Latina, con Venezia sarà caos contro caos

Sette sconfitte consecutive, sei punti in quindici gare, ultimo posto in classifica in compagnia di Pavia. E, cosa ancor più preoccupante, una situazione di stallo, di impotenza sul campo e fuori, dove l’umore del pubblico è più freddo che mai. Latina rimugina su due mesi da incubo, un imbarazzo che tutti temevano e frutto di 

Leggi tutto

Dell'AgnelloSette sconfitte consecutive, sei punti in quindici gare, ultimo posto in classifica in compagnia di Pavia. E, cosa ancor più preoccupante, una situazione di stallo, di impotenza sul campo e fuori, dove l’umore del pubblico è più freddo che mai. Latina rimugina su due mesi da incubo, un imbarazzo che tutti temevano e frutto di un ambiente e di una città impreparata ad onorare un campionato così lussuoso come quello di Legadue. Peccato fin qui soprattutto per Luca Ciaboco, uno che la faccia ce l’ha sempre messa e che ha fatto il possibile (e forse più) con a disposizione un materiale umano onestamente da altra categoria. Per provare a smagnetizzare i cattivi pensieri arriverà in settimana il tanto atteso Theron Smith, ancora di salvataggio di una squadra che adesso non è più semplicemente tale. L’ex Cantù (fermo da qualche mese dopo l’esperienza in Cina) è sulla carta un ottimo rinforzo. Ma la terribile corsa alla salvezza chiede altro.

REGULAR SEASON ATTO SECONDO – Nel girone di ritorno, Latina giocherà tutti gli scontri diretti in trasferta. Un dato inquietante dato che gli unici tre successi stagionali sono arrivati al PalaBianchini. Intanto domenica i nerazzurri ospiteranno la Reyer Venezia, forse la più grande delusione di questa prima parte di Legadue. E’ notizia di queste ore l’esonero di Sandro Dell’Agnello, al suo posto il vice Alberto Billio. “Sandrokan” paga la sconfitta interna con Jesi, ma soprattutto un campionato da condannato a vincere senza giri di parole. Garris, Allegretti, Di Giuliomaria, Davis e Janicenocks sono gente da piani alti, figli di un mercato che non ha badato a spese. Il tredicesimo posto con soli 10 punti è un’onta da cancellare già contro Latina. Al PalaBianchini sarà scontro tra due situazioni così lontane così simili.

Jonathan Gavin

Lascia un commento