Incroci sardi per Gaeta, Fondi e Aprilia

Un vero e proprio ciclone che in un certo senso ha messo in secondo piano il match di domani contro il Selargius. In casa Rondinelle gli scossoni dell’ultima ora con la cacciata di mister Massimi Bindi dalla panchina dovranno essere dimenticati quanto prima da tecnico (Carlo Samà) e giocatori. Il Selargius è formazione attrezzata e, 

Leggi tutto

samaUn vero e proprio ciclone che in un certo senso ha messo in secondo piano il match di domani contro il Selargius. In casa Rondinelle gli scossoni dell’ultima ora con la cacciata di mister Massimi Bindi dalla panchina dovranno essere dimenticati quanto prima da tecnico (Carlo Samà) e giocatori. Il Selargius è formazione attrezzata e, come tutte le sarde, difficile da affrontare in casa. L’Aprilia dovrà quindi fare attenzione a non fallire per non ritrovarsi, causa un campionato sin troppo equilibrato, improvvisamente superato da più squadre ed invischiato nella lotta per evitare i play-out. A disposizione di Samà tutti i nuovi acquisti Turchetta, Galluzzo e Cherubini, con il primo in pole position per una maglia da titolare dal primo minuto accanto a Prosia vista la squalifica di Pedalino. Per sopperire all’assenza del quinto baby sarà chiamato in causa Fratangeli in mezzo al campo.

marzulloGAETA SENZA NNAMANI – Non ha di questi problemi, invece, il Gaeta che, ospitando il Castelsardo, tenterà l’ennesimo assalto alla vetta occupata da Flaminia e Fondi, distaccate solamente di due punti. Tutta al completo la rosa dei biancorossi nelle mani di mister Fortunato Torrisi che dovrà fare a meno solamente del colored Peter Nnamani in difesa, mentre in attacco non dovrebbe vedersi, almeno sin dal primo minuto, il neo acquisto argentino Jesus Ragusa. In attacco, quindi, spazio ancora alla coppia d’oro Gambino-Marzullo.

IL FONDI ASPETTA IL BUDONI – Turno che dovrebbe essere del tutto abbordabile per il Fondi di Liquidato. All’Arnale Rosso infatti arriva il Budoni, formazione non certo scatenata quando è lontano dalle mura amiche. Per Liquidato perciò si può provare a continuare questa folle corse in cima alla classifica dando magari un’occhiata a Flaminia-Boville. Il mister rossoblù però vuole tenere alta la tensione e per questo concentrazione massima sul Budoni.

Terenzi, Iannotta e Scala

Lascia un commento