Capitani, criptico: “Momento decisivo per il futuro”

La Vigor Cisterna si gode il momento positivo il «day after» la conquista della storica semifinale di Coppa Italia Eccellenza ai danni del Real Pomezia. Una vittoria che corona, così, una settimana davvero da incorniciare per la formazione di Francesco Montarani che, domenica, aveva seppellito di gol (ben 6) il Tanas Casalotti, rilanciando di fatto 

Leggi tutto

capitaniLa Vigor Cisterna si gode il momento positivo il «day after» la conquista della storica semifinale di Coppa Italia Eccellenza ai danni del Real Pomezia. Una vittoria che corona, così, una settimana davvero da incorniciare per la formazione di Francesco Montarani che, domenica, aveva seppellito di gol (ben 6) il Tanas Casalotti, rilanciando di fatto le proprie velleità di classifica e alimentando – alla luce della classifica corta, figlia di un campionato equilibrato ed aperto a qualsiasi epilogo – le proprie speranze di ottenere un piazzamento importante a fine stagione.

DECISIVI I PROSSIMI IMPEGNI – Di questo ne è convinto anche il presidente Domenico Capitani: “I prossimi due impegni di campionato saranno decisivi perché la squadra c’è, si è ritrovata e sta attraversando anche un periodo di forma. A Pomezia tutto ha funzionato bene nonostante le assenze di due pedine fondamentali come Pelle e Frasca, ma ora è il momento di capire cosa vogliamo fare da grandi. Le prime sono ancora lì, stentano a decollare, potrebbe essere un’occasione da cogliere”.
Insomma, quasi a dire: non montiamoci la testa adesso che le cose stanno girando per il verso giusto, in un periodo, oltretutto in un momento decisivo del campionato in cui si sta per riaprire il mercato. E Capitani, come di consueto, è molto chiaro, parlando di scelte oculate e di eventuali traguardi raggiungibili solo con una risposta dell’imprenditoria locale: «Ecco perché voglio capire se questa squadra può lottare con le prime o deve pensare solo alla salvezza. Tra due settimane faremo il punto insieme ai tecnici e allo staff dirigenziale. Squadra e tifosi saranno ancora costretti per molto tempo a sopportare i disagi della trasferta a Borgo Montello per ogni partita casalinga, tra l’altro anche a porte chiuse. Una serie di fattori che la società dovrà necessariamente valutare prima di affrontare un’eventuale campagna acquisti».
Gianpiero Terenzi

Lascia un commento