La carica del rientrante Vaccaro

Gare come Fondi – Gaeta possono cambiare il senso di una stagione. All’andata le due squadre erano scese in campo con obiettivi molto diversi. Se il Gaeta già sognava in grande, il Fondi ha cominciato poco a poco a costruire le proprie ambizioni. Ed ora si trovano a lottare entrambe per la promozione. Quattro mesi 

Leggi tutto

vaccaro-2Gare come Fondi – Gaeta possono cambiare il senso di una stagione. All’andata le due squadre erano scese in campo con obiettivi molto diversi. Se il Gaeta già sognava in grande, il Fondi ha cominciato poco a poco a costruire le proprie ambizioni. Ed ora si trovano a lottare entrambe per la promozione. Quattro mesi fa l’aver strappato un pareggio al Riciniello sembrava quasi un successo per i rossoblu, che invece hanno finito con il chiudere il girone d’andata davanti ai cugini, anche se solo di un punto. Il titolo di campione d’inverno ha reso l’ambiente fondano decisamente euforico.

VACCARO, L’ESPERTO BABY – Sabato Vaccaro, giovane centrocampista recentemente convocato anche nella Rappresentativa Serie D, ha le idee chiare: “Essere campioni d’inverno è un onore sia per noi che per l’intera città di Fondi, anche visti quelli che erano i nostri obiettivi iniziali. Se questo cambia in qualche modo i nostri obiettivi? Per adesso no, certo che se continuiamo a stare sempre lì in alto dovremo iniziare a comportarci diversamente”. il giocatore, sebbene classe 1990, è già considerato un elemento inamovibile nello scacchiere tattico di Stefano Liquidato. Contro l’Arzachena è stato tenuto a riposo precauzionale visto che è diffidato, ma con il Gaeta quasi sicuramente riprenderà il suo posto in mezzo al campo. Sul derby, il centrocampista non si sbilancia troppo: “La gara di domenica sarà sicuramente molto importante per il pubblico, dato che è un derby, ma soprattutto per noi. Incontriamo una squadra che sta facendo benissimo e che è molto difficile da affrontare. Dobbiamo stare attenti e fare di tutto per batterla”.

branicki-e-ezeadiPIOTR IL GRANDE ASSENTE – Il grande assente nel super derby sarà il polacco Piotr Branicki, stella del Fondi targato Liquidato. “E’ un peccato che Branicki non possa aiutarci domenica. E’ un attaccante fortissimo e con un gran fisico, per cui avrebbe potuto darci una grossa mano. Sono comunque sicuro che la punta che giocherà al suo posto non lo farà rimpiangere”. Il maggior indiziato a prendere il posto del polacco sembra essere Simone Venerelli, che avrebbe così la sua prima chance da titolare nella gara più importante.
Alessandra Stefanelli

Lascia un commento