Pappalardo e Campoli trascinano Olimpia e Latina Scalo

Eccoci nella sala più frequentata del “Bar dello Sport” di Zona Pontina, quella nella quale si parla di Prima e Seconda categoria. Ai tavolini sono presenti gli avventori più assidui del nostro bar: si parla degli exploit di Pappalardo e Campoli che hanno lanciato due squadre dagli obiettivi diversi come Olimpia 04 e Latina Scalo, 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportEccoci nella sala più frequentata del “Bar dello Sport” di Zona Pontina, quella nella quale si parla di Prima e Seconda categoria. Ai tavolini sono presenti gli avventori più assidui del nostro bar: si parla degli exploit di Pappalardo e Campoli che hanno lanciato due squadre dagli obiettivi diversi come Olimpia 04 e Latina Scalo, ma anche del periodo no di Faiti e Sales, reduci da due goleade subite nell’ultimo turno. Nell’area riservata alla Prima categoria tiene banco la rinascita dell’R11 di mister Giovannelli, così come il crollo del Podgora che ha spinto mister Magrin a dimettersi…

CHI SALE…

pappalardoPappalardo e Campoli due uomini uno stesso destino

Con le loro reti hanno regalato la vittoria ai propri colori. Devis Pappalardo ha deciso di regalare i primi 3 punti della stagione alla matricola Olimpia 04 con due perle di rara bellezza. Decisione maturata tra il 30′ ed il 31′ del primo tempo nell’intricatissimo derby contro il Cori. Un’occhiata al portiere, l’altra al pallone e due sinistri da distanza siderale imprendibili e perfetti per potenza e precisione. Un uno due che ha steso il Cori e ha mandato in orbita l’Olimpia. Orbita da cui il Latina Scalo non ha nessuna intenzione di scendere. La squadra di Iannarilli, in questo inizio di stagione sembra aver pescato il classico asso nella manica. Si tratta di Campoli. Era partito come quarto attaccante in rosa (dietro a Tomei, Barbu e Micheli) ma con i suoi 5 gol in 4 partite, 3 dei quali messi a segno domenica contro il Real Velletri, lo proiettano di diritto tra i migliori realizzatori di questo campionato: difficile ora negargli un posto da titolare!

Non chiamatela meteora

Quando non segna Ugo Giacobone ci pensa qualcun’altro. Domenica l’ha fatto il centrocampista Mirko Orbisaglia. L’Atletico Cisterna, matricola del girone, ha messo a segno la quarta vittoria su altrettante partite. C’è chi parla di una semplice meteora, intanto l’undici cisternese continua a godersi la vetta solitaria del girone e la consapevolezza di poter essere ancora a lungo protagonista

esultanza montello binieroUna vittoria per tutto il Montello

Indubbiamente erano tre punti che la squadra voleva ed aspettava. Il Montello di Gianluca Campo dopo un inizio di complimenti contro squadre, sulla carta più attrezzate, ha cominciato a scendere improvvisamente con due sconfitte consecutive. Con il morale calato però la truppa di mister Campo ha tirato fuori lo stesso una grande prova espugnando il Bongiorno di Borgo Podgora, diventando così l’artefice delle dimissioni di mister Magrin.

R11, il peggio è passato

Sembrano già solo un ricordo le dimissioni di Roberto Giovannelli dopo la sconfitta interna contro la capolista Sermoneta. Rientrate la crisi la squadra ha saputo ritrovare se stessa e il “gruppo R11”. Due vittorie in trasferta su campi sicuramente difficili ed una sconfitta di misura contro l’altra capolista Borgo Flora. Per un campionato di media classifica la formazione nerazzurra può senza dubbio andare avanti con più tranquillità.

esultanza-lenola-1Virtus Lenola oltre le aspettative

Che questa squadra dovesse lottare per la vittoria finale del campionato non c’erano molti dubbi. L’inizio di stagione è stato costellato solo da grandi soddisfazioni. Trovare la vittoria in casa del Faiti non è certamente una cosa scontata ma soprattutto trovarla con questo largo punteggio può solo che aumentare la consapevolezza dei propri mezzi a Di Vito e compagni. Oltre alla vetta della classifica la formazone di Pecchia ha anche il miglior attacco del campionato.

…E CHI SCENDE!!

Podgora, la nave imbarca acqua

Due vittorie, un pareggio e due sconfitte. La macchina costruita per vincere o almeno ben figurare in questo campionato di Prima categoria sembra essersi inceppata. Il Podgora, sconfitto con il Montello nel recupero, ha palesato ben altri problemi di fondo dopo la fuga di Magrin che ha dichiarato di non essere stato tutelato dalla società. Insomma, non proprio un ambiente idilliaco dove lavorare per il tecnico di borgo Sabotino che saluta e se ne va. Che sia questa la chiave di volta della stagione per il sodalizio giallo blu?

pivaFaiti, quando il turno di riposo fa male!

Era partito bene in questo campionato il Faiti di Piva. Un pari in casa del Bella Farnia e un successo interno con l’Aurora Vodice sembravano fare dei rossoblu l’outsider di questo campionato. Ed invece dopo il turno di riposo ecco due ko, con Vallemarina e Lenola, zero reti fatte e cinque subite. Urge un lavoro immediato per tornare il Faiti ammazzagrandi dello scorso anno.

Sales, occorre cambiare marcia

Davvero un periodaccio per gli oratoriali, fanalino di coda del girone “N” insieme allo Sporting Terracina. Un solo punto conquistato e la peggior difesa del raggruppamento con undici reti subite, cinque delle quali nella sciagurata trasferta di Sonnino. L’avversario era certamente di un altro livello ma gli oratoriali devono ritrovare quell’unità di gruppo che da sempre li contraddistingue.

Lascia un commento