Finalmente il Terracina

Eccoci nella sala del “Bar dello Sport” di Zona Pontina dedicata alle categorie superiori (Serie D, Eccellenza e Promozione). Esultano i tavolini nei quali si parla di Eccellenza per le tre contemporanee vittorie di Vigor Cisterna, Formia e Terracina, un evento sinora mai accaduto durante questa stagione. Fanno festa soprattutto i tifosi dei tigrotti, alla 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportEccoci nella sala del “Bar dello Sport” di Zona Pontina dedicata alle categorie superiori (Serie D, Eccellenza e Promozione). Esultano i tavolini nei quali si parla di Eccellenza per le tre contemporanee vittorie di Vigor Cisterna, Formia e Terracina, un evento sinora mai accaduto durante questa stagione. Fanno festa soprattutto i tifosi dei tigrotti, alla prima gioia di un campionato davvero difficile. Tanta delusione invece tra i tavolini dedicati al Latina, ma anche la speranza che con l’avvento di Raggi in panchina cambi qualcosa. Facce buie anche nell’angolo in cui si affollano i tifosi del Clc Priverno, preoccupati per il rendimento dei ragazzi di Borelli nelle ultime giornate:

CHI SALE…

La prima del Terracina

A Terracina la aspettavano da tempo una settimana di tale tranquillità. Un 4-1 contro una squadra di assoluto valore regalano a Barbabella e i suoi ragazzi sette giorni di relax per poter lavorare meglio. Che a Terracina la situazione sia traballante non è in dubbio e trovare la prima vittoria di campionato può solo che far bene al morale.

sasa-amatoIl Formia rivede la luce

Dopo settimane di letargo gli uomini di Amato si sono finalmente svegliati contro il Ciampino offrendo una prestazione convincente. Un 3-0 secco che però non deve illudere gli stessi giocatori biancocelesti. La performance c’è stata ma ora servono conferme e continuità e la prova del nove arriva proprio domenica sul campo neutro di Torbellamonaca contro la Lupa Frascati dell’ex Peppino Medoro, in gol domenica. Il morale c’è e la condizione sta pian piano tornando ad alti livelli ma la sensazione è che il vero campionato dei tirrenici inizi proprio domenica.

Cisterna, la quiete dopo la tempesta

Dopo le esternazioni tonanti del presidente Capitani, reazioni a caldo dopo la sconfitta di Fidene, alzi la mano chi avrebbe pensato che la Vigor Cisterna potesse vincere in questo modo (6-0) contro il Tanas Casalotti. Un successo scaccia bufera che evidenzia le grandi doti caratteriali di una formazione che merita di finire di diritto tra gli alti. A questo vanno aggiunti i gol dei ritrovati Di Giacomo e Mariniello (entrambi a segno con una doppietta): due attaccanti tanto attesi che potrebbero essersi sbloccati definitivamente.

Scauri Minturno, un poker per scacciare i fantasmi

Finalmente un successo convincente per la giovane formazione di mister Pernice che, tra le mura amiche del “Carafa”, va sotto di un gol con l’Anitrella ma poi si scatena nella ripresa, sommergendo i ciociari sotto il peso di quattro reti. Una vittoria che sa di liberazione per i rossoblu che ora si sono portati quattro punti sopra la zona playout.

…E CHI SCENDE!

infortunio-santucciLatina, una crisi senza fine

Ogni altra parola è superflua. I nerazzurri sono entrati in una crisi che sembra non avere fine. Tre sconfitte nelle ultime quattro gare ed ecco che i sogni di gloria sono sfumati. Anzi, ora è necessario rimboccarsi le maniche e pensare ad un obiettivo senz’altro più realistico: la salvezza. Anche per questo Mauro Facci si è fatto da parte per lasciar spazio a Maurizio Raggi, tecnico abituato a prendere squadre in corsa in situazioni complicate. L’unica cosa certa è che l’ex tecnico del Cynthia avrà tanto lavoro da fare…

La bocciatura all’ennesima prova di maturità delle Rondinelle

Ogni paio di settimane, in corrispondenza delle gare esterne, nella parte “bassa” del bar dello sport. Sì, perchè la formazione di mister Massimo Bindi lontano dalle mura amiche del Quinto Ricci, dove detiene tutt’ora un cammino da record (nessuna sconfitta ed un solo pareggio), non riesce proprio ad ingranare. Fatta eccezione per l’unica trasferta con punti della stagione (a Castelsardo 1-1), l’Aprilia ha sempre perso. Ultima la sconfitta, comprensibile, in casa del Fondi. Fare punti all'”Arnale Rosso” in questa stagione non sarà cosa da tutti, fatto sta, comunque, che il team di Bindi ha fallito l’ennesima prova di maturità.

borelliClc Priverno, così è dura

Le attenuanti del caso vanno concesse: da una preparazione partita con notevole ritardo ad una rosa costruita all’ultimo secondo, passando per il nodo del terreno di gioco (la scelta del “San Lorenzo” sembra ormai permanente). Certo è che questo Clc Priverno ormai è in piena zona retrocessione: sei punti nelle prime tre giornate avevano fatto ben sperare, ma tre punti nelle restanti otto partite hanno fatto piombare i biancazzurri nel baratro. Occorre qualche intervento sul mercato dicembrino.

Lascia un commento