Formia e Terracina per tornare a sorridere

La Vigor Cisterna torna in campo con la consapevolezza ritrovata nei propri mezzi. Il motore messo in mano a mister Francesco Montarani sembra aver raggiunto finalmente il pieno regime dopo un periodo di evidente rodaggio. Tre vittorie nelle ultime partite che dicono a tutti che questo Cisterna è vivo e può raggiungere anche i piani 

Leggi tutto

montaraniLa Vigor Cisterna torna in campo con la consapevolezza ritrovata nei propri mezzi. Il motore messo in mano a mister Francesco Montarani sembra aver raggiunto finalmente il pieno regime dopo un periodo di evidente rodaggio. Tre vittorie nelle ultime partite che dicono a tutti che questo Cisterna è vivo e può raggiungere anche i piani alti della classifica. Sì, perchè la formazione biancoazzurra, almeno sulla carta, è un cavallo di razza che può correre ancora a lungo. Prima, però, ci sarà da affrontare l’ostacolo Ostiamare, vigor-cisterna-formazioneformazione dalla lunga tradizione che però non sta certo brillando in questo inizio di stagione in cui ha totalizzato solamente 5 punti. Per Montarani, che dovrà fare a meno di Di Giacomo, Mercuri il vero problema è sempre lo stesso: il campo di gara. Ancora una volta, infatti, il Cisterna dovrà giocare a porte chiuse allo Zonzin (ore 15.30) e fare così a meno di quello che può essere il dodicesimo uomo in campo, ovvero il caldissimo tifo organizzato che ha dimostrato in più occasioni il proprio attaccamento alla maglia.

formiaPROMUTICO CONTRO IL FORMIA  – Nel girone B i Formia torna al Nicola Perrone con la chiara intenzione di dimenticare il brutto sogno di Zagarolo, trasferta dove è arrivata la pesante sconfitta per 3-0. Per rimanere in scia delle prime mister Amato potrà fare affidamento sull’intera rosa a sua disposizione, fatta eccezione per l’attaccante Ferraro. Sarà in dubbio fino all’ultimo, invece, Marzano, alle prese con il solito fastidioso risentimento muscolare. Dall’altra parte arriva un Sora in netta crescita, con mister Promutico che dopo aver preso in mano le redini della società, proprio come una sorta di Manager della Premier League inglese, si è anche tolto la soddisfazione della prima vittoria stagionale arrivata una settimana fa contro il Colleferro.

macchiusi1L’IMPRESA NEI SOGNI DEL TERRACINA – Due punti consecutivi in classifica non fanno morale solitamente ma a questo Terracina sembra quasi ossigeno. Il tecnico vuole ancora di più, consapevole di potersi trovare qualche punticino più su in classfica con qualche episodio sfruttato meglio. Al Colavolpe contro lo Zagarolo quindi occasione d’oro per i tigrotti che avranno la possibiltà di misurarsi contro un’avversaria di indubbio valore con una squadra che piano piano è stata completata. Occasione anche per cominciare a ricomporre quel rapporto con la sua gente che ultimamente sembra un pò spezzato.

Giampiero Terenzi e Stefano Scala

Lascia un commento