Tanti auguri da…Babbo Natale Orlandini!!!

Ultimo appuntamento del 2009 prima della pausa natalizia! Anche “L’Angolo del D’Arp” si ferma per dedicarsi solo ed esclusivamente alle abbuffate di questi giorni e tornerà puntuale martedì 12 gennaio per quanto concerne il campionato di Prima Categoria. Tuttavia, non è da escludere una “Special Christmas Edition” del nostro angolo preferito sul campionato di Promozione 

Leggi tutto

langolo-del-darpUltimo appuntamento del 2009 prima della pausa natalizia! Anche “L’Angolo del D’Arp” si ferma per dedicarsi solo ed esclusivamente alle abbuffate di questi giorni e tornerà puntuale martedì 12 gennaio per quanto concerne il campionato di Prima Categoria. Tuttavia, non è da escludere una “Special Christmas Edition” del nostro angolo preferito sul campionato di Promozione durante le feste natalizie.

BABBO NATALE – In questo periodo, si sa, tutti sono indaffarati nell’acquisto dei regali da mettere sotto l’albero di Natale. E da questo punto di vista Daniele Orlandini non può certo essere biasimato, visto che si è preso la briga di fare un regalo a tutti: la riapertura, almeno sulla carta, del campionato. Intendiamoci: il SS.Pietro e Paolo ha vinto con pieno merito il big match con l’armata Borgo Flora e rivendica il diritto di giocarsi nelle restanti diciotto giornate (corrispondenti a ben cinquantaquattro punti da assegnare) il titolo e il salto di categoria consapevole della propria forza. Le potenzialità ci sono tutte, i mezzi anche per cui credere alla rimonta più che un diritto è un dovere. E dei veri professionisti adempiono sempre ai propri doveri…

NIENTE PANICO – Però, nonostante la sconfitta la squadra da battere rimane il Borgo Flora. La corazzata di Francesco Gesmundo non è riuscita a battere il record stabilito dalla Nuova Itri nel 2007 e, proprio come i ragazzi allenati da Mario Caneschi, ha perso 1-0 l’ultima gara dell’anno solare prima della sosta natalizia. I borghigiani, dunque, si sono dovuti accontentare, per così, dire di chiudere il 2009 con “soli” trentuno punti (31!) in cascina, frutto di un pari, una sconfitta e qualcosa come dieci vittorie. D’accordo che nel mondo del calcio si passa dalle stelle alle stalle alla velocità della luce ma in questo caso sarebbe davvero troppo. Spieghiamoci: la matematica ci dice che il campionato è aperto perché sei punti rappresentano sicuramente un margine rassicurante ma certamente non definitivo. Ma il campo è tutt’altra faccenda. Il primato del Borgo Flora non può certo essere messo in discussione alla prima sconfitta che, per la legge dei grandi numeri, prima o poi doveva arrivare. E le modalità in cui è maturata la stessa vittoria del SS.Pietro e Paolo la dicono lunga su quella che è la forza del team capitanato da Sandro Luceri. Se per battere la capolista, infatti, servono una grinta, una determinazione e una tenacia superiori alla media come quelle messe in mostra dall’undici di Salvatore Iannotti, allora…

michele-lecceCHI SI RIVEDE… – Lecce, Lecce. Due siluri da trenta metri dell’attaccante appena tornato alle base hanno rilanciato la Sa.Ma.Gor. contro il Borgo Podgora 1950. La compagine di Gennaro Ciaramella non vinceva in campionato da tre turni ed è tornata a farlo contro uno degli avversari che più si è rafforzato durante il mercato di dicembre, vale a dire il sodalizio del presidente Mancini, che ha regalato, con un po’ di anticipo rispetto al Natale, gente del calibro di Petrucci, Colato, Piras, Alessandroni e Casaburi a mister Sanavia. Insomma dietro alle prime due la lotta è più incerta che mai: San Michele, Sa.Ma.Gor., Borgo Podgora 1950, Vis Terracina, Sermoneta Calcio ed R11 Latina sono pronte a darsi battaglia fino all’ultimo per insidiare le posizioni occupate da SS.Pietro e Paolo e Borgo Flora, che per ora passano un buon Natale…ma si sa che le feste passano in fretta…

Il “Dottor” Simone D’Arpino

Lascia un commento