Bindi assicura: “Nessun problema di spogliatoio”

“Non c’è assolutamente alcun problema a livello di spogliatoio”. Massimo Bindi è chiaro nello smentire le voci fuoriuscite dall’ambiente delle Rondinelle Latina nei giorni scorsi che avrebbero evidenziato alcuni scontenti all’interno dello spogliatoio apriliano al momento dell’analisi della sconfitta interna subita per mano del Sanluri. DIATRIBE CON UN SINGOLO – “Come ogni martedì ci siamo 

Leggi tutto

bindi“Non c’è assolutamente alcun problema a livello di spogliatoio”. Massimo Bindi è chiaro nello smentire le voci fuoriuscite dall’ambiente delle Rondinelle Latina nei giorni scorsi che avrebbero evidenziato alcuni scontenti all’interno dello spogliatoio apriliano al momento dell’analisi della sconfitta interna subita per mano del Sanluri.

DIATRIBE CON UN SINGOLO – “Come ogni martedì ci siamo riuniti tutti insieme per parlare della partita, confrontandoci tutti su quanto accaduto. Nessun giocatore ha avuto niente da ridire, tranne uno che ha alzato i toni della discussione. La società ha deciso di metterlo fuori rosa imediatamente, ma penso e spero che il ragazzo si sia già pentito di quanto accaduto. Fatta
eccezione per questo singolo episodio, dunque, posso tranquillamente affermare che stiamo già preparando la prossima delicata sfida con la solita tranquillità e armonia”.

turchettaSCELTE E NUOVI ARRIVI – In casa Rondinelle, dunque, splende il sereno, nonostante una sconfitta che pesa come un macigno sull’economia del campionato biancoazzurro:
vincere contro il Sanluri, infatti, avrebbe voluto dire agganciare proprio i
sardi al quarto posto in classifica, tornando prepotentemente in corsa per un posto sui piani alti della classifica: “Di certo, perdere non fa mai piacere a
nessuno – spiega il tecnico apriliano – ma va anche detto che venivamo da un
momento positivo. Le critiche mosse lasciano quindi il tempo che trovano. L’Aprilia credo stia rispettando gli obiettivi con cui è stata costruita questa
squadra. Se a questo aggiungiamo alcuni giocatori che non hanno rispettato le credenziali con cui erano stati presi, ecco spiegato anche questa mancanza di continuità, figlia anche del fatto che questo è un gruppo totalmente nuovo e per questo ancora bisognoso di un po’ di rodaggio. Per quanto riguarda, infine, i nuovi arrivi, il loro impiego ‘singhiozzante’ finora è facilmente spiegabile: entrambi (Turchetta e Cherubini n.d.r.) non hanno ancora i 90’ minuti nelle gambe e per questo devono pian piano recuperare. Spero che possano andare in campo, comunque, già da domenica in casa del Selargius”.
Gianpiero Terenzi (Foto Mirko Andreatta)

Lascia un commento