Parte seconda – Marzullo, il “mago” che incanta Gaeta

Eccoci alla seconda parte del “Bar dello Sport” di Zona Pontina, quella dedicata a Serie D, Eccellenza e Promozione. La vittoria del Latina con il Tavolara è la grande protagonista dei dibattiti nei tavolini, così come Marzullo, ormai un habituè delle chiacchiere del nostro bar. Qualche avventore si concentra anche sulla Promozione con le sorprese 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportEccoci alla seconda parte del “Bar dello Sport” di Zona Pontina, quella dedicata a Serie D, Eccellenza e Promozione. La vittoria del Latina con il Tavolara è la grande protagonista dei dibattiti nei tavolini, così come Marzullo, ormai un habituè delle chiacchiere del nostro bar. Qualche avventore si concentra anche sulla Promozione con le sorprese Nuova Circe e Atletico Sabotino e la crisi del Bassiano di Gerardo Bocchino, al terzo ko di fila.

CHI SALE…

festaLatina, finalmente un gioco smagliante
Si aspettava da tanto, forse da troppo. La cura Facci oltre a funzionare in termini di risultati sta portando, piano piano, un gioco di ottima qualità. Già all’esordio si era capito come voleva impostare la sua squadra mister Facci ma contro l’ormai ex capolista Tavolara è stato tutto chiarito. Palla a terra e quel terzetto dietro la punta che in fase di appoggio è fantastico. La chiave? La riscoperta di Festa perno centrale di questo trio che con l’ultimo tocco ha saputo aprire praterie per i suoi compagni. Al resto c’ha pensato il solito Salvagno, più libero di costruire e Cinelli, ancora splendente.

Il bis di Di Maio
Arrivato da poco l’under di Liquidato sta conquistando tutti con le sue volate sulla fascia. Dopo il timbro lontano dalle mura casalinghe Di Maio ha bissato anche all’Arnale Rosso con un gol importantissimo e vitale per i rossoblu che hanno riaperto l’incontro.

Marzullo, il “mago” strabilia ancora Gaeta
“Vedere giocare Marzullo (foto: leonardodangelo.com) in queste condizioni vale tutto il prezzo del biglietto”. E’ con queste parole che i tifosi del Gaeta hanno lasciato lo stadio “Riciniello” al fischio finale della vittoria per 1-0 sulla Viterbese. Il dubbio però è un altro. Siamo proprio sicuro che il “mago” sia al 100 % della condizione? esultanza-marzullo-1-1A quanto pare no perchè secondo gli addetti ai lavori il fantasista campano avrebbe giocato contro la Viterbese con qualche acciacco di troppo e la sua condizione oscillerebbe tra il 70 e l’80%. Notizia impressionante se si pensa che il giocatore a suon di “cassanate posivite”, ovvero “genialate”, sta trascinando la squadra verso il vertice della classifica. La domanda a questo punto sorge spontanea: al 100% della sua condizione, che cosa dovremo aspettarci da Flavio il “mago” Marzullo e dal Gaeta? Calma, calma, ancora poche settimane e lo scopriremo.

Nuova Circe e Sabotino, le matricole terribili
E’ proprio il caso di chiamarle matricole terribili. La Nuova Circe e l’Atletico Sabotino continuano a mietere vittime sul loro cammino: ultime della serie Arce e Supino, sconfitte con lo stesso punteggio (1-0). Le armi di rossoblu e biancoverdi sono però diverse: i sanfeliciani hanno il terzo attacco del torneo e un Sampaolo in gran forma, i borghigiani contano sulla classica difesa di stampo Pino D’Andrea (2 gol subiti, la migliore del girone) e su un attacco che capitalizza al meglio le occasioni create. Cinque reti che sono valse 12 punti: una media incredibile…

…E CHI SCENDE!!!

giuseppe-rosi-5-copiaRosi e quel dischetto maledetto
Anche il numero 10 del Formia, Giuseppe Rosi, è crollato psicologicamente di fronte alla prestazione suprema del portiere Parravano del Sora tanto da meritarsi i complimenti di mister Amato a fine partita, “Non ho mai visto un under così forte in queste categorie”. Il biancoazzurro che finora non aveva sbagliato un colpo siglando ben tre rigori consecutivi contro Artena, La Lucca e Ceccano si è inceppato proprio nel momento decisivo del derby. Le vittorie più belle in generale sono quelle sofferte che arrivano al 95′ su un episodio a favore, purtroppo per i tifosi della Curva Coni, Rosi non è riuscito a regalare due punti preziosi che avrebbero fatto volare i tirrenici ad un punto dalla vetta. Pazienza, l’esperienza di Rosi non si discute. Il trequartista si riprenderà a suon di gol e di “rigori” .

Bocchino e un Bassiano da ritrovare
L’esame Tecchiena ha bocciato il Bassiano, già rimandato dopo le due sconfitte rimediate nelle ultime giornate. Che qualcosa si sia inceppato in casa amaranto non ci piove. Il primo responsabile in questi casi è sempre il tecnico: Bocchino lo sa e si è già messo in discussione. La società ha ancora fiducia in lui?

Lascia un commento