Vigor ancora lo Zonzin a porte chiuse

Sarà ancora l’Oscar Zonzin di borgo Montello a fare da cornice all’incontro casalingo della Vigor Cisterna. Con il Diana Nemi si giocherà a porte chiuse a partire dalle 14.30. Una marcia indietro, dunque, rispetto a quanto fatto deciso ad inizio settimana quando, attraverso un comunicato ufficiale, il sodalizio del presidente Domenico Capitani aveva fatto sapere 

Leggi tutto

ultrasSarà ancora l’Oscar Zonzin di borgo Montello a fare da cornice all’incontro casalingo della Vigor Cisterna. Con il Diana Nemi si giocherà a porte chiuse a partire dalle 14.30. Una marcia indietro, dunque, rispetto a quanto fatto deciso ad inizio settimana quando, attraverso un comunicato ufficiale, il sodalizio del presidente Domenico Capitani aveva fatto sapere che anche l’impianto borghigiano non sarebbe stato più a disposizione causa il «sovraffollamento» di squadre che solcano lo splendido manto erboso dello stadio di Montello. Per rimediare a questa improvvisa emergenza, quindi, la dirigenza biancoazzurra si era messa immediatamente alla ricerca di un’alternativa. L’attenzione si era concentrata quindi su Aprilia e Lanuvio.

BellamioSALTA L’IPOTESI LANUVIO – Proprio quest’ultima opzione era stata prescelta come sede per il match contro il Diana Nemi. Ma, come sempre accaduto in questa stagione, non c’è stato nulla da fare. Allo stadio manca l’omologazione per ospitare le gare di Eccellenza. La società cisternese, costretta a tornare sui propri passi, ha ribussato alla porta dell’«Oscar Zonzin». Sistemazione quantomai provvisoria, visto che il comune di Lanuvio ha già preso l’impegno per ristrutturare e mettere a norma il proprio impianto sportivo, che sarà designato quindi come sede definitiva degli incontri casalinghi dell’undici di mister Montarani. Sempre in attesa di un sogno chiamato Bartolani.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento