere tutti a disposizione è sicuramente importante – ha detto Maurizio Raggi al termine della rifinitura – Inoltre i ragazzi stanno bene sia fisicamente che mentalmente. Un’altra cosa che mi conforta è la possibilità di poter giocare su un terreno che penso ci permetterà di fare qualcosa di importante. Rispetto a domenica scorsa, quando si è giocato su un terreno ai limiti della praticabilità, domani penso si potrà giocare al calcio. Affrontiamo una squadra forte: sarà importante mantenere sempre alta la concentrazione, in gare del genere a fare la differenza spesso sono i particolari. Noi arriviamo a questa partita consapevoli di esser in un momento positivo e coscienti che non ci possiamo permettere di lasciare punti per strada, specialmente in scontri diretti come quello di domani. Questo gruppo – ha concluso Maurizio Raggi – Ha conosciuto l’inferno e ormai ha imparato come affrontare qualsiasi tipo di difficoltà”.

I CONVOCATI – Maiorani, Sperduti, Scuoch, Moretto, Iozzino, Santu, Tarantino, Facci, Mariniello, Caputi, Festa, Napolioni, Giacinti, Tirelli, Ricciardi, Cinelli, Beltramini, Basilico, Iannini, Frattarelli.

Lascia un commento