Il nuovo Latina di Facci cerca la vittoria

La prima squadra da affrontare per mister Facci si chiama Rieti. Per la formazione avversaria difficile momento con ancora zero vittorie e una posizione di classifica non proprio invidiabile. Il Francioni però ci si augura sia tutto per mister Mauro Facci che potrà cominciare a mettere sul campo tutte le sue prove tattiche di questi 

Leggi tutto

facciLa prima squadra da affrontare per mister Facci si chiama Rieti. Per la formazione avversaria difficile momento con ancora zero vittorie e una posizione di classifica non proprio invidiabile. Il Francioni però ci si augura sia tutto per mister Mauro Facci che potrà cominciare a mettere sul campo tutte le sue prove tattiche di questi primi cinque giorni di lavoro. La nuova idea dell’allenatore nerazzurro ormai è chiara a tutti: mettere Giacinti in mezzo ai due senior Salvagno e Napolioni, soprattutto per dare un mano in fase di possesso, vero problema della squadra pontina.

DENTRO CINELLI – Bisognerà anche poter comprendere con certezza quale sarà lo schema preciso con cui il Latina scenderà in campo visto che dovrebbe esserci dal primo minuto anche Gasperino Cinelli. A farne le spese molto probabilmente sarà il baby Tirelli che comunque si è ben messo in mostra in queste formazione-latinapartite e risulta sempre il più vivace in mezzo al campo. Difficile però mettere in panchina Ricciardi che probabilmente completerà il tridente con Rosario Majella come punta centrale. A grande rischio ancora Nilo Santucci che con questo nuovo schema potrebbe rischiare molto spesso la panchina.

SGARRA NON CONVOCATO – Per Facci altri dubbi ma nelle retrovie con il recupero di Mariniello e l’indisponibilità di Sgarra, non convocato. “Sarà importante iniziare bene la gara – afferma proprio mister Facci – anche perché la squadra viene da una settimana particolare: quando si cambia un mister a livello psicologico non è mai facile. Comunque il gruppo l’ho visto bene e pronto: vogliamo tornare a vincere. Il Rieti, però, non è avversario facile da affrontare: in avanti dispone di due attaccanti possenti e bravi sotto rete, anche in mezzo al campo hanno due centrocampisti di valore. L’unico reparto che poteva avere qualche lacuna, la difesa, è stato sistemato con qualche accorgimento”.

Stefano Scala

Lascia un commento