Un campionato in versione E.R.: “Lo stiamo perdendo”

Dopo la pausa forzata della scorsa settimana eccoci nuovamente nel nostro angolo preferito. Il campionato di Prima Categoria procede spedito e una volta tanto, a quanto pare, i pronostici di questa estate stanno trovando riscontro anche sul campo. Dopo anni e anni di errori e figuracce, forse, quest’anno, abbiamo avuto l’intuizione giusta. COME E.R. – 

Leggi tutto

langolo-del-darpDopo la pausa forzata della scorsa settimana eccoci nuovamente nel nostro angolo preferito. Il campionato di Prima Categoria procede spedito e una volta tanto, a quanto pare, i pronostici di questa estate stanno trovando riscontro anche sul campo. Dopo anni e anni di errori e figuracce, forse, quest’anno, abbiamo avuto l’intuizione giusta.

COME E.R. – Era la frase tipica della fortunata serie TV che ha fatto conoscere al mondo George Clooney: “Lo stiamo perdendo…” ripetevano i medici in sala operatoria verso un paziente che arrivava in ospedale in condizioni a dir poco critiche. Nel nostro caso, il paziente, ovviamente, è il campionato di Prima Categoria, la cui sopravvivenza è seriamente minacciata dallo strapotere del Borgo Flora. Era dal 2007, infatti, che non si vedeva una simile dittatura nel girone G: come la Nuova Itri quell’anno, infatti, i ragazzi di Francesco Gesmundo stanno procedendo ad un ritmo insostenibile per la concorrenza. Sulle nove gare finora disputate, Santoni e soci hanno ne vinte otto, pareggiando solo il match casalingo col Roccagorga. Il successo di domenica scorsa contro l’Indomita Pomezia non è stato assolutamente una novità, ma ha comunque consentito ai borghigiani di aggiungere l’ultimo tassello che mancava ad un primato già di per sè fotografato da numeri impressionanti: venticinque punti conquistati sui ventisette totali a disposizione, miglior attacco del girone con ventidue reti all’attivo, miglior difesa del raggruppamento con soli tre gol al passivo. Come se non bastasse Santoni è il leader della classifica cannonieri con otto centri ed insieme a Campagna forma la coppia gol più prolifica del campionato con tredici marcature. Insomma, le inseguitrici dovranno porre degli ostacoli in grado, quantomeno, di rallentare la marcia di questo treno in corsa, altrimenti…

MAI DARSI PER VINTI – La diretta inseguitrice della capolista è il SS.Pietro e Paolo. Domenica, i biancorossi si sono aggiudicati il derby con la Sa.Ma.Gor. conservando la seconda piazza, a meno sei dalla vetta. Un rigore di Viscido a cinque minuti dalla fine ha sancito una vittoria per la truppa di Salvatore Iannotti che va ben aldilà dei tre punti conquistati. Grazie all’affermazione riportata nella sfida del “Ceccarelli”, il SS.Pietro e Paolo ha allungato a nove la striscia di risultati utili consecutivi: il quarto successo nelle ultime cinque gare, infatti, ha consentito al sodalizio del presidente Naddeo di conservare l’imbattibilità nel girone, al pari proprio del Borgo Flora. In casa biancorossa non si possono certo lamentare: il bottino di diciannove punti equivale ad una rispettabilissima media di 2.1 punti a partita: siccome chi sta davanti viaggia a 2.78 punti a gara è obbligatorio aumentare l’andatura, altrimenti l’eco dei medici che dicono: “Lo stiamo perdendo…” diventerà sempre più assordante…

IL TERZETTO – Alle spalle di Borgo Flora e SS.Pietro e Paolo c’è un terzetto di squadre davvero niente male. Con il 2-1 rifilato al Sermoneta Calcio a domicilio, il San Michele di Alberto Ziroli ha infilato il secondo successo consecutivo in uno scontro diretto: dopo la sconfitta di due giornate fa al “Comunale” di via Londra, infatti, sono arrivate le vittorie con la Sa.Ma.Gor. e con i lepini. Ora, Di Marco e soci sono rimasti da soli sul gradino più basso del podio e ora puntano al sorpasso sui biancorossi nelle prossime giornate. Dopo qualche difficoltà iniziale, dunque, i gialloverdi sembrano aver trovato il passo giusto e ora vogliono recuperare il terreno perso: il cerchietto rosso sul calendario è già stato fatto intorno al 13 dicembre, quando saranno impegnati al “Santa Maria Goretti” di Borgo Flora. Due lunghezze più indietro del San Michele, ci sono, appaiate a quota sedici, R11 Latina e Atletico Bainsizza. La compagine di Roberto Giovannelli dopo il difficoltoso avvio fatto di tre sconfitte in quattro gare, non hanno più perso: i numeri dicono cinque risultati utili consecutivi, in virtù di quattro vittorie e un pareggio, con tanti cari saluti alle polemiche e alle critiche di inizio stagione. La formazione di mister Colucci, invece, ha immediatamente rialzato la testa in casa del Santa Croce dopo lo stop interno di dieci giorni fa con il Borgo Flora e si è immediatamente riappropriata della quinta posizione trascinata da un Nevigato in grande spolvero.

Il “Dottor” Simone D’Arpino

Lascia un commento