Olimpia, 0-3 a tavolino con il Tre Cancelli

Il Giudice Sportivo ha deliberato la sconfitta per 3-0 a tavolino dell’Olimpia 04 contro il Tre Cancelli. La gara, giocata dieci giorni fa, era stata interrotta dall’arbitro sul punteggio di 1-1 al 43’st in seguito alle veementi proteste dei giocatori dell’Olimpia per l’assegnazione di un calcio di rigore a favore del Tre Cancelli. Stangate anche 

Leggi tutto

pappalardoIl Giudice Sportivo ha deliberato la sconfitta per 3-0 a tavolino dell’Olimpia 04 contro il Tre Cancelli. La gara, giocata dieci giorni fa, era stata interrotta dall’arbitro sul punteggio di 1-1 al 43’st in seguito alle veementi proteste dei giocatori dell’Olimpia per l’assegnazione di un calcio di rigore a favore del Tre Cancelli. Stangate anche per Hermada e Marina Club che subiscono le squalifiche di ben tre giocatori. Queste tutte le decisioni del Giudice Sportivo dall’Eccellenza alla Seconda categoria:

PROMOZIONE

A carico di calciatoriEspulsi dal campo: Una giornata a Alessandro Risoldi (Atletico Sabotino) e Giuseppe Maione (Vis Sezze Setina).
Non espulsi dal campo Una giornata a: Mattia Nardin (Atletico Sabotino) e Gianluca Di Emma (Pontinia).

PRIMA CATEGORIA

A carico di calciatoriEspulsi dal campo: Una giornata a Roberto Rossi (Hermada), Massimo Pozzobon (San Michele), Armando Passaretti (Santa Croce), Alessandro Lucci e Antonio Pacifici (Sermoneta).
Non espulsi dal campoDue giornate a Armando Parolisi e Massimiliano Raimondi (Hermada) perchè a fine gara rivolgevano espressioni offensive nei confronti del direttore di gara.
Una giornata a Sandro Cianciaruso (Santa Croce).

SECONDA CATEGORIA

TRE CANCELLI – OLIMPIA 04
Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 56 del 29.10.2009;
-Esaminato il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla Società OLIMPIA 04 e con il quale si deduce che la sospensione della gara in epigrafe, avvenuta al 43 del secondo tempo, sia stata decretata dall’arbitro “senza alcun motivo plausibile e lo stesso non avrebbe messo in atto i poteri previsti dal regolamento per verificare…omissis….”
Per l’effetto, la reclamante, chiede la ripetizione della gara.
Il reclamo è infondato, infatti, esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara in epigrafe si rileva quanto segue:
– al 43 del secondo tempo, a seguito della concessione di un calcio di rigore a favore della Società TRE CANCELLI con conseguente espulsione del calciatore CASORIA MATTEO (OLIMPIA 04) l’arbitro veniva accerchiato con atteggiamento offensivo e minaccioso dai seguenti calciatori della Società OLIMPIA 04: n. 4 INNAMORATO ALESSIO; n. 5 MARZO MICHELANGELO; n. 6 ERAMO ULDERICO; n. 1 MICOZZI ALESSANDRO; n. 8 PAPPALARDO DAVIS.
– Alla protesta partecipavano anche i signori GAGLIARDINI GINO dirigente accompagnatore, CECCONI GIORGIO allenatore e PASSERINI GIOVANNI massaggiatore, i suddetti entravano indebitamente sul terreno di gioco ed inveivano contro l’arbitro con espressioni offensive e minacciose.
Il direttore di gara, dopo circa dieci minuti di contestazioni, ha considerato chiusa la gara e non riuscendo ad allontanare i tesserati della Società OLIMPIA 04 li considerava espulsi e di conseguenza, la stessa, si sarebbe venuta a trovare con un numero di calciatori inferiori al minimo regolamentare.
L’arbitro riusciva a rientrare nello spogliatoio grazie all’intervento dei tesserati della squadra locale. Al momento della definitiva sospensione della gara , al 43′ del secondo tempo, il risultato della stessa era di 1-1
Tanto premesso, considerato che la mancata regolare conclusione della gara è da addebitarsi alla Società OLIMPIA 04;
Visto l’art. 17 comma 4 lett. b del CGS
PQM
DELIBERA
– di respingere il reclamo proposto dalla Società OLIMPIA 04
– di irrogare alla Società OLIMPIA 04 la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3, nonché l’ammenda di euro 100,00
– di incamerare la tassa reclamo
I provvedimenti disciplinari assunti nei confronti dei tesserati della Società OLIMPIA 04 sono stati pubblicati sul C.U. n. 56 del 29.10.2009.

A carico di dirigenti – Inibizione a svolgere ogni attività ai sensi dell’art. 14 del C.G.S. fino al 13/11/2009 per Adriano Biscuola (Borgo Santa Maria) per comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro a fine gara e Giancarlo Stefanelli (Sporting Terracina) per proteste nei confronti dell’arbitro.
A carico di calciatoriEspulsi dal campo: Due giornate a Benedetto Albano (Penitro).
Una giornata a Tiziano Riggi (Borgo Santa Maria), Valentino Sala (Faiti), Gianluca Conte, Massimo Esposito e Marco Mastantuono (Marina Club), Marco Scalingi (Sperlonga), Raffaele Fucci (Sporting Terracina) e Luca Andriollo (Virtus Pontinia).
Non espulsi dal campoUna giornata a Emiliano Spelda (Nuovo Latina) perchè a fine gara spintonava un calciatore della squadra avversaria, Loreto Grossi (Sonnino) e Simone Lauretti (Sporting Terracina).

Lascia un commento