Sales – Vallemarina, sfida dalle mille emozioni

Se la saletta principale è piena la sala più recente è stracolma. Sappiamo tutti che è la sala più seguita del nostro Bar dello Sport. Oltre ai tifosi e amanti di Prima e Seconda accogliamo ben volentieri molti allenatori che tra loro si confrontano e si consigliano. Per una volta tanto si sono sentite critiche 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportSe la saletta principale è piena la sala più recente è stracolma. Sappiamo tutti che è la sala più seguita del nostro Bar dello Sport. Oltre ai tifosi e amanti di Prima e Seconda accogliamo ben volentieri molti allenatori che tra loro si confrontano e si consigliano. Per una volta tanto si sono sentite critiche per l’Atletico Cisterna. Vero che la formazione di mister Orbisaglia può fallire per una volta ma se ti trovi primo è sempre brutto perdere con l’ultima in classifica. Arriva qualche complimento anche per il Borgo Grappa di mister De Paris che al completo ha dimostrato di non dover per forza lottare per la salvezza ma di poter stazionare anche a metà classifica, come dimostrato della grande partita contro il Tre Cancelli.

CHI SALE…

Il match-salvezza Sales-Vallemarina

Partite come questa in genere sono caratterizzate dalla paura di non sbagliare e quindi finiscono per diventare noiose. Non è stato il caso di Sales-Vallemarina, match salvezza nel quale si sono viste ben sei reti. Alla fine è uscito un pari ma va fatto un plauso a queste due squadre che si sono affrontate senza timori nonostante una situazione di classifica non proprio rosea.

mister-de-paris-11111Borgo Grappa, la salvezza è solo un punto di partenza

Forse aveva ragione De Paris quando ad ottobre si lamentava delle tante assenze nel suo undici titolare. Pochi forfait ma nei ruoli cardine e il Borgo Grappa era la solita squadra incocludente. Rientrati Lizzio, De Martin e Limatola la squadra ha cominciato a girare meglio anche per l’autorevolezza dei nuovi innesti e di questo ne hanno giovato i compagni. Iacobelli davanti è sempre un pericolo, dietro anche gira tutto alla grande. Il Grappa visto con il Tre Cancelli è una bella squadra che può ambire a qualcosa di più di una salvezza sofferta.

San Pietro e Paolo grazie per aver riaperto il campionato

I ringraziamenti non vogliono essere un messaggio anti-Borgo Flora ma osservare un campionato combattuto è sempre una cosa gradita. I ragazzi di Iannotti ci sono riusciti domenica rendendo umana una formazione che fino ad ora aveva fatto solo vittime. La perla di Orlandini ha riaperto tutto: ora starà proprio ai biancorossi e alle altre rivali di vertice tenere aperto questo campionato anche perchè il Borgo Flora vuole ricominciare da subito a correre.

…E CHI SCENDE!!

Il Montello alle corde
Non ce ne voglia mister Campo ma la seconda sconfitta consecutiva dei biancazzurri fa pensare male. Già la Vis Terracina aveva violato lo Zonzin come mai successo prima, ma il Campoverde ora ha giustiziato una squadra che si blocca sempre prima di spiccare il volo.

 

 

bilali-1Nuovo Latina, una crisi che non finisce mai

Bilali non sa più che pesci pigliare. Lui insegna calcio ma probabilmente in queste categorie il gioco che richiede il tecnico albanese è troppo difficile da attuare. Un peccato perchè questo Nuovo Latina sembra davvero in crisi. I punti di vantaggio sul Sales sono quattro ma occorre cambiare rotta al più presto.

Sperlonga, è un’annata no?

Stesso discorso per lo Sperlonga di Guglietta. I gialloblu non giocano male ma concretizzano poco e vengono puniti al primo errore. La salvezza non è in discussione ma una squadra come questa meriterebbe una posizione di classifica ben diversa.

Atletico Cisterna, dalle stelle alle stalle

Come passare in sette giorni dal fantastico successo contro la corazzata Latina Scalo (con annesso primato solitario) all’incredibile ko di Velletri contro l’ultima in classifica. Protagonista di questo film è l’Atletico Cisterna, capace di regalare, è proprio il caso di dirlo sotto Natale, tre punti fondamentali sulla via del primato finale.

Lascia un commento