Marzullo e Gambino da impazzire

Diventa sempre più nutrita la clientela del Bar dello Sport targato Zona Pontina. Con la nuova gestione il locale è sempre pieno di clienti, soprattutto nei giorni successivi alle partite della domenica. In questi giorni infatti si sono viste facce decisamente nuove, forse qualcuno si starà prendendo qualche ora di permesso a lavoro per poter venire 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportDiventa sempre più nutrita la clientela del Bar dello Sport targato Zona Pontina. Con la nuova gestione il locale è sempre pieno di clienti, soprattutto nei giorni successivi alle partite della domenica. In questi giorni infatti si sono viste facce decisamente nuove, forse qualcuno si starà prendendo qualche ora di permesso a lavoro per poter venire a fare due chiacchiere tra i nostri tavolini. Sono stati giorni di gioie ma anche di delusioni cocenti. Sicuramente la premiata ditta Marzullo-Gambino può solo strappare applausi per questo campionato fantastico. I due ormai sono fondamentali per il Gaeta e fanno paura a tutti. Paura che non fa più il Latina di Facci che forse se avesse avuto più pubblico domenica sarebbe uscita tra i fischi. Orgoglio per il Terracina ed entusiasmo per il Sabotino di mister Pino D’Andrea mentre hanno poco da sorridere Formia e Vis Sezze Setina.

CHI SALE…

esultanza-marzullo-1-1Marzullo-Gambino, la coppia dei sogni

Flavio Marzullo e Giuseppe Gambino; il primo, cinque gol all’attivo e una quantità industriale di assist sfornati, il secondo, nove reti in campionato di cui otto su azione e uno su calcio di rigore, peraltro decisivo contro il Pomezia. Sono loro, finora, i due trascinatori del Gaeta che negli ultimi cinque incontri ha strabiliato per la facilità non solo ad andare in gol ma, soprattutto, per la capacità di far sembrare le cose difficili estremamente semplici. E una di queste è proprio la rete dell’1-0 sul Pomezia di Flavio Marzullo, un’autentica «cassanata positiva». Dribling, lampo di genio, pallonetto all’incrocio dal limite, tanti saluti e buona sera!! Gol così se ne vedono pochi in questa categoria e di sicuro la prodezza del «mago» rimarrà nella mente dei tanti tifosi presenti al «Riciniello» ed entrerà di diritto nella top ten gol di fine stagione anche se è difficile ipotizzare che questa rete non possa vincerla quella classifica. (FOTO D’ANGELO)

Terracina, in attesa della prima vittoria tanto carattere

In altri tempi forse questa squadra sarebbe entrata in questa parte della rubricha per grandi vittorie di notevole importanza. L’attuale Terracina però è una squadra in completa ricostruzione a campionato in corso. Un 2-2 ottenuto di rimonta in un momento così difficile della stagione resta forse il risultato più importante fino ad ora per la formazione tigrotta. Tanto carattere e per la vittoria ancora tanta pazienza.

Atletico Sabotino, la squadra più “fastidiosa” della provincia

E’ la squadra più solida (o “fastidiosa”, per usare le parole del suo mentore Pino D’Andrea) dell’intera provincia pontina, dalla Serie D alla Terza categoria. Tre reti subite in soli nove incontri testimoniano di un’organizzazione difensiva che non coinvolge solamente il reparto arretrato ma parte da attaccanti e centrocampisti, che svolgono uno sfiancante lavoro di chiusura e pressione sui portatori di palla avversari. Poi se davanti hai uno come Davide Funari, il resto viene da sè…

…E CHI SCENDE!!

majella-nLatina: tanta noia e pochi applausi

Forse ci eravamo già abituati ad un certo standard di partite al Francioni per il Latina di Facci. Una squadra che in trasferta deve avere più fortuna ma che in casa ha preso ormai la giusta via. Invece no, dopo la prima sconfitta dell’era Facci arrivano anche le prime vere delusioni. La partita con la Viterbese è stata davvero deludente ed ha evidenziato quanto la squadra, nonostante un mercato molto importante, sia dipendente da Salvagno e Cinelli, assenti domenica. Il centrocampo non aveva idee, sulle fasce mancava fantasia anche se ci si aspettava decisamente di più dai baby Tirelli ma soprattutto Ricciardi. (FOTO BINIERO)

Formia, il “Perrone” vuole la vittoria

Secondo pari interno consecutivo per il Formia che così vede allontanarsi la vetta a cinque punti. Certo, la Vis Empolitana non era l’avversario migliore in questo momento ma  i tirrenici, se vogliono vincere questo campionato, devono fare del “Perrone” un fortino inespugnabile.

La cura Lucidi non ha guarito il paziente Vis Sezze Setina

Doveva essere il guaritore di tutti i mali rossoblu. Ed invece, mister Lucidi, dopo un inizio che aveva fatto ben sperare , sembra non essere riuscito a migliorare la situazione in casa setina. La squadra punge poco in fase offensiva e serpeggia anche un pò di nervosismo (come testimoniato dai tanti cartellini rimediati dai rossoblu in ogni partita). A questo punto una considerazione è lecito farla: almeno con Scagliarini si pareggiava…

Lascia un commento