Solo le Rondinelle in trasferta

Adesso la continuità. Le Rondinelle Latina chiudono domani pomeriggio il trittico sardo affrontando (dopo Arzachena e Budoni) il Castelsardo. Il team apriliano si è messo già in viaggio oggi per raggiungere la meta isolana con un obiettivo chiaro nella testa: fare 3 punti e bissare il rotondo successo di una settimana fa. Certo, non sarà 

Leggi tutto

esultanza-corsettiAdesso la continuità. Le Rondinelle Latina chiudono domani pomeriggio il trittico sardo affrontando (dopo Arzachena e Budoni) il Castelsardo. Il team apriliano si è messo già in viaggio oggi per raggiungere la meta isolana con un obiettivo chiaro nella testa: fare 3 punti e bissare il rotondo successo di una settimana fa. Certo, non sarà affatto semplice per la truppa di Bindi, visto che in casa le formazioni nuragiche sono un avversario ostico per chiunque. Contro il Castelsardo Bindi ritrova quasi del tutto la rosa al completo. Torna Lolli dalla squalifica a cui verranno affidate le chiavi del centrocampo. Accanto a lui il ballottaggio tra Martellacci (neo acquisto e qualche scampolo di partita contro il Budoni), Fratangeli, Pietrucci, per lui pare smaltito il dolore al quatricipite ma difficilmente il tecnico vorrà rischiarlo dal primo minuto, e Piccolo, il più accreditato dei 4 nello scendere in campo dal primo minuto. Il dilemma, stavolta, arriva dalla difesa, dove aprilia1sia Rambaldi che Reccolani sono alle prese con dei fastidi muscolari che potrebbero comprometterne la presenza. Non dovessero farcela per Bindi si presenterebbero dei seri problemi per quanto riguarda la linea centrale della difesa. Difesa che riabbraccia il portierino Giudice dopo la squalifica. Per il resto, squadra che vince non si cambia. Sui lati spazio quindi a Pedalino e D’Ambrosio con Corsetti a sostegno dell’unica punta Prosia.

SI TORNA AL RICINIELLO – Dopo la bella vittoria di Selargius il Gaeta torna ad esibirsi di fronte al pubblico amico del “Riciniello”. L’avversario dei biancorossi sarà la Viterbese, in uno dei tanti derby laziali che propone quest’anno il girone G. I gialloblu sono nella parte bassa della classifica ma non per questo vanno sottovalutati, anche in considerazione del fatto che il girone sembra molto livellato. La Viterbese viene da una vittoria sull’Arzachena che ha un pò rasserenato gli animi e quindi per i ragazzi di Torrisi non sarà facile sfondare il muro gialloblu. Sì perchè la Viterbese ha il suo punto forte proprio nella retroguardia: solo cinque i gol subiti sinora, a fronte però dello stesso numero di reti fatte. Starà a Marzullo e Gambino il compito di fare breccia nella difesa gialloblu.

tufanoFONDI, NON SMETTERE DI SOGNARE – Si deve continuare a cavalcare l’onda del successo. Il Fondi è in un momento magico della sua storia e non vuole proprio fermarsi all’Arnale Rosso. Previsto pubblico delle grandi occasioni per la sfida tra i ragazzi di Liquidato e il Selargius. Certamente dalla parte dei padroni di casa parlano i risultati: due vittorie e un pareggio tra le mura casalinghe e la formazione rossoblù non è certo intenzionata a perdere l’imbattibilità casalinga. Dopo la rivoluzione tattica della scorsa settimana Liquidato potrebbe tornare al tridente con i suoi uomini chiave Balzano-Tufano-Branicki. Dietro possibile conferma per la coppia centrale Pannozzo-Dionisio.

Di Cesare, Scala e Terenzi

Lascia un commento