Sarà una lotta a due?

Tempo di riposo per le festività natalizie e tempo anche dei primi bilanci per quanto riguarda il campionato di Seconda categoria girone M. E la prima constatazione da fare per il raggruppamento misto romano-pontino è che le previsioni della vigilia, fortunatamente, non sono state del tutto rispettate. Chi si aspettava uno strapotere del Latina Scalo, 

Leggi tutto

GiacoboneTempo di riposo per le festività natalizie e tempo anche dei primi bilanci per quanto riguarda il campionato di Seconda categoria girone M. E la prima constatazione da fare per il raggruppamento misto romano-pontino è che le previsioni della vigilia, fortunatamente, non sono state del tutto rispettate. Chi si aspettava uno strapotere del Latina Scalo, vera regina del mercato estivo con un campagna acquisti faraonica e degna di ben altre categorie, infatti, è rimasto deluso. La formazione di mister Iannarilli, ben inteso, rimane la super favorita del campionato con il primo posto riconquistato proprio nell’ultima giornata del 2009, ma insieme ai biancoverdi c’è da registrare la bella sorpresa dell’Altetico Cisterna, capoclasse insieme agli scalensi e vincente per 2-0 proprio nello scontro diretto giocato due settimane fa al San Valentino grazie, soprattutto, al solito Ugo Giacobone, l’uomo copertina di questa prima parte di stagione con i 12 gol relizzati in 11 partite disputate.

ferdinando-mazzaC’E’ ANCHE IL TRE CANCELLI – Sarà una lotta a due fino alla fine? Difficile dirlo adesso, certo è che il Latina Scalo possiede una rosa talmente folta e ben attrezzata da poter reggere a lungo e fino alla fine, a differenza del Cisterna. Occhio anche al Tre Cancelli che ha confermato le previsioni di inizio campionato chiudendo al terzo posto della classifica nel 2009. Concretezza e grande sacrificio, queste le armi della formazione di mister Mazza che può contare anche sulla migliore difesa del campionato con sole 6 reti subite. Apparentemente fuori dai giochi, con 9 punti dalla vetta della classifica, il gruppetto di tre squadre appaiate al quarto posto a quota 17 punti. Un gruppetto tra cui spuntano due gradite sorprese. Si tratta della matricola Giulianello e della Polisportiva Carso.

UN GRUPPETTO AGGUERRITO – I primi fanno del fattore casalingo il proprio asso nella manica; basti pensare che l’undici di mister Lucarelli, se si contassero solo gli incontri giocati davanti al pubblico amico, sarebbe prima in classifica davanti anche a Latina Scalo ed Atletico Cisterna. Il Borgo Carso, invece, sembra aver assimilato al meglio i dettami tattici di mister Gilberto Banin che, dopo una mezza stagione di rodaggio (la scorsa), ha trovato la propria dimensione (nonostante alcune defezioni importanti) divenendo una delle squadre più difficili da battere del raggruppamento. Chiude il drappello di quota 17 il Cori di mister Contini, una delle deluse di questo primo scorcio di stagione. I rossoblu, però, si sono rinforzati nel mercato invernale con due pedine di primissimo ordine come Bosone, due anni di fila capocannoniere proprio tra le fila dei lepini, ed il portiere Vita, ex Latina Scalo, candidandosi a possibile outsider per la promozione in Prima categoria.

de-paris-dribblaGRAPPA, IL PEGGIO E’ PASSATO – Occhio anche all’Atletico Nettuno, formazione imbottita di giocatori di talento e che esprime senza dubbio il miglior calcio del girone, a cui manca, però, quella concretezza necessaria per fare punti. Dopo un inizio difficile, invece, il Borgo Grappa di mister David De Paris sembra in grado di poter dire la sua. Una salvezza che sembra essere nettamente alla portata dei borghigiani che, con il rientro in pianta stabile di Lizzio, Francescato e Iacobbelli in attacco, ha ritrovato la confidenza con il gol. Gol che mancano, invece, all’Olimpia 04. La formazione di Cecconi è il peggior attacco del campionato. Solo 6 le reti realizzate dal team di Doganella che dovrà ancora sudare parecchio prima di poter festeggiare la salvezza.
Gianpiero Terenzi

Lascia un commento