Sezze, analisi di una crisi

Per ora è la grande delusa del girone D del campionato di Promozione. Quando è ormai andato in archivio quasi un terzo di stagione, la compagine pontina che più di ogni altra sta disattendendo le attese è la Vis Sezze Setina. Per rendersene conto è sufficiente snocciolare un po’ di cifre: undici punti conquistati nelle 

Leggi tutto

lucidiPer ora è la grande delusa del girone D del campionato di Promozione. Quando è ormai andato in archivio quasi un terzo di stagione, la compagine pontina che più di ogni altra sta disattendendo le attese è la Vis Sezze Setina. Per rendersene conto è sufficiente snocciolare un po’ di cifre: undici punti conquistati nelle dieci gare finora disputate, frutto di due sole vittorie, cinque pareggi e tre sconfitte, peraltro arrivate tutte nelle ultime tre giornate di campionato; quart’ultimo attacco del girone con soli otto gol all’attivo e un’astinenza sotto rete che dura ormai da trecentosessantacinque minuti, vale a dire dal 25’ del primo tempo della sfida vinta tra le mura amiche del “Tasciotti” con la Pro Calcio Fondi.

pelleraniBISOGNA GUARDARSI INDIETRO – E come se non bastasse la zona retrocessione è distante solo tre punti. Insomma i numeri parlano chiaro: è innegabile che fino a questo momento gran parte dei meccanismi della compagine rossoblu non abbiano funzionato. Certo, è altrettanto vero che ogni partita ha una storia a sè e che nel calcio (come in ogni altro sport) è necessario essere assistiti anche da un po’ di fortuna visto che basta un episodio a decide l’esito di una gara, ma due mesi di competizione rappresentano un periodo sufficientemente lungo per analizzare pregi e difetti di qualunque formazione a prescindere dall’errore arbitrale o dalla traversa colpita.

bucciarelli-bottoni-e-fatonePROGRAMMAZIONE SBAGLIATA? – In altre parole, nell’arco di dieci partite capitano tanti episodi favorevoli quanti contrari, quindi se il bottino in classifica è troppo magro è necessario interrogarsi sulla validità di scelte compiute in estate in sede di campagna acquisti e di programmazione. Al momento la Vis Sezze Setina occupa la decima posizione della graduatoria, a nove lunghezze dalla capolista Roccasecca, che domenica ha sconfitto proprio i rossoblu per 3-0. Con settantadue punti ancora in palio, ovviamente, i giochi sono tutt’altro che fatti: il distacco è certamente colmabile e a Sezze, c’è da giurarci, sperano che le critiche di quest’ultimo periodo possano stimolare la squadra a scrollarsi di dosso l’assillo della vittoria ad ogni costo, dando il via magari ad una rimonta che definire esaltante sarebbe riduttivo.

RIMONTA DIFFICILE – Ma affinché una rimonta si concretizzi è necessario che si realizzino due condizioni: la squadra che insegue deve vincere sempre senza alcuna possibilità di errore, mentre quella che sta davanti deve cominciare a perdere colpi, altrimenti ogni sforzo diventa vano. Nell’entourage rossoblu, naturalmente, tutti si augurano che la reazione arrivi al più presto e non solo per salvaguardare i grandi investimenti fin qui compiuti. Tuttavia, bisognerà vedere se Roccasecca, Atletico Sabotino, Formia 1905, Nuova Circe e Tecchiena sono d’accordo.

Simone D’Arpino

Lascia un commento