Bindi ci crede, nonostante tutto

Contro il Pomezia si è toccato probabilmente il punto più basso, a livello di gioco, di questo primo scorcio di stagione, nonostante il risultato alla fine sia stato positivo (1-1). Le Rondinelle Aprilia devono ripartire necessariamente dal match di domenica scorsa contro il team di Lanza per voltare pagina e tornare la squadra ammirata fino 

Leggi tutto

massimo-bindiContro il Pomezia si è toccato probabilmente il punto più basso, a livello di gioco, di questo primo scorcio di stagione, nonostante il risultato alla fine sia stato positivo (1-1). Le Rondinelle Aprilia devono ripartire necessariamente dal match di domenica scorsa contro il team di Lanza per voltare pagina e tornare la squadra ammirata fino ad un mese fa. Sulla strada dell’undici di Bindi, però, questo pomeriggio (inizio ore 15) ci sarà un Arzachena certamente intenzionato a cancellare la sconfitta subita nel derby contro il Tavolara.

aprilia gol prosiaFATTORE CASALINGO – «Sarà una partita difficilissima – spiega Massimo Bindi, tecnico delle Rondinelle – Difficile perchè lo dice la classifica, difficile perchè lo dice la tradizione delle squadre sarde che non perdono mai in casa e difficile perchè questo Arzachena ha una rosa ed un allenatore davvero attrezzati per fare bene insieme. Ma sono fiducioso, perchè in settimana abbiamo lavorato bene su quegli aspetti emersi durante la partita con il Pomezia che mi avevano lasciato del tutto insoddisfatto».

PROBLEMI RISOLTI? – Proprio al termine del match contro il team pometino, Bindi dichiarò di aver riscontrato dei seri problemi di tranquillità. Problemi su cui avrebbe indagato nei giorni successivi e tentato di risolvere insieme ai propri giocatori. Tutto sembra essere andato a buon fine, come ci spiega lo stesso mister: «Credo di aver finalmente capito quale fosse il problema che attanagliava la mia squadra. Ne abbiamo parlato e abbiamo risolto la questione da vero gruppo. La parola, però, adesso passerà al campo. Solo al termine dei 90’ di oggi potremo dire se veramente il peggio è passato».

prosiaBINDI FIDUCIOSO- Quel che è certo è che dalla prima trasferta sarda della stagione l’Aprilia può e deve portare punti a casa: «Ripeto, sono molto fiducioso. Se torniamo a giocare da squadra come sappiamo, con i giusti raccordi tra i reparti, possiamo mettere in difficoltà i nostri avversari. Loro giocheranno probabilmente con un 3-5-2 molto abbottonato: ci sarà intasamento a centrocampo, per questo tenteremo di far sfociare la manovra sulle fasce dove possiamo metterli in seria difficoltà, anche se abbiamo degli evidenti limiti di organico».

ASSENZE PESANTI – Assenti D’Ambrosio e Corsetti per squalifica, alla lista si aggiungono il centrocampista Pietrucci, out per infortunio, e Venerelli, alle prese con i soliti problemi legati al trasferimento dalla Vigor Cisterna: «Regalare 5-6 giocatori di livello non è facile per nessuno. Noi dobbiamo sopperire a queste assenze con l’organizzazione ed un’identità di squadra che pian piano si sta formando».

Gianpiero Terenzi, Fotoservizio Mirko Andreatta

Lascia un commento