Tutta l’amarezza di Maurizio Pinti

Tra i primi a sorprendersi di questo esonero c’è sicuramente il protagonista di questo cambio sulla panchina rosanero, Maurizio Pinti. Dopo la scorsa stagione di assestamento ed un inizio decisamente positivo in questo nuovo campionato però Pinti è stato sostituito da Parisi per il mancato gioco che la squadra offriva la domenica in campo. “Sono 

Leggi tutto

pinti-12Tra i primi a sorprendersi di questo esonero c’è sicuramente il protagonista di questo cambio sulla panchina rosanero, Maurizio Pinti. Dopo la scorsa stagione di assestamento ed un inizio decisamente positivo in questo nuovo campionato però Pinti è stato sostituito da Parisi per il mancato gioco che la squadra offriva la domenica in campo. “Sono sicuramente amareggiato per questa decisione. Ho lasciato la squadra a pochi punti dalla vetta e con un’ottima posizione in Coppa (a proposito la partita-qualificazione con l’Aletrium probabilmente verrà ripetuta). A me hanno sempre detto che i risultati erano importanti”. Una rapporto che si conclude dopo molti anni perchè Pinti ha lasciato completamente i colori rosanero. “Una volta che si interrompe un rapporto di fiducia per me è meglio lasciare e quindi passerò a vedere partite oppure a seguire qualche corso di aggiornamento. Questa decisione conferma solo che nel calcio non c’è riconoscenza. La squadra non veniva certo da anni di gloria e io quest’anno ho badato più al sodo abbandonando in un certo senso il gioco brillante memore dell’esperienza dell’anno scorso. I risultati c’erano io non so cosa avrei dovuto fare di più”.

Stefano Scala

Lascia un commento