Terracina, inizia un nuovo ciclo

Sono settimane di rinascita per il Terracina. Sicuramente merito di un mercato di riparazione di tutto rispetto ed anche di quel Riccardo Mandarelli “scartato” da Lucidi ed ora di nuovo grande protagonista: «Sicuramente avevamo bisogno di un bomber con questo nome – afferma David Serapiglia – eravamo sicuri che poteva portare quella fase offensiva che 

Leggi tutto

serapiglia-chiama1Sono settimane di rinascita per il Terracina. Sicuramente merito di un mercato di riparazione di tutto rispetto ed anche di quel Riccardo Mandarelli “scartato” da Lucidi ed ora di nuovo grande protagonista: «Sicuramente avevamo bisogno di un bomber con questo nome – afferma David Serapiglia – eravamo sicuri che poteva portare quella fase offensiva che ci mancava». Ma proprio l’ex Lupa Frascati non pensa più al suo passato ma solamente al suo futuro in maglia biancazzurra: «Non so se la Lupa ha sbagliato a privarsi di me – afferma Riccardo Mandarelli – hanno fatto una scelta ma io avevo già qualche richiesta e l’ho accettata serenamente. Il Terracina è una squadra competitiva ma ha sempre i punti che ha. La salvezza è abbordabile, con voglia e determinazione non avremo problemi a centrarla».

ENTUSIASMO DEI TIGROTTI – «Era importante battere il Colleferro – riprende Serapiglia – per ora la nostra rincorsa è su di loro». Di questa rinascita sicuramente ne è soddisfatto mister Lenzini: ««Dopo la vittoria con il Villanova è cominciato un nuovo campionato – dichiara mister Lenzini – ma ora attenti alle prossime due trasferte. Ora la classifica è diversa abbiamo fatto un bel pò di punti ma soprattutto vinto e convinto contro il Colleferro. La soddisfazione più grande è quella di non ricevere tiri in porta nelle ultime tre partite». Proprio il reparto arretrato sta regalando grandi soddisfazioni con la nuova coppia D’Amico-Valerio con il capitano in posizione più arretrata e il lancio di Trillò e Macchiusi in mediana: «Penso che Alessandro finirà la stagione da difensore – afferma l’allenatore dei tigrotti – il ragazzo ha risposto bene e sta giocando alla grande. Per quanto riguarda il centrocampo in Eccellenza è difficile vedere una coppia di classe ‘91».

minieri-1ASPETTANDO MINIERI – Insomma una settimana da passare in serenità ma soprattutto a lavoro perchè questo Terracina può fare di più considerando l’impiego, ancora con il contagocce, di Minieri: «Giorgio è il valore aggiunto della squadra – ammette Serapiglia – con il Villanova ci ha regalato i tre punti e noi tutti lo stiamo aspettando». Infatti in una squadra che sorprende manca ancora chi ha dato il via a questa rifondazione. Minieri ha ancora un problema all’aduttore che gli impedisce di calciare e lo rende arruolabile solo per dieci minuti. Il 4-1 con il Colleferro sicuramente gli ha permesso di recuperare meglio le se non sarà in campo domenica a Formia sicuramente conserveranno la maglia da titolare per la trasferta di Artena. Intanto prosegue la delusione tra i biancazzurri per la completa assenza di manutenzione al Colavolpe: «In dieci anni di giovanili qui – conclude amaramente David Serapiglia – non ho mai avuto accesso al Colavolpe, sabato ci ha giocato la juniores della Vis di Prima categoria».

Stefano Scala

Lascia un commento