Minieri-Terracina, questione di ore

Il Terracina di Mario Lenzini ora fa sul serio. La formazione biancazzurra infatti dopo esser stata costretta a salutare molti giocatori può cominciare anche a contare nuovi giocatori. Dominici infatti non sarà più solo tra i volti nuovi al Colavolpe anche perchè i tigrotti hanno in serbo un colpo di grande spessore. Si tratta infatti 

Leggi tutto

minieriIl Terracina di Mario Lenzini ora fa sul serio. La formazione biancazzurra infatti dopo esser stata costretta a salutare molti giocatori può cominciare anche a contare nuovi giocatori. Dominici infatti non sarà più solo tra i volti nuovi al Colavolpe anche perchè i tigrotti hanno in serbo un colpo di grande spessore. Si tratta infatti di Giorgio Minieri che già da due mesi è libero dopo la breve e sfortunata parentesi in Sicilia con l’Adrano. L’ex di Fondi e Latina non è stato l’unico tra l’altro a lasciare la formazione siciliana. Con lui hanno salutato altri ex fondani come Campobasso (ora a Rieti), Addessi (in trattative con il Formia) e Germano (approdato nel campioanto di promozione pugliese). Tra Minieri e Terracina mancherebbe solo la firma anche se il giocatore si è già allenato al Colavolpe.

POKER DI VOLTI NUOVI – Il possibile ingaggio di Minieri però non è l’unica marcia in più per mister Lenzini. Approdano in biancoazzurro infatti altri quattro giocatori. Prosegue il filo diretto Ciampino-Terracina con Ruffini e Foresi che già domenica potrebbero esordire al Colavolpe.
Il primo è un centrocampista offensivo classe ‘86 con spiccate doti offensive e buona tecinca che già si è messo in mostra proprio nella sfida con i tigrotti due settimane fa. Il secondo invece è un difensore centrale (classe ‘87) forte colpitore di testa. Sicuramente due giocatori che Lenzini conosce molto bene, senza dimenticare Dominici, già in campo domenica scorsa. Oltre agli ex Ciampino il nuovo allenatore del Terracina potrà contare su Gomes, difensore argentino classe ‘90, e su Del Signore.

TAGLI IN ROSA – Se ci sono quattro volti nuovi a Terracina altrettanti hanno dovuto salutare. Mancone e Nardone già da due settimane avevano abbandonato i tigrotti. Da questa settimana non vestiranno più la casacca biancazzurra nemmeno i vari Esposito, Koffi, Rivetti e Di Matteo (già in rotta con l’ex allenatore Barbabella).

Stefano Scala

Lascia un commento