Il bello delle matricole

Partire da neopromossa del campionato ti regala la possibilità di tenere i fari spenti e passare inosservata alla tue avversarie nonostante si disponga di una rosa all’altezza. Al Montello è successo così, due campionati vinti di fila, giocatori in rosa di altra categoria in biancazzurro dalla Terza e un mister ambizioso che vuole migliorarsi sempre 

Leggi tutto

campo-231Partire da neopromossa del campionato ti regala la possibilità di tenere i fari spenti e passare inosservata alla tue avversarie nonostante si disponga di una rosa all’altezza. Al Montello è successo così, due campionati vinti di fila, giocatori in rosa di altra categoria in biancazzurro dalla Terza e un mister ambizioso che vuole migliorarsi sempre di più. Domenica quindi in teoria era la classica partita “Davide contro Golia” ma in realtà era quasi una sorta di scontro al vertice. E’ uscito un pareggio, che forse alla fine è anche giusto ma il rammarico più grande è proprio per il Montello, che fino a 30 secondi dalla fine si trovava in vantaggio ed ha preso un gol in posizione molto dubbia. Grande amarezza per la vittoria sfumata ma grande orgoglio per ciò che si è dimostrato sul campo. “C’è grande rammarico – conferma anche mister Gianluca Campo – la partita era nostra ma poi è andata com’è andata. Devo dire che il pareggio è anche il risultato più giusto però prendere gol così non fa mai bene. Non sono sicuro, ma forse ad inizio partita avrei anche firmato per un pari ma per com’è andata lascia parecchio l’amaro in bocca. Di questa partita però resta l’orgoglio per i miei ragazzi  e vedere cosa succederà nelle prossime partite”. Vedere cosa succederà perchè il Montello affronterà un vero tour de force con le maggiori favorite.

Lascia un commento