Questo è il Latina di Caputi

C’è grande festa al Bar dello Sport quest’oggi. Tante ordinazioni e molte bottiglie di spumante e champagne (dipende dalle disponibilità) per celebrare una settimana da incorniciare per le pontine di serie D. Ogni squadra ha ottenuto un risultato importante per i propri obiettivi e quindi non si può non essere entusiasti. Non si sa se 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportC’è grande festa al Bar dello Sport quest’oggi. Tante ordinazioni e molte bottiglie di spumante e champagne (dipende dalle disponibilità) per celebrare una settimana da incorniciare per le pontine di serie D. Ogni squadra ha ottenuto un risultato importante per i propri obiettivi e quindi non si può non essere entusiasti. Non si sa se è più importante l’Aprilia che vince fuori casa o il Latina che torna a sorridere ma forse la palma d’oro settimanale è per l’aggancio in vetta del Fondi (senza dimenticare il Gaeta secondo). I ragazzi di Liquidato proseguono nella scalata in classifica. Il prossimo obiettivo a questo punto sarà quello di staccare il Flaminia Civitacastellana e fuggire da soli in vetta. Anche ad Aprilia però c’è da sorridere per la prima vittoria in trasferta per poter aprire un nuovo campionato. Il Latina invece si coccola il ritrovato Caputi e cerca di rialzarsi anche con qualche ritocco in rosa.

CHI SALE…

Aprilia, sfatato il tabù si comincia a fare sul serio

La vittoria di Rieti potrebbe essere davvero l’inizio di un nuovo campionato per le Rondinelle. Contando su una percentuale altissima di vittorie al Quinto Ricci ottenere punti anche in trasferta potrebbe portare ad un campionato di massima tranquillità per Massimo Bindi. Domenica c’è stato quel carattere che l’allenatore cercava, ora serve confermarsi.

branicki-e-ezeadiA Fondi non sono mai sazi

Già essere imbattibili all’Arnale Rosso era sicuramente una soddisfazione in un campionato come quello della serie D. Confermarsi nel ruolo di sorpresa poteva essere un surplus a questo splendido inizio di stagione ma a Fondi non sono ancora sazi e così domenica è arrivato anche il primo posto.  La squadra di Liquidato va avanti con l’umiltà ma continua a sorprendere e se il carattere dell’Arnale Rosso viene portato anche fuori casa allora saranno guai per tutti.

Marco Caputi si è ripreso il suo Latina

Quando si fermò Salvagno tutti erano già in crisi per non sapere chi mettere in mezzo al campo. L’unica era rispolverare quel “vecchio” centrocampista dal nome Marco Caputi che aveva avuto poco spazio fino a quel momento. Proprio il cuore nerazzurro invece piano piano ha preso in mano la squadra diventandone il vero leader e la partita di domenica è stata la conferma e la dimostrazione. Ora con un Caputi così le scelte in mezzo al campo diventano difficili.

… E CHI SCENDE!!!

montaraniVigor Cisterna: la continuità, questa sconosciuta…

La cosa che fa di un buon collettivo una squadra in grado di vincere il campionato è la continuità di risultati. Una qualità che manca a questa Vigor Cisterna che esce dal trittico di gare con le squadre di bassa classifica con soli quattro punti conquistati. Un bottino un pò magro per sperare che ora Capitani metta mano al portafoglio durante il mercato dicembrino…

Vis Sezze Setina, nemmeno la gioia del derby

Quando la stagione non va per il verso giusto i tifosi generalmente chiedono almeno una cosa: portare a casa il derby. La Vis Sezze Setina non è riuscita nemmeno in questa impresa, inchinandosi al Bassiano dopo essere passata in vantaggio. Il traguardo della Coppa Italia da raggiungere permetterà un certo movimento sul mercato (vedi Capuccilli) ma ora i lepini devono veramente cominciare a guardarsi indietro in campionato.

Lascia un commento