Iscriversi all’AIC: ecco i motivi

In questo nuovo appuntamento settimanale, in vista dell’avvio delle iscrizioni da parte dell’ Associazione Italiana Calciatori per la stagione calcistica 2009/2010 per i giocatori dilettanti della provincia di Latina, ci preme indicare per i nostri lettori le motivazioni ed il perché bisogna aderire. Prima di tutto partiamo da un dato statistico e cioè che a 

Leggi tutto

avvocato-nel-palloneIn questo nuovo appuntamento settimanale, in vista dell’avvio delle iscrizioni da parte dell’ Associazione Italiana Calciatori per la stagione calcistica 2009/2010 per i giocatori dilettanti della provincia di Latina, ci preme indicare per i nostri lettori le motivazioni ed il perché bisogna aderire. Prima di tutto partiamo da un dato statistico e cioè che a Latina le iscrizioni risultano essere molto basse soprattutto con riferimento ai numeri relativi al resto della regione ed in rapporto all’intera media nazionale.

LATINA, TERRA POCO FERTILE PER L’AIC – Forse, la ragione va ricercata nella mancanza di una o più squadre professionistiche e nella poca consapevolezza da parte degli stessi calciatori della provincia di essere, in ogni caso, una componente importante seppur a livello dilettantistico. Non è detto che un calciatore non professionista (anche se partecipante ai campionati regionali o provinciali) non possa veder riconosciuti i propri diritti e non possa farli valere. Inoltre, non si parla solo ed esclusivamente dei giocatori che militano in squadre di calcio a 11 ma anche degli atleti del calcio a 5 e delle calciatrici.

L’IMPEGNO DELL’AIC – Rimanendo fedele agli impegni presi in questi anni, l’ AIC sta proseguendo il proprio lavoro di modifica e miglioramento dello status del calciatore dilettante in merito ad alcuni ambiti quali quelli della tutela sanitaria e della tutela economica. Sulla base di questo l’AIC e la Lega Nazionale Dilettanti hanno sottoscritto un protocollo di intesa che, data l’importanza dei principi in esso contenuti, rappresenta un punto di partenza ed individua con precisione i cardini sui quali lavorare ed i diritti di ogni calciatore.

I PUNTI CARDINE DELL’ACCORDO CON LA LEGA NAZIONALE DILETTANTI – In particolare, due sono i concetti di estrema importanza: l’impegno delle società e calciatori/calciatrici ad osservare gli obblighi derivanti dalla sottoscrizione di un accordo economico; il principio secondo cui le società si impegnano a far partecipare gli atleti all’attività agonistica, di addestramento e di allenamento nonché a curarne la migliore efficienza, fornendo loro attrezzature idonee alla preparazione tecnico/atletica e mettendo a disposizione ambienti quanto più possibile idonei. Sembrano aspetti di scarsa importanza, però non devono essere sottovalutati in quanto, prima o poi, ciascun calciatore può subirne le conseguenze.

IN COSA CONSISTE L’ATTIVITA’ DELL’AIC – Quindi, l’attività dell’Associazione per i calciatori dilettanti si sviluppa su tre piani:
1. la tutela legale da parte dei fiduciari a favore dei calciatori iscritti per quanto concerne controversie con le società di appartenenza (vedi il mancato rispetto degli accordi economici, messa fuori rosa dei calciatori, svincoli);
2. la tutela assicurativa attraverso la gestione delle pratiche di infortunio;
3. l’ assistenza per questioni di carattere disciplinare o comunque connesse con l’ attività sportiva nonché tutte quelle questioni che vedono quale attore protagonista il giocatore stesso.

COME ASSOCIARSI – Per associarti all’ AIC ed usufruire di tutti i suoi servizi, già dalla prossima settimana saranno recapitati ai capitani delle varie squadre della provincia di Latina oppure ad un rappresentante le buste contenenti i moduli che ciascun calciatore dovrà compilare con i propri dati. La quota di iscrizione è di € 5.00 ciascuno per tutte le seguenti categorie: Eccellenza, Promozione, Iª, IIª e IIIª Categoria, Calcio femminile A2, B, C e D, Calcio a 5 A2, B, C e D. Successivamente all’adesione saranno inviati i gadget con la tessera AIC che dà diritto oltre ai servizi indicati anche a varie convenzioni (vedi quella con l’agenzia di viaggi Valtur che garantisce uno sconto del 10 – 15 %).
Quindi, si sottolinea l’importanza dell’iscrizione all’ AIC che garantisce a ciascun calciatore o calciatrice di essere protagonista nella tutela della sua persona e dei suoi diritti e che permette di far sentire la propria “voce” nonché di ottenere ogni forma di assistenza fuori e dentro il campo. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere al sottoscritto tramite i contatti indicati.

(per maggiori chiarimenti o per una consulenza contattare il fiduciario A.I.C., Matteo Sperduti, al numero 3385459992 o all’indirizzo e-mail willsper55@libero.it)

Lascia un commento